Pubblicato in: Mostre

Mostre 2022 a Roma: da Tiziano a Jago, le mostre dell’estate

mostre-roma-2022-min
Ph Alberto Novelli © Galleria Borghese

L’estate è in pieno svolgimento e le mostre a Roma sono sempre più numerose! Il 2022 sarà ricchissimo di appuntamenti dedicati all’arte, tra contemporaneo e Rinascimento, fino all’arte antica e ai grandi nomi della storia italiana e internazionale. Scopriamo cosa andare a vedere in estate a Roma con il nostro #spiegonemostre!

Galleria Borghese

Tiziano. Dialoghi di Natura e di Amore (fino al 18 settembre 2022)

Galleria Borghese presenta Tiziano. Dialoghi di Natura e di Amore, a cura di Maria Giovanna Sarti, una mostra dossier nata in occasione del prestito di Ninfa e pastore, opera autografa realizzata dal Maestro veneto intorno al 1565, concessa dal Kunsthistorisches Museum di Vienna nell’ambito di un programma di scambio culturale tra le due istituzioni.

L’incontro tra l’opera di Vienna e i dipinti di Tiziano presenti alla Galleria ha creato l’occasione per mettere in connessione le opere intorno ad alcuni temi costanti nella produzione del pittore: la Natura, intesa come paesaggio ma anche luogo dell’agire umano; l’Amore nelle sue diverse forme, divino, naturale, matrimoniale; e il Tempo, che scandisce la vita dell’uomo, ne regola il ciclo e lo assimila all’armonia dell’Universo.

Centrale Montemartini

Colori dei Romani. Mosaici dalle Collezioni capitoline (fino al 15 gennaio 2023)

Mosaici dalle Collezioni capitoline, promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, che presenta al pubblico un’ampia selezione di mosaici, capolavori delle collezioni capitoline poco conosciuti al grande pubblico: un evento importante per raccontare, attraverso la trama colorata di queste opere, brani di storia della città di Roma, illustrando nel modo più completo i contesti originari di rinvenimento.

Palazzo Bonaparte

Jago. The exhibition (fino al 28 agosto 2022)

A Palazzo Bonaparte la genialità di Jago viene documentata per la prima volta in una mostra che riunisce una serie di opere realizzate fino ad oggi, dai sassi di fiume scolpiti (da Memoria di Sé a Excalibur), fino alle sculture monumentali di più recente realizzazione (come Figlio Velato e Pietà), passando per creazioni meno recenti ma più direttamente mediatiche quali il ritratto di Papa Benedetto XVI (Habemus Hominem).

Curata da Maria Teresa Benedetti, la mostra connota gli elementi chiave di un lavoro continuamente in fieri, capace di costante arricchimento. Palazzo Bonaparte si trasformerà inoltre in uno studio d’artista: durante i mesi di mostra Jago lavorerà alla sua prossima imponente scultura all’interno della sede espositiva. Saranno anche organizzate visite straordinarie alla mostra, guidate dallo stesso Jago.

Palazzo Barberini

Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo (fino al 25 settembre)

Prosegue fino al 25 settembre 2022 al Palazzo Barberini di Roma Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo, la mostra che racconta al pubblico questo processo creativo.

C’era una volta Walt Disney, un pioniere nell’arte dell’animazione. Il suo innovativo approccio creativo allo storytelling ha creato alcuni dei film più belli e famosi del Ventesimo Secolo, tra cui Biancaneve e i Sette NaniPinocchio e Fantasia. La mostra presenta preziose opere originali provenienti dagli Archivi Disney di questi immortali lungometraggi e di altri celebri film dei Walt Disney Animation Studios, tra cui Hercules, e La Sirenetta, fino al più recente film d’animazione Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle, creato da una nuova generazione di artisti e cineasti tuttora profondamente ispirati all’eredità di Walt Disney. 

Dal 1° agosto fino al 25 settembre l’esposizione sarà aperta dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 18. L’esposizione sarà visitabile lunedì 15 agosto grazie ad un’apertura straordinaria dalle ore 10 alle ore 18. 

Chiostro del Bramante di Roma

CRAZY. La follia nell’arte contemporanea (fino all’8 gennaio 2023)

21 artisti di rilievo internazionale, oltre 11 installazioni site-specific pensate e realizzate appositamente per CRAZY: per la prima volta le opere d’arte invadono non solo gli spazi interni ma anche gli spazi esterni del Chiostro del Bramante di Roma, perché la follia non può avere limiti.

Il Margutta Vegetarian food & art

Sebastião Salgado. Amazzonia (fino al 21 agosto 2022)

La mostra, in anteprima in Italia, con più di 200 opere ci immerge nell’universo della foresta mettendo insieme le impressionanti fotografie di Salgado con i suoni concreti della foresta. Il fruscio degli alberi, le grida degli animali, il canto degli uccelli o il fragore delle acque che scendono dalla cima delle montagne, raccolti in loco, compongono un paesaggio sonoro, creato da Jean-Michel Jarre.

La mostra mette in evidenza la fragilità di questo ecosistema, mostrando che nelle aree protette dove vivono le comunità indigene, guardiani ancestrali, la foresta non ha subito quasi alcun danno e ci invita a vedere, ascoltare e a riflettere sulla situazione ecologica e la relazione che gli uomini hanno oggi con essa.

Atelier Montez

Be**pArt – la mostra collettiva d’arte più grande di sempre (fino al 31 dicembre 2022)

Già esposte le prime 30mila opere inedite prodotte da 1000 artisti in smartworking durante la pandemia covid-19. E la collezione in mostra continuerà a crescere giorno per giorno, almeno finché non sarà decretata ufficialmente la fine della situazione di emergenza sanitaria, con l’obiettivo di segnare un nuovo record mondiale per “la mostra collettiva d’arte più grande di tutti i tempi” nell’anno 2022. Tutte le opere sono esposte in un unico spazio espositivo, quello dell’Atelier Montez, che in questi mesi si è trasformato in un vero e proprio polo internazionale per l’arte contemporanea.

Musei Capitolini

Visea (fino al 31 dicembre 2022)

A partire dal 15 dicembre 2021 il ciclo pittorico murale eseguito dal pittore Tommaso Laureti nella Sala dei Capitani del Palazzo dei Conservatori dei Musei Capitolini prende vita attraverso un’applicazione multimediale innovativa che permette di ripercorrerne l’intero processo esecutivo. Il progetto, nato nell’ambito del Bando POR/FESR 2014-2020 Regione Lazio “L’impresa fa cultura” 2019 e promosso da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è stato ideato dal team CBC Conservazione Beni Culturali Soc. Coop. – Nergal Consulting Srl – Xtrust Srl, in collaborazione con i Musei Capitolini selezionati quale “Luogo della Cultura”. Servizi museali Zètema Progetto Cultura.

Domiziano Imperatore. Odio e amore (fino al 29 gennaio 2023)

La mostra dedicata a Domiziano, l’ultimo imperatore della gens Flavia, amato e odiato in vita così come in morte, racconta la complessità e i contrasti di questa figura e del suo impero. In esposizione quasi 100 opere provenienti da alcuni dei più importanti musei internazionali ed italiani.

Palazzo Sforza-Cesarini

Pablo Echaurren. Ritmo Barocco (fino al 31 agosto 2022)

La mostra Ritmo barocco, progetto artistico di Pablo Echaurren, genio eclettico di fama mondiale, artista a tutto campo abituato ad esprimersi attraverso pittura, ceramica, illustrazione, fumetto, scrittura, musica e video e quest’anno artista ospite della 239esima edizione della Tradizionale Infiorata, evento-simbolo di Genzano di Roma.

Articolo scritto in collaborazione con Viktoriya Kuzmenko

Etichette: