Pubblicato in: Evergreen

Come richiedere o rinnovare il passaporto a Roma

come_fare_il_passaporto_a_Roma-min
Foto: Pixabay

Avete in programma un viaggio e vi occorre il passaporto, ma vi siete accorti che è scaduto?

Niente paura! Ecco come fare il passaporto a Roma. Che si tratti di farlo per la prima volta o di rinnovarlo, ecco tutto quello che vi serve sapere. .

Cominciamo con il dire che il passaporto è valido ogni 10 anni ed è un documento imprescindibile qualora dobbiate viaggiare al di fuori dell’Unione europea. Mentre, se viaggiate in UE, è sufficiente che siate in possesso di un documento di identità valido.

Un consiglio: prima di partire è bene visitare il sito del Ministero degli Affari Esteri e selezionare il paese di destinazione. La ragione? Anche se al momento della partenza il vostro passaporto non è scaduto, potreste comunque avere bisogno di rinnovarlo. Questo perché in alcuni Stati è richiesta una validità residua anche di diversi mesi (di solito 6).

Il passaporto che attualmente viene rilasciato in Italia è quello elettronico. Questo, emesso a partire dal 26 ottobre 2006, è dotato di un microchip che registra i dati relativi al titolare del documento.

Il passaporto elettronico consta di un libretto cartaceo di 48 pagine con microchip inserito nella copertina. La firma del titolare è digitalizzata e si trova sulla seconda pagina.

Dove richiedere il passaporto a Roma?

Il passaporto può essere ottenuto da tutti i cittadini italiani, residenti in Italia o all’estero. È possibile richiederlo recandosi in questura, se si è in Italia, mentre all’estero occorre andare in consolato.

La domanda per il rilascio va presentata in uno dei seguenti uffici, tutti relativi al luogo di residenza, dimora o domicilio del richiedente:

  • Questura
  • Ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza
  • Stazione dei Carabinieri
  • Ambasciata o consolato, se risiedete all’estero

Per evitare code, è utile fare richiesta del passaporto online. È sufficiente andare sul sito della Polizia di Stato nella sezione dedicata al servizio. Qui è possibile prenotare la data, l’ora e il luogo per consegnare la domanda per ottenere il passaporto, evitando di fare la fila.

Cos’è il passaporto a domicilio?

Dal 27 ottobre 2014, grazie a una convenzione con le Poste Italiane, è possibile ricevere il passaporto a domicilio al costo di 8,20 euro.

Come richiedere il passaporto a Roma?

Per richiedere il passaporto servono:

  • Modulo stampato della richiesta passaporto;
  • Documento di riconoscimento valido;
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti;
  • La ricevuta del pagamento via conto corrente postale di 42,50 euro
  • Una marca da bollo da 73,50 euro (acquistabile dal tabaccaio)

Il versamento va effettuato mediante bollettino di c.c. n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale “Importo per il rilascio del passaporto elettronico”;

Consegna del passaporto

Una volta presentata tutta la documentazione, i tempi di attesa per ricevere il passaporto sono variabili in base al numero di richieste da evadere.

Il passaporto per i minori

Tutti i minori devono essere dotati di un passaporto individuale e ce ne sono di due tipi.

  • Il primo, da 0 a 3 anni, è valido per 3 anni
  • Il secondo, da 3 a 18 anni, è valido per 5 anni

Le procedure per richiedere entrambi i passaporti sono molto simili a quelle per i maggiorenni. Tutte le informazioni nel dettaglio sono reperibili a questa pagina.

Come rinnovare il passaporto

Ogni volta che un passaporto scade, ne viene emesso uno nuovo che sostituisce il precedente. Pertanto, le procedure per il rinnovo sono esattamente identiche a quelle per il rilascio, con la sola differenza che potrebbe esservi chiesto di consegnare il vecchio passaporto al momento della domanda.

Furto, smarrimento o deterioramento del passaporto

Stesso discorso nei tre casi in questione. Anche in tali circostanze, il procedimento non cambia, ma occorre presentare la relativa denuncia. Se invece si vuole richiedere un nuovo passaporto perché quello vecchio è deteriorato, si dovrà tassativamente riconsegnare il documento precedente perché venga annullato.