Pubblicato in: Evergreen

Raccolta differenziata a Roma: cosa c’è da sapere

raccolta differenziata a roma
foto di Fildil fonte: Flickr

La raccolta differenziata a Roma è attiva già da alcuni anni e risponde a regole ben precise. Questa è sia porta a porta che stradale, con la separazione di scarti alimentari e rifiuti organici, rifiuti non riciclabili, contenitori di vetro, plastica, metallo, carta, cartone e cartoncino.

Per garantire un corretto riciclo, i rifiuti vanno separati e buttati seguendo i suggerimenti indicati per ciascun materiale e secondo le modalità e i calendari di ciascun quartiere.

Ovviamente, una corretta separazione dei rifiuti deve iniziare necessariamente all’interno delle pareti domestiche. Per questo motivo AMA Roma fornisce a tutti gli utenti un kit di avvio del servizio, specifico per ogni tipo di raccolta porta a porta e per la raccolta con i cassonetti stradali.

Quindi, occorre separare i rifiuti come segue:

  • Scarti alimentari e organici
  • Contenitori in vetro
  • Contenitori in plastica e metallo
  • Carta e cartoncino
  • Per i rifiuti non riciclabili, usare gli abituali sacchi per la spazzatura

Dopo averli separati in casa, i materiali vanno inseriti  nei 4 cassonetti stradali e i contenitori in vetro nelle campane verdi.

In questo opuscolo informativo, l’AMA fornisce tutte le informazioni utili per fare la raccolta differenziata a Roma al meglio

Sanzioni

La raccolta differenziata è regolamentata dalla normativa comunitaria, nazionale e comunale. Questa prevede sanzioni fino a 500 euro per chi non utilizza gli appositi contenitori, abbandona i rifiuti sul suolo pubblico o su spazi privati visibili o danneggia il decoro urbano.

Nello specifico, in base alle ordinanze sono stati rideterminati i pagamenti in misura per la violazione del Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti urbani: Artt. 12, 20, 34, 41, 49:

  • Multa da 50 euro per chi abbandona i rifiuti non ingombranti anche in prossimità dei contenitori o dei luoghi indicati dal soggetto gestore per il conferimento.
  • Multa da 250 euro per chi conferisce nei contenitori stradali i rifiuti ingombranti, ivi compresi tutti i beni durevoli, o abbandonarli iin prossimità degli stessi, ovvero dei luoghi indicati dal soggetto gestore per il conferimento delle frazioni di rifiuto.
  • Multa da 500 euro per chi non conferisce i rifiuti ingombranti provenienti da utenze domestiche, ai centri di raccolta o all’AIA (Aree Intermedie Attrezzate).
  • Multa da 250 euro per chi sporca il suolo pubblico o di uso pubblico con escrementi di animali e cani. I proprietari sono tenuti a munirsi di appositi involucri o sacchetti, buste di plastica richiudibili e comunque impermeabili ai liquidi, per permettere la raccolta delle deiezioni canine.
  • Multa da 500 euro per chi sporca le pubbliche vie in modo tale da alterare le caratteristiche della superficie stradale, sia pure temporaneamente ed in modo non irreversibile.
  • Multa da 500 euro per i gestori degli esercizi pubblici (anche di natura stagionale) che non tengono costantemente pulite durante tutta l’attività e dopo l’orario di chiusura, le aree pubbliche o di uso pubblico che sono occupate dall’esercizio pubblico, o date in concessione, o concessi in uso temporaneo.
  • Multa da 500 euro per tutti i produttori o detentori di rifiuti speciali pericolosi, non assimilati a quelli urbani, che non provvedono a proprie spese, allo smaltimento dei predetti rifiuti, nei modi previsti dalle disposizioni regolamentari e di legge.

La raccolta differenziata porta a porta a Roma

Con la nuova raccolta differenziata è possibile separare 5 tipologie di rifiuto:

  • Scarti alimentari e organici
  • Contenitori in vetro
  • Contenitori in plastica e metallo
  • Carta e cartoncino
  • Rifiuti non riciclabili

Negli edifici con più di 7 appartamenti, le utenze ricevono il materiale informativo su come buttare i rifiuti e il calendario di raccolta con i giorni e gli orari.

Inoltre, viene consegnata una bio-pattumiera per gli scarti alimentari e organici con una fornitura dei relativi sacchetti compostabili.

Ama fornisce i sacchetti compostabili esclusivamente nella fase d’avvio del servizio di raccolta degli scarti alimentari. Poi gli utenti potranno utilizzare le buste in materiale biodegradabile e compostabile o i sacchetti di carta.

Per i rifiuti non riciclabili (indifferenziato) si possono continuare a usare i classici sacchi pr la spazzatura.

Come esporre i rifiuti per la raccolta differenziata porta a porta

Le utenze che risiedono in edifici con più di 7 appartamenti gettano i rifiuti domestici nei bidoni condominiali assegnati, da esporre su strada nei giorni e negli orari stabiliti in base al calendario di raccolta.

Dopo l’esposizione, i bidoncini dovranno essere custoditi all’interno della pertinenza condominiale. Si ricorda che la pulizia, la custodia e l’esposizione dei contenitori condominiali, in comodato d’uso gratuito, sarà a cura del condominio o di un suo incaricato.

Il personale Ama non entra nell’area condominiale. Il vetro va sempre e comunque gettato nelle campane di colore verde, direttamente su strada.

Nelle villette e negli edifici con un massimo di 7 appartamenti, le utenze ricevono:

  • il materiale informativo su come buttare i rifiuti e il calendario di raccolta con i giorni e gli orari
  • una bio-pattumiera per gli scarti alimentari ed organici con relativi sacchetti compostabili per gettare i rifiuti organici
  • un bidoncino per la raccolta degli scarti alimentari e organici da esporre con maniglia chiusa
  • una fornitura di sacchi per i contenitori in plastica e metallo
  • un bidoncino da esporre per la raccolta di carta e cartoncino
  • un bidone da esporre per la raccolta dei materiali non riciclabili

Nei giorni e negli orari stabiliti in base al calendario di raccolta, le singole utenze dovranno esporre:

  • Bidoncino con maniglia antirandagismo chiusa
  • Bidone dei rifiuti non riciclabili
  • Bidoncino della carta
  • Sacchi trasparenti per i contenitori in plastica e metallo

Raccolta dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici

Ama prevede anche un servizio per la raccolta di materiali che non devono essere inseriti nei cassonetti stradali dell’indifferenziata, ma avviati separatamente al recupero.

Per rifiuti ingombranti si intendono:

porte, armadi, cucine, materassi, divani, letti, reti, mobili,arredi, sedie, tavoli, ecc.

Per rifiuti elettrici, elettronici, RAEE si intendono:

televisori, computer, stampanti, lampade, neon, elettrodomestici grandi e piccoli, ecc.

Rifiuti speciali:

inerti e calcinacci, batterie al piombo (per auto, moto, camion), contenitori con residui di vernici e solventi, oli vegetali esausti (per uso alimentare), consumabili da stampa, farmaci scaduti, ecc.

Attenzione però: AMA non accetta materiali contenenti amianto, che vanno smaltiti separatamente.

Inoltre, i rifiuti non vanno consegnati umidi o bagnati, con muffa, infestati da parassiti. I RAEE vanno consegnati integri.

Come funziona la raccolta dei rifiuti ingombranti a domicilio

Si chiama Riciclacasa e Lavoro il servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici, come elettrodomestici, divani, mobili e altre tipologie di rifiuti.

Ci sono due servizi: uno gratuito e uno a pagamento.

Quello gratuito riguarda le utenze domestiche fino a 2 mc di materiale, 12 volte l’anno, a piano strada. È richiesto il codice utente Ta. Ri.

Il servizio a pagamento riguarda le utenze non domestiche (negozi, uffici, ecc.), per ritiri al piano abitazione, box e cantine e per materiali oltre i 2 metri cubi.

Centri di raccolta

I Centri di Raccolta Ama sono strutture gratuite attrezzate per la raccolta e l’avvio al recupero di rifiuti che non vanno mai gettati nei cassonetti.

Nei centri di raccolta si possono consegnare:

  • Rifiuti ingombranti
  • Apparecchiature elettriche ed e elettroniche e RAEE
  • Grandi e piccoli elettrodomestici
  • Rifiuti speciali

L’ingresso nei centri di raccolta è consentito ai soli utenti privati, alla guida di veicoli di peso inferiore ai 35 quintali che non consegnano rifiuti per conto terzi.

Tuttavia, non tutti i Centri di Raccolta possono accogliere ogni tipologia di materiale.

Per sapere cosa consegnare è possibile consultare questo link 

Raccolte domenicali ingombranti

Ama organizza l’iniziativa “Il tuo quartiere non è una discarica” per incentivare la raccolta differenziata gratuita dei materiali ingombranti, elettrici, elettronici.

Per tutti gli appuntamenti è possibile consultare, rispettivamente:

Calendario delle raccolte domenicali nei municipi pari

Calendario delle raccolte domenicali nei municipi dispari

Offerta Libraccio 2018

Non perderti un evento a Roma!

Ricevi solo eventi utili grazie alla nostra Newsletter

Aggiungiti alla community!