Pubblicato in: Cinema

Girl From God’s Country e Roma Golpe Capitale: i film di aprile

film roma
Girl From God’s Country di Karen Day

Cosa vedere al cinema a Roma questa settimana? Nello #spiegonecinema di Roma Weekend del mese di aprile 2018 vi segnaliamo le rassegne e gli eventi cinematografici in città, inclusi i film in lingua originale in programmazione nella Capitale nella settimana che va dal 26 aprile al 2 maggio 2018.

Ecco tutti gli eventi cinematografici da non perdere a Roma questa settimana.

Proiezione di Journey to the West: the Demons strike back di Tsui Hark

26 aprile

Continuano gli eventi per festeggiare i 30 anni di Sentieri Selvaggigiovedì 26 aprile  tocca a Tsui Hark e al suo sodalizio con l’imprevedibile e geniale Stephen Chow per Journey to the West: the Demons Strike Back.

L’ultima sfida del maestro hongkonghese alle leggi della gravità e della balistica cinematografiche risale al 2017 e non è mai passata per le sale d’Italia: le avventure del monaco Tang e dei suoi tre discepoli, il demone maiale, il demone pesce e il Re Scimmia, in viaggio alla ricerca dei testi sacri di Buddha, sono un espediente per tenere insieme il gusto per il fantasy slapstick di Stephen Chow, con la reinvenzione continua del linguaggio delle immagini operata instancabilmente da Tsui Hark.

Versione originale sottotitolata in italiano.

Indirizzo: via Carlo Botta 19

Orario: ore 20.15

Ingresso libero

Proiezione di Roma Golpe Capitale di Francesco Cordio

26 aprile

Roma, 30 ottobre 2015, il sindaco Ignazio Marino, viene costretto alle dimissioni dai consiglieri del suo stesso partito, che si dimettono in massa con un atto privato davanti ad un notaio. Quali sono le cause di un atto così grave? Cosa viene contestato a Marino?

Fino ad oggi nessuna risposta. I 19 consiglieri del Partito Democratico fino all’ultimo si rifiutano di sfiduciare il proprio Sindaco con la trasparenza di un voto nell’aula consiliare, impedendo così qualsiasi dibattito sulle motivazioni reali della loro decisione, impedendo agli elettori di essere informati sulle cause della loro contestazione, tradendo gli stessi principi della democrazia che sono preposti a difendere.

“Roma: Golpe Capitale” racconta, senza censure, le ostilità che il sindaco Marino ha trovato, i rapporti di forza, la pressione delle influenze dietro le quinte. Il film ripercorre gli avvenimenti che hanno portato al “sogno spezzato” di una nuova stagione del governo di Roma, svelando alcuni retroscena inediti. Una storia che ha appassionato i media di tutto il mondo, in un crescendo di attenzione verso le sorti della capitale d’Italia.

Indirizzo: Apollo 11, via Bixio, 80/a

Orario: ore 21

Indirizzo: 5 euro con tessera associativa

Proiezione di The Space in Between di Marina Abramović

26 aprile

Arriva in sala anche a Roma il docu-film di Marina Abramović The Space in Between. L’artista viene ripresa mentre è alla ricerca di nuovi stimoli creativi attraverso le comunità religiose del Brasile, tra rituali sacri e i processi creativi che si celano dietro di essi.

Tra documentario d’arte e thriller spirituale in forma di road movie, The Space in Between è il diario di viaggio di una delle più importanti artiste del nostro tempo attraverso i rituali esoterici del Brasile, un viaggio che diventa ben presto un percorso interiore tra memorie, dolore ed esperienze personali passate.

Indirizzo: Cineclub Detour, via Urbana, 107

Orario: 21

Ingresso: riservato ai soci con tessera annuale 4 euro + 5 euro contributo film

Proiezione di Extra Terrestres di Carla Cavina

27 aprile

Alla Casa del Cinema, alle 20.30, si proietta Extra Terrestres di Carla Cavina. Teresa, vegetariana e astrofisica di successo, vive con la sua fidanzata Daniela nell’isola di La Palma, Canarie, presso il telescopio nazionale italiano Galileo.

Dopo anni di autoesilio, torna in Porto Rico nella fattoria dove vive la famiglia. Il padre e capostipite della famiglia Díaz è un conservatore proprietario di un’azienda di allevamento e di macellazione di polli, cosa che Teresa non ha mai approvato e che costituisce uno dei motivi della sua partenza. Del resto, nessuno in famiglia è quello che dice di essere, e ognuno ha adottato strategie di sopravvivenza e resistenza al regime autoritario del padre, che li ritiene tutti extraterrestri.

Teresa, che è tornata allo scopo di invitare la famiglia al suo matrimonio, non riesce a trovare il coraggio di rivelare la verità e decide di prendere tempo. Intanto una serie di sabotaggi da parte degli allevatori concorrenti della zona rischia di mandare in fallimento l’azienda.

Ma Daniela, stanca di aspettare Teresa a La Palma, decide di andare in Porto Rico per incontrare la sua nuova famiglia, provocando involontariamente un collasso da supernova nel piccolo nucleo rurale e una serie di reazioni a catena.

Indirizzo: Casa del Cinema, L.go Marcello Mastroianni 1

Orario: 20.30

Ingresso libero

Proiezione di Girl From God’s Country di Karen Day

28 aprile

Storia della prima regista indipendente e eroina d’azione-avventura, Nell Shipman (1892-1970), che lasciò Hollywood per girare i suoi film nell’Idaho. Un racconto d’avventura di una donna pioniera che ha riscritto le regole del cinema e, così facendo, ha aperto la strada a voci indipendenti, in particolare le voci femminili di spicco nell’odierna industria cinematografica.

Le sue trame di donne autosufficienti che superano le sfide fisiche nella natura selvaggia e spesso, salvando il protagonista maschile, frantumano le prevedibili formule cinematografiche di grandi produzioni in studio.

Con rari filmati d’archivio dei primi pionieri, tra cui registi minoritari, Zora Neale Hurston e Miriam Wong, il primo cineasta cinese-americano nel 1914 e le interviste contemporanee con Geena Davis e il regista di Women in Film, Girl From God’s Country discutono di come genere- disuguaglianze che Shipman e le sue controparti hanno dovuto affrontare perpetuarsi nell’industria cinematografica di oggi.

Emblematico di un’intera generazione perduta di produttori e registi di film muti, l’eredità di Nell Shipman è rimasta un tesoro sepolto nella storia del cinema da quasi 100 anni. Visione obbligatoria per gli studi femminili e cinematografici.

Indirizzo: Casa del Cinema, L.go Marcello Mastroianni 1

Orario: ore 15

Ingresso libero

Proiezioni di Il paradiso terrestre e Paradiso terrestre di Luciano Emmer

30 aprile

Due proiezioni alla Casa del Cinema, a partire dalle ore 15, dedicate a Luciano Emmer.

Il paradiso terrestre di Luciano Emmer, Enrico Gras, Tatiana Grauding (1940, 11’)

Primo amore cinematografico di Luciano Emmer fu il documentario d’arte, di cui rimane tuttora uno dei maestri più apprezzati a livello internazionale. La selezione presentata si focalizza sui celebri omaggi a due artisti simbolo della Spagna, ma comprende anche il prezioso Paradiso Terrestre, dedicato all’opera di Bosch esposta ancora oggi al Prado di Madrid.

“Allora con Bosch, come oggi con Goya” sostiene il regista “mi sono rinchiuso a colloquio con i due pittori e isolato dal resto del mondo, per chiedere attraverso di loro cosa stava succedendo e perché stava succedendo, per rendere fattivi con un’opera sia pure modesta il mio amore per la vita e la profonda solidarietà che provo per i miei simili”.

A seguire Paradiso terrestre di Luciano Emmer (1957, 81’).

Documentario realizzato con il montaggio di materiali girati nel corso di diverse spedizioni in luoghi lontani ed incontaminati. Lo scopo dichiarato è quello di rintracciare gli ultimi “angoli” della terra dove ancora esiste una perfetta comunione tra natura ed essere umano: dove esiste felicità assoluta, il “paradiso terrestre”.

La larghezza dei mezzi e la vasta disponibilità di scelta ha permesso di comporre una rassegna esauriente, dal punto di vista illustrativo, di queste terre non ancora sfiorate dalla civiltà.

Indirizzo: Casa del Cinema, L.go Marcello Mastroianni 1

Orario: ore 15

Ingresso libero

Proiezione de Gli Indesiderati d’Europa al Cinema Farnese e all’Apollo 11

Dal 26 aprile al Cinema Farnese, il film di Fabrizio Ferraro sarà presentato venerdì 27 alle ore 20.30 dal regista e dall’interprete Catarina Wallenstein che risponderanno alle domande del pubblico in sala. Al cinema Farnese di Roma il film rimarrà in programmazione.

Sabato 28 aprile il film arriva anche all’Apollo11 alle ore 21.00. Presenti in sala, insieme al regista, gli attori Euplemio Macrì, nel ruolo di Walter Benjamin, Marta Reggio e il produttore Marcello Fagiani. Il film rimarrà in programmazione. Dal 30 aprile si aggiunge alla programmazione il cineteatro L’Aura.

Film integralmente europeo, parlato in quattro lingue con attori e cast italiano, spagnolo, francese e tedesco, “Gli Indesiderati d’Europa” è un film dal valore politico ispirato agli avvenimenti accaduti in Europa a cavallo tra il 1939 e il 1940, lungo i confini che hanno diviso e lacerato il vecchio continente e, che ora più che mai, ritornano al centro di nuovi pericolosi conflitti.

Lungo la “Route Lister”, tra la Catalogna e i Pirenei sud orientali nel febbraio del 1939 avanzano lentamente i profughi della Guerra civile spagnola. Tra di loro tre miliziani antifascisti. L’anno successivo un altro gruppo di “indesiderati” attraversa il medesimo sentiero ma in direzione opposta. È la popolazione degli antifascisti europei, stranieri ed ebrei in fuga dalla Francia occupata e “collaborazionista”. Il filosofo Walter Benjamin è uno di questi.

Film in lingua originale in programmazione a Roma

Loving Pablo di Fernando León de Aranoa

Cinema Multisala Lux

Cinema Multisala Barberini

The Space Cinema Moderno

Molly’s Game di Aaron Sorkin

Cinema Nuovo Olimpia

The Happy Prince di Rupert Everett

The Silent Man di Peter Landesman

Cinema Nuovo Olimpia

The Space Cinema Moderno

Maria By Callas: In Her Own Words di Tom Volf

Cinema Multisala Lux

Wind River di Taylor Sheridan

Cinema Intrastevere

Avengers: Infinity War di Anthony e Joe Russo

Cinema Multisala Lux – Premiere 24 aprile

I, Tonya di Craig Gillespie

Cinema Nuovo Olimpia

Visages, Villages di JR, Agnès Varda

Cinema Nuovo Olimpia

Eventi passati

Rassegna dedicata a Greta Gerwig

Dal 19 al 21 aprile

Una rassegna dedicata a Greta Gerwig al Cineclub Alphaville, considerata oramai la regina del cinema indie statunitense e regista di Lady Bird, 5 candidature agli ultimi Oscar, tra cui miglior regia.

Mercoledì 18

Ragazze Allo Sbando, W. Stillman, Usa, 2013, 99’: Il film racconta la storia di tre ragazze intraprendenti che rivoluzionano la vita sociale nella loro università. In questa commedia, Gerwig interpreta Violet, leader depressa di un trio femminile che vuole aiutare confraternite di machi un po’ tonti a sentirsi migliori e studenti in crisi affettiva a non buttarsi dal secondo piano dell’ateneo.

Giovedì 19

Lola Versus, D. Wein, Usa, 2012,83’: Lola (Gerwig) è una ragazza di 29 anni che viene mollata dal fidanzato tre settimane prima del matrimonio. Con l’aiuto degli amici Henry e Alice, Lola si imbarca in una serie di tragicomici incontri sentimentali, nel disperato tentativo di trovare il suo posto nel mondo come ragazza single alle soglie dei 30 anni.

Venerdì 20

Il Piano Di Maggie, R. Miller, It, 2015, 98’: Maggie, insegnante di arte e management, ha un piano: avere un figlio da sola ma poi incontra John e il bambino lo fanno in due. Tre anni dopo però le cose non sembrano girare nel verso giusto. John ha lasciato per Maggie la moglie, accademica egocentrica da cui ha avuto due figli e con cui mantiene un legame morboso.

Disamorata e convinta dell’amore ancora vivo tra i coniugi, Maggie ordisce un secondo piano: rimettere insieme la coppia. Tra ritiri in montagna e appartamenti in città, muove i fili di una vita che vorrebbe senza menzogna ma a cui finisce per mentire.

Sabato 21

Frances Ha, N. Baumbach, Usa, 2012, 86’: Frances vive a New York, ma non possiede realmente un appartamento. Frances lavora per una compagnia di danza, ma non è davvero una ballerina. Frances vive nei suoi sogni, nonostante i bruschi risvegli nella realtà. Frances vuole di più, ma riesce a vivere la propria esistenza con gioia e leggerezza. Tra nevrosi e candore, il personaggio di Frances è incarnato alla perfezione da Gerwig, che dà forma e volto allo stralunata ingenuità della protagonista.

Indirizzo: Via del Pigneto, 283

Orario: ore 21

Ingresso libero

Proiezione di A noi ci dicono di Ludovica Tortora de Falco

19 aprile

Fabrizio, Dante e Roberto hanno 14 anni. Abitano il cosiddetto quartiere Z.E.N. di Palermo. Tra pari, senza adulti, di cosa è fatto il loro universo? Le violente leggi non scritte del quartiere si traducono per loro in solitudine, deprivazione, e spaesamento.

L’affetto che li lega è la loro forza tenera, e il loro naturale riparo. Il loro piccolo mondo intimo è nascosto e rivelato, nutrito di emozioni, e di corpi. Il corpo: punto di partenza e di ritorno, unico riferimento certo.

Indirizzo: Apollo 11, Via Nino Bixio, 80 /A

Orario: ore 21

Ingresso: 5,00 con tessera associativa

Proiezione di Buongiorno, notte di Marco Bellocchio

19 aprile

Al Museo MAXXI si proietta Buongiorno, notte di Marco Bellocchio. In occasione del quarantennale della strage di via Fani, il MAXXI con #55GiorniDiAldoMoro si ricorda la figura del grande statista attraverso una serie di iniziative che ripercorrono il suo sequestro e la sua prigionia.

Il film – preceduto da un incontro – racconta gli “anni di piombo” e il rapimento Moro attraverso un punto di vista particolare, quello di Chiara, brigatista coinvolta nel sequestro.

Intervengono: Marco Bellocchio, regista; Giovanni Bianconi, giornalista; Anton Giulio Mancino, docente universitario

IndirizzoMAXXI, via Guido Reni 4A

Orario: ore 19.30

Ingresso: 5,00 euro

Proiezioni al Cinema Trevi

dal 19 al 22 aprile

Al Cinema Trevi un’altra settimana di proiezioni gratuite di alta qualità. Si inizia con la rassegna ‘Giovane canaglia. Nero italiano dagli anni Quaranta agli anni Cinquanta’. Ecco il programma completo:

Giovedì 19

Ore 17: La vendetta di una pazza di Pino Mercanti (1951, 85’)

Ore 18.30 Delitto al luna park di Renato Polselli (1952, 90’)

Ore 20.15 Giovane canaglia di Giuseppe Vari (1958, 95’)

Venerdì 20

Ore 17: Gioventù alla sbarra di Fernando Cerio (1953, 88’)

Ore 18.45 Mamma sconosciuta di Carlo Campogalliani (1956, 93’)

Ore 21: Incontro con Raniero La Valle e Lorenzo K. Stanzani. A seguire Secondo lo Spirito – Un film sul cardinale Giacomo Lercaro di Lorenzo K. Stanzani (2018, 72’)

Sabato 21

Ore 17.45 Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi di Mario Mattoli (1960, 93’)

Ore 19.30 Incontro moderato da Alberto Crespi con Alberto Anile, Ennio Bispuri, Sergio Bruno, Antonello Buffardi, Chiara Rapaccini, Gabriele Gimmelli, Cielo Pessione Fabrizi, Massimo Tellini, Marco Vanelli. A seguire Guardie e ladri di Mario Monicelli e Steno (1951, 106’)

Domenica 22

In ricordo di Folco Quilici

Ore 17: Arte italiana dal 1910 al 1950 di Folco Quilici (1957-58, 10’)

Ore 19: Il dio sotto la pelle di Folco Quilici (1974, 105’)

Ore 21: Fratello mare di Folco Quilici (1975, 84’). A seguire Passeggiata di buon mattino di Folco Quilici (1952, 17’)

Proiezione di Conversazioni atomiche di Felice Farina

21 aprile

In occasione di #GravityExhibit e in collaborazione con National Geographic Festival delle Scienze 2018 viene proiettato il film di Felice Farina, Conversazioni atomiche,

Farina firma una commedia scientifica d’autore: un road movie alla ricerca della fisica contemporanea nel quale lo affianca riluttante Nicola, cine-operatore e cavia di questa sfida che è quella di rendere comprensibili e affascinanti argomenti come la relatività generale e la meccanica quantistica anche a chi è convinto di non capirne un accidente o, peggio, di non averne alcun bisogno.

Conversazioni Atomiche è una docu-comedy dalla confezione frugale e dichiaratamente divulgativa, impreziosita da un contrappunto inedito e sorprendente di filmati d’archivio, che s’intromette con passione nella quotidianità di chi ha scelto di dedicare la propria vita a fare domande.

Intervengono

Giovanni Amelino-Camelia, Professore associato di fisica teorica – presso la Sapienza Università di Roma e consulente scientifico della mostra

Catalina Oana Curceanu, Primo Ricercatore presso INFN – Laboratori Nazionali di Frascati

Felice Farina, autore del film

Guglielmo M. Tino, Professore ordinario di fisica atomica, Dip. di Fisica e Astronomia – Università di Firenze

IndirizzoMAXXI, via Guido Reni 4A

Orario: ore 19

Ingresso: 5,00 euro

Cinemente

dal 6 al 15 aprile

Progetto ideato e curato dalla Società Psicoanalitica ItalianaCentro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e Azienda Speciale Palaexpo, Cinemente è il festival dedicato al binomio cinema e psicanalisi.

Da sette anni il festival accosta psicoanalisi e cinema per sondare quali emozioni, convinzioni e fobie si muovano al di sotto del nostro agire e sentire. L’espressione di un sentimento di paura e smarrimento, il perturbante, generato da esperienze avvertite come familiari ed estranee al tempo stesso, accomuna idealmente i film di questa edizione.

Ecco il programma delle proiezioni dal 12 al 15 aprile

12 aprile, ore 20: Indivisibili di Edoardo De Angelis.

13 aprile, ore 20: Liberami di Federica Di Giacomo

14 aprile, ore 17: Giulia non esce la sera di Giuseppe Piccioni

14 aprile, ore 20: Cronaca di un amore di Michelangelo Antonioni

15 aprile, ore 17: Cuori Puri di Roberto De Paolis

Incontro con il regista Matteo Rovere

12 aprile

Regista apprezzato in particolare, ma non solo, dalle giovani generazioni, Matteo Rovere è diventato un vero punto di contatto tra l’industria e il pubblico dei millennials che sembrano spesso snobbare la sala.

Sceneggiatore, regista e produttore, Rovere è dietro fenomeni come le pillole web del gruppo The Pills e la trilogia di Sydney Sibilia Smetto quando voglio.

Nel suo cinema, dopo Un gioco da ragazze e Gli sfiorati, il vero successo arriva con Veloce come il vento, che conquista il botteghino e i Nastri D’Argento e David di Donatello per Fotografia, Montaggio e l’interpretazione di Stefano Accorsi nei panni del pilota tossico Loris.

Matteo Rovere incontrerà gli studenti della Scuola di Cinema di Sentieri Selvaggi giovedì 12 aprile alle 19 nella sede romana di Via Carlo Botta 19.

Indirizzo: via Carlo Botta 19

Orario: ore 19

Ingresso libero

Proiezioni del Cinema Trevi

dal 12 al 15 aprile

giovedì 12 aprile, ore 19.15: Classic Rock: You Can’t Always Get… Rolling Stones

La Cineteca Nazionale e Classic Rock presentano una giornata evento interamente dedicata ai Rolling Stones, con film, cortometraggi, ospiti e dibattito.

Da The Rolling Stones Rock and Roll Circus (1968)di Michael Lindsay Hogg, straordinaria testimonianza visiva su un eccentrico spettacolo messo in scena l’11 dicembre 1968 dalla celebre band, a Time is on Our Side: The Rolling Stones (1982) di Hal Ashby, ovvero scoppi di fuochi d’artificio, volo di sciami di palloncini colorati per un sempre acrobatico concerto del corpo.

Come in un ipotetico vinile, tra il lato A e il lato B avrà luogo il dibattito coordinato dalla giornalista ed autrice Tv Cristiana Turchetti e animato dai critici musicali e scrittori Francesco Donadio e Mark Paytress.

Dal 13 al 15 aprile, invece, sarà la volta de “I ribelli del ’68. La nuova onda del cinema cecoslovacco”. 

Ispirata dalla Nouvelle Vogue francese, l’avanguardia cecoslovacca mantenne delle sue caratteristiche ben precise.Il processo di approvazione della produzione divenne meno burocratico e le regole economiche cambiarono parzialmente, ma l’industria cinematografica continuò a essere completamente sovvenzionata e controllata dallo stato socialista.

La cosiddetta Nuova Onda non sarebbe potuta esistere senza il supporto dello stato. Pertanto, il movimento comprendeva non solo registi e sceneggiatori, ma anche i capi dei gruppi creativi degli studi cinematografici Barrandov.

Al Cinema Trevi, con la rassegna a cura di Centro Ceco di Milano e Národní Filmový Archiv, si ripercorre il meglio del cinema cecoslovacco di quegli anni.

Indirizzo: Cinema Trevi, vicolo del Puttarello 25

Ingresso: libero

Proiezione di Petit Paysan di Hubert Charuel

14 aprile

Al Cineclub Detour, per l’On The Road Film Festival, arriva il film Petit Paysan di Hubert Charuel, presentato a Cannes per la Semaine De La Critique 2017.

Pierre, un giovane allevatore di mucche da latte, è legato anima e corpo alla sua terra e ai suoi animali.

Il futuro dell’azienda familiare però è messo in pericolo quando un’epidemia vaccina si diffonde in Francia. Il protagonista sarà trascinato in un vortice di colpe e speranze da cui sarà sempre più difficile uscire, spingendolo sino ai limiti estremi della legalità pur di salvare i suoi amati animali.

Indirizzo: Cineclub Detour, via Urbana, 107

Orario: 21

Ingresso: riservato ai soci con tessera annuale 4 euro + 5 euro contributo film

Proiezioni al Museo MAXXI

14 aprile

Giornata conclusiva per la lunga e fortunata rassegna Cinema al MAXXI 2018.

sabato 14 aprile, alle 17, si inizia con l’ultimo documentario della serie National Geographic, “La curva del tempo”. Se chiedete ai fisici cosa sia il tempo, vi risponderanno che non ne hanno idea. Come può la nostra comprensione di qualcosa di così familiare esserci così ignoto? Alla ricerca di risposte, Brian Greene ci condurrá in un viaggio del tempo che ci riporterà al Big Bang, là dove i fisici pensano siano i segreti del tempo.

Alle 20.30 si proietterà Dunkirk di Christopher Nolan. Maggio 1940. Sulla spiaggia di Dunkirk 400.000 soldati inglesi, accerchiati dall’esercito tedesco, attendono il miracolo di un salvataggio via mare.

Il tempo degli assediati non è quello della flotta di imbarcazioni che parte nel tentativo di trarli in salvo o quello dei piloti che raggiungono la baia. Un episodio della seconda guerra mondiale di grandiosità omerica, la più lucida, quasi scolastica, dimostrazione della relatività in un film.

IndirizzoMAXXI, via Guido Reni 4A

Ingresso: 5,00 euro

Banff Mountain Film Festival

In occasione del World Tour, che dal 2013 porta in Italia i migliori film del Festival del Cinema di Montagna di Banff (Canada), la manifestazione cinematografica torna a Roma martedì 10 aprile presso il Cinema Moderna The Space, con una nuova selezione di corto e medio metraggi dedicati al mondo della montagna e dell’outdoor.

La serata sarà l’occasione per risvegliare la voglia di avventura, stimolare la creatività e scoprire alcuni tra gli ambienti più selvaggi del pianeta, siano essi dietro casa o nei luoghi più remoti.

Tra i film in programma The Frozen Road che racconta un viaggio in bicicletta in solitaria, dal Nord del Canada fino al mar glaciale artico, un’avventura anche interiore tra temperature da brivido e enormi spazi vuoti. Safety Third è invece un omaggio a Brad Gobright, climber di molto talento e poca fama, alle prese con il tipo di arrampicata più pericolosa e spettacolare: il free solo. L’area tra Alaska, British Columbia e Yukon è l’ultima frontiera dello sci e dello snowboard estremi: Tsirku racconta il viaggio degli sciatori Sam Anthamatten e Hadley Hammer e dello snowboarder Ralph Backstrom alla ricerca delle linee più spettacolari, sfidando la forza di gravità

Il programma completo dei film che saranno proiettati nel corso di ogni serata sarà disponibile sul sito. I biglietti sono in vendita online sul sito ufficiale al prezzo di 15 euro (più diritti di prevendita), presso i punti vendita Vivaticket oppure telefonando al call center 892234. Le proiezioni inizieranno alle ore 20.

Rendez-vous, festival del nuovo cinema francese

Dal 4 al 10 aprile

L’ottava edizione del festival Rendez-vous, festival del nuovo cinema francese approda a Roma con un focus dedicato quest’anno al cinema di Arnaud Desplechin.

Ecco il programma della manifestazione, giorno per giorno.

Giovedì 5 aprile

Ore 15 | Cinema Nuovo Sacher | Une jeune fille de 90 ans di Valeria Bruni Tedeschi e Yann Coridian, preceduta da un incontro con i registi

Ore 18 | Cinema Nuovo Sacher | L’amant double / Doppio amore di François Ozon

Ore 20 | Institut français Centre Saint-Louis | Sparring di Samuel Jouy, a seguire incontro con la regista

Ore 20.30 | Cinema Nuovo Sacher | Un beau soleil intérieur / L’amore secondo Isabelle di Claire Denis

Venerdì 6 aprile

Ore 16 | Cinema Nuovo Sacher | Gaspard va au mariage di Antony Cordier

Ore 18.30 | Cinema Nuovo Sacher | Au revoir là-haut di Albert Dupontel

Ore 20.30| Institut français Centre Saint-Louis | Les grands esprits di Olivier Ayache-Vidal, a seguire incontro con il regista

Ore 21 | Cinema Nuovo Sacher | Jeannette, l’enfance de Jeanne d’Arc di Bruno Dumont, a seguire incontro con il regista

Sabato 7 aprile

Ore 16.30 | Cinema Nuovo Sacher | Makala di Emmanuel Gras

Ore 18.30| Cinema Nuovo Sacher | Paris pieds nus / Parigi a piedi nudi di Fiona Gordon e Dominique Abel, a seguire incontro con i registi

Ore 21 | Cinema Nuovo Sacher | Jeune femme di Léonor Serraille

Domenica 8 aprile

Ore 16 | Cinema Nuovo Sacher | Nul homme n’est une île di Dominique Marchais, a seguire incontro con il regista

Ore 18.30| Cinema Nuovo Sacher | La Villa / La casa sul mare di Robert Guédiguian, a seguire incontro con il regista e Ariane Ascaride

Ore 21.30 | Cinema Nuovo Sacher | L’Atelier di Laurent Cantet, a seguire incontro con il regista

Lunedì 9 Aprile, Focus Arnaud Desplechin

Ore 15.30 | Cinema Nuovo Sacher | Comment je me suis disputé… (ma vie sexuelle) di Arnaud Desplechin, a seguire incontro con il regista

Ore 19.15 | Cinema Nuovo Sacher | La vie des morts / La vita dei morti di Arnaud Desplechin, preceduta da un incontro con il regista

Ore 20.45 | Cinema Nuovo Sacher | Les fantômes d’Ismaël / I fantasmi di Ismael, di Arnaud Desplechin, a seguire incontro con il regista, Alba Rohrwacher e Louis Garrel

Martedì 10 aprile, Focus Arnaud Desplechin

Ore 16 | Cinema Nuovo Sacher | Un conte de Noël / Racconto di Natale di Arnaud Desplechin, a seguire masterclass

Ore 18.30 | Cinema Nuovo Sacher | Masterclass con Arnaud Desplechin, entrata gratuita fino ad esaurimento

Ore 20.30 | Cinema Nuovo Sacher | Trois souvenirs de ma jeunesse / I miei giorni più belli di Arnaud Desplechin, a seguire incontro con il regista

Prezzi:

Casa del Cinema: entrata libera

Cinema Nuovo Sacher: biglietto intero 5 euro; biglietto ridotto 3 euro

Focus Desplechin 3 euro

Institut français Centre Saint-Louis: 5 euro

Proiezione di The ecstasy of Wilko Johnson, di Julien Temple

5 aprile

Nel 2013, Wilko Johnson, già chitarrista dei Dr Feelgood e dei Blockheads, decide di partire per il suo tour d’addio. A spingerlo verso questa decisione la scoperta di essere affetto da una malattia terminale; a spronarlo, l’energia inarrestabile, l’amore per la musica e l’attaccamento alla vita che lo contraddistinguono. Al suo fianco l’immancabile Fender Stratocaster, con cui lanciarsi in performance incendiarie.

La proiezione del documentario di Julien Temple, in versione originale sottotitolata in italiano, si avvarrà di un’introduzione critica, in collaborazione con il circolo Zavattini di Reggio Calabria, che lo ha presentato in questa versione a novembre 2017 per il ciclo Le forme della memoria.
Indirizzo: via Carlo Botta, 19
Ingresso gratuito

Cinemente

dal 6 al 15 aprile

Progetto ideato e curato dalla Società Psicoanalitica Italiana, Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e Azienda Speciale Palaexpo, Cinemente è il festival dedicato al binomio cinema e psicanalisi.

Da sette anni il festival accosta psicoanalisi e cinema per sondare quali emozioni, convinzioni e fobie si muovano al di sotto del nostro agire e sentire. L’espressione di un sentimento di paura e smarrimento, il perturbante, generato da esperienze avvertite come familiari ed estranee al tempo stesso, accomuna idealmente i film di questa edizione.

Ecco il programma delle proiezioni dal 6 al 11 aprile

6 aprile, ore 20: Paradisi artificiali di Yakov Protazanov

7 aprile, ore 20: Padroni di casa di Edoardo Gabbriellini

8 aprile, ore 20: Monolith di Ivan Silvestrini

10 aprile, ore 20: Evilenko di David Grieco

11 aprile, ore 20: The Place di Paolo Genovese

Indirizzo: Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale

Ingresso gratuito

Proiezione di Where to? Miss di Manuela Bastian

6 aprile

Al Cineblub Detour si proietta Where to? Miss, film di Manuela Bastian, la cui proiezione si inserisce nella rassegna Human Rights Documentary. Diventare conducente di taxi è il sogno più grande di Devki: lei vuole che le donne indiane possano raggiungere casa sane e salve e diventino economicamente indipendenti.

Per raggiungere questo obiettivo, dovrà affrontare l’opposizione prima del padre, poi del marito, infine del suocero. La storia della giovane e coraggiosa Devki, figlia, moglie, madre, racconta assai bene perché è così difficile per le donne indiane liberarsi dai loro ruoli prestabiliti. A seguire ci sarà una Q&A Skype con la regista.

Indirizzo: Cineclub Detour, via Urbana, 107

Orario: 21

Ingresso: riservato ai soci con tessera annuale 4 euro + 5 euro contributo film

Proiezione di My Generation di David Batt

7 aprile

In My Generation l’attore premio Oscar Michael Caine ci porta per mano nella mitica Swinging London alla riscoperta degli artisti che fecero grande quella stagione culturale, dai Beatles a Twiggy, da David Bailey a Marianne Faithfull, dai Rolling Stones a Mary Quant, a Vidal Sasson.

Per raccontare con ritmo e immagini travolgenti una stagione creativa irripetibile. Un momento storico della modernità in cui anche i giovani della working class si sono sentiti parte integrante di un vero impetuoso rinnovamento culturale.

Il 15 aprile 1966 la rivista americana Time esce con una copertina intitolata “London: the Swinging city”. Londra era in quel tempo tra le città europee più impetuosamente sospinta verso il cambiamento. “To swing”, altalenare, muoversi secondo un moto pendolare che contempla un andata e un ritorno: e ciò verso cui spingeva il pendolo di Londra era un nuovo stile di vita, di cui prima di tutto la città in se stessa sembrava offrire la realizzazione e la promessa.

E perché mai Time omaggia questa città con una copertina? Il motivo è semplice: nel 1964 si era verificata una specie di nuova conquista dell’America, l’anno del primo viaggio dei Beatles, di Mary Quant, dei Rolling Stones oltre Oceano. La “British Invasion” che nasce con la boutique di Mary Quant a Chelsea e quella di Vince a Carnaby Street, e con i locali di musica dal vivo di Denmark Street, a Soho… (“La Londra dei Beatles a cura di P. Colaiacomo e V. C. Caratozzolo”).

Indirizzo: Cineclub Detour, via Urbana, 107

Orario: 21

Ingresso: riservato ai soci con tessera annuale 4 euro + 5 euro contributo film

Proiezioni al Museo MAXXI

7 e 8 aprile

Per il ciclo di proiezioni al Museo MAXXI, alle ore 21 La voce e il cinema: grandi film russi cantano insieme a Rachmaninov. Esecuzione del coro della Divina liturgia di San Giovanni Crisostomo di Sergej Rachmaninov, a cura della Societá Corale Pisana, diretta dal maestro Giampaolo Mazzoli, accompagnato dalla proiezione di brani di film di Aleksandr Dovženko, Andreij Tarkovskij, Alexander Sokurov e altri grandi maestri del cinema russo e sovietico.

L’8 aprile, alle ore 16, ci sarà l’anteprima mondiale di C’era una volta la terra di Ilaria Jovine e Roberto Mariotti.

A quasi settant’anni dalla morte di uno scrittore e cronista, Francesco Jovine, che ha raccontato la vita contadina con lo scrupolo dell’antropologo e l’empatia del poeta, il film rievoca il suo sguardo mappando con la videocamera campi e forre, valli e dirupi, pianure e colline, coltivazioni e pascoli del Molise. La civiltà più antica del mondo, quella rurale, in un canto pastorale, dal dettaglio digitale, che include i nuovi volti dei migranti.

A seguire, alle ore 18, La lucida follia di Marco Ferreri di Selma Dell’Olio.

Con Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi, Philippe Noiret, Michel Piccoli, il film mette insieme i materiali di repertorio, i backstage dei film, insieme alle testimonianze di Roberto Benigni, Hanna Schygulla, Isabelle Huppert, Dante Ferretti, tra gli altri, si accumulano costruendo un racconto in profondità di un regista unico nello scrutare la contemporaneità.

Indirizzo: MAXXI, via Guido Reni 4A

Ingresso: 5,00 euro

Etichette:

Non perderti un evento a Roma!

Ricevi solo eventi utili grazie alla nostra Newsletter

Aggiungiti alla community!