Pubblicato in: Evergreen

Come dei veri capitani, noleggiando una barca per una gita a Ponza

News PartnerNews Partner 3 settimane fa
Ponza-min

L’Italia è un paese meraviglioso, su questo siamo tutti d’accordo e difficilmente ci si potrebbe dare torto. La nostra penisola, però, è talmente ricca di borghi, scorci, paesaggi e meraviglie che a volte si rischia di perdersi qualche fantastica località, perché si privilegiano le (indiscutibilmente splendide, intendiamoci), destinazioni più conosciute. Per esempio,  a volte basta semplicemente cambiare prospettiva e la (ri)scoperta di una destinazione vicina a casa si puo’ trasformare in una nuova avventura. 

L’arcipelago della Isole Ponziane (o Pontine) è proprio uno di quei luoghi che sentiamo nominare da anni, ma che ultimamente tanti italiani stanno cercando di riscoprire con un occhio differente. Ad esempio, si potrebbe pensare al noleggio barche a Ponza per poter ammirare i paesaggi di questo arcipelago meraviglioso in modo insolito ed esclusivo.


Raggiungere Ponza a bordo di una barca a noleggio

Indubbiamente, arrivare su una delle isole dell’Arcipelago Ponziano con una imbarcazione privata è un modo non solo più “avventuroso” ma anche molto più emozionante. Anche se la soluzione lascia sempre un po’ di diffidenza, in realtà è un’impresa decisamente più semplice e alla portata di tutte le tasche di quanto potremmo credere. Il noleggio di barche a motore, infatti, è ormai una modalità di turismo decisamente low-cost e semplice da adottare anche da parte di chi non ha particolare dimestichezza con la navigazione.

La comodità, prima di tutto. Si, perché qualunque sia il piano della vacanza, a bordo si puo’ approfittare di ampi spazi, libertà di scelta e di movimento, e soprattutto privacy e lontananza dalle folle. Inoltre, la sicurezza è garantita per grandi e piccini!

Un percorso semplice per iniziare. Ponza e le altre isole sono raggiungibili da diversi punti, noleggiando un’imbarcazione dal Lido di Ostia, da Anzio o da Nettuno. Se invece avete deciso di fare una gita fuori porta in Campania, sappiate che la stessa cosa è fattibile (per quanto più lunga, come traversata) anche da Napoli e Ischia. Si possono scegliere svariati tipi di barche, a seconda delle esigenze, del numero di passeggeri e ovviamente del budget a disposizione.

Accessibilità a tutti i viaggiatori. Ben detto, in quanto non c’è bisogno di possedere una licenza nautica, perché molte imbarcazioni sono provviste di capitano. Ciò non toglie, evidentemente, che se invece una patente nautica la possedete, potrete affittare una barca senza skipper o equipaggio (e va da sé che i costi saranno lievemente inferiori). Se volete un consiglio, evitate i periodi di massima frequentazione turistica (le settimane a cavallo di ferragosto, il mese di luglio): scegliendo altri periodi dell’estate potrete non solo risparmiare di più, ma godere di un’offerta ancora più ampia.

Scoprire un’isola con una barca privata: un’emozione indescrivibile

Insomma, che si parli dell’Arcipelago Pontino o di un’altra isola della nostra meravigliosa Italia, ma anche solo di una gita in mare aperto per ammirare la costa dal mare e non dalla terra, questa estate c’è la possibilità di organizzare le ferie in modo alternativo, e magari di provare un’esperienza completamente nuova, condividendola con la famiglia o con gli amici.

Una volta a bordo, avrete la possibilità di vivere un’esperienza unica, condotti da un equipaggio (o solo da un capitano) di veri professionisti, che vi permetteranno di scoprire cale nascoste, sostare in mezzo al mare ed avvicinarvi a destinazione in maniera rilassata e originale, regalandovi una emozione esclusiva e indimenticabile.