Pubblicato in: Partner

I migliori film ambientati a Roma

News Partner 7 mesi fa
eventi weekend Roma
Foto da Pixabay

Ci sono certi film resi indimenticabili non soltanto dalle storie raccontate, ma anche dalle loro scenografie, dai costumi e dalle musiche. In particolar modo, gli elementi distintivi di un luogo vengono esaltati dallo sguardo della macchina da presa, la quale si sofferma abilmente sulle bellezze paesaggistiche presenti nei mondi narrati e suggestivamente tangibili. Bisogna sapere che si può guardare un film in cui le cui scenografie sono digitali, e altri dove sono invece reali e appartenenti a specifiche località nel mondo. Ciò implica una maggiore iconicità del prodotto, che può essere ancora più memorabile a seconda della città dove è ambientato.

I film più amati vengono addirittura declinati sotto forma di tatuaggi, incisi sulla pelle degli appassionati o di quegli individui legati sentimentalmente a un titolo. Per fortuna è possibile soddisfare la propria curiosità in merito grazie all’articolo sui tattoo legato ai film, pubblicato prontamente dal sito di roulette di Betway. Una delle città maggiormente scelte come location dei film non solo italiani, ma anche e soprattutto hollywoodiani, è Roma, la Città Eterna. La capitale d’Italia è stata selezionata dai registi e dai produttori di tutto il mondo per il suo fascino, per i monumenti e l’arte, per la bellezza delle sue strade e così via. Ma quali sono i migliori film ambientati a Roma? Di seguito l’elenco.

La Dolce Vita (1960)

Chi ha saputo cogliere perfettamente l’immortale spirito di Roma, è senz’altro il regista emiliano Federico Fellini. Il suo film La Dolce Vita è un’icona del nostro cinema agli occhi non solo degli italiani, ma di tutto il mondo. Le avventure vissute da Marcello, tra le strade della Città Eterna di notte, contengono temi vari che vanno dall’essere celebrità fino all’alienazione.

Vacanze Romane (1953)

Uno dei film hollywoodiani più memorabili agli occhi del mondo intero, è Vacanze Romane, di William Wyler e con il duo formato da Audrey Hepburn e Gregory Peck. La principessa protagonista ci tiene ad aggirare i suoi noiosi compiti reali per poter esplorare Roma, e incontra casualmente un uomo. Gradualmente si assiste all’innamoramento, e sullo sfondo le immagini della capitale scorrono con entusiasmante vitalità, così come è contagiosa la gioia della principessa.

La Grande Bellezza (2013)

La Grande Bellezza è uno dei film più chiacchierati degli ultimi anni, anche grazie all’Oscar vinto da Paolo Sorrentino nel 2014. Jep Gambardella è un protagonista assoluto, che muove i suoi passi tra l’autocommiserazione e la riflessione, evidenziando il fascino e le contraddizioni della borghesia contemporanea romana. Le inquadrature riescono a restituire perfettamente la bellezza presente a Roma, e la città assume un vero e proprio ruolo.

Roma (1972)

Altro grande film firmato da Federico Fellini è Roma, titolo ineccepibile per quello che è un autentico viaggio all’insegna della storia e della cultura della capitale. La visione della città risulta filtrata dalla percezione surreale del regista, e la realtà si mescola divinamente con la fantasia.

Angeli e Demoni (2009)

Thriller basato sull’omonimo romanzo di Dan Brown, Angeli e Demoni è ambientato a Roma e sfrutta i suoi monumenti per trasmettere un maggior senso di tensione, incrementando il livello del mistero. Inoltre, la liturgia di alcuni luoghi è un contenuto fondamentale per il simbolista Robert Langdon, il quale vuole prevenire a tutti i costi il disastro ormai prossimo.

Il Gladiatore (2000)

Il Gladiatore è un dramma storico che ricostruisce l’antica Roma, e vengono narrate le gesta eroiche e ribelli del generale Massimo Decimo Meridio. Le scene di combattimento all’interno del Colosseo aumentano l’epicità e i livelli di pathos, celebrando al meglio la vendetta conseguita dal protagonista.

Il Marchese del Grillo (1981)

Un Alberto Sordi incontenibile in Il Marchese del Grillo, film simbolo di Roma. Ci sono scene iconiche per merito del Marchese protagonista, personaggio umoristico e talvolta irriverente, come d’altronde lo erano e lo sono i romani in certe occasioni. Si tratta di una delle commedie più famose di sempre in Italia.