Pubblicato in: Festival Food

Città della Pizza 2019 Roma: i migliori pizzaioli d’Italia e le loro pizze

Donatella ErreDonatella Erre 2 settimane fa
città della pizza 2019

Oltre 100 golosissime pizze realizzate dai migliori pizzaioli d’Italia durante i tre giorni de La Città della Pizza che animerà Roma dal 12 al 14 aprile 2019.

Per la terza edizione della manifestazione, che si svolgerà nella nuova location appena ristrutturata Ragusa Off, in via Tuscolana 179, si alterneranno i migliori pizzaioli d’Italia. Questi saranno i  rappresentanti delle diverse scuole dal Nord al Sud dello Stivale e selezionati dal team di autori composto da Emiliano De Venuti, ideatore de La Città della Pizza e CEO di Vinòforum, dai giornalisti Luciano Pignataro, Luciana Squadrilli, Tania Mauri e dal maestro pizzaiolo Stefano Callegari.

In prima fila ci saranno le cosiddette “case”, le 12 pizzerie suddivise nelle categorie “Napoletana”, “All’italiana”, “A degustazione”, “Romana”, “Al taglio”, “Fritta” e “Senza Glutine”. Verranno proposte dei menu composti da tre diversi tipi di pizza: margherita o marinara, un cavallo di battaglia e una special edition creata appositamente per l’evento, per un totale quindi di oltre 100 pizze differenti realizzate da 34 maestri pizzaioli. Alle case della pizza si aggiungerà una postazione speciale dedicata ai “Fritti all’italiana”, che vedrà un interprete diverso per ogni giornata.

Ma non solo durante i tre giorni saranno numerosissimi gli incontri e workshop per addetti ai lavori e appassionati del settore e i focus che ruotano attorno alla pizza come le materie prime e a tutti gli ingredienti d’eccellenza che si trovano sui menù delle diverse pizzerie d’Italia, dal Prosciutto di San Daniele Dop, rappresentato dal Consorzio, alle conserve di Casa Marrazzo, passando per i Tartufi, il Caviale, le Alici, il Tonno e la Mortadella di Bologna Igp.

Infine si scopriranno i “Maestri in Cucina”: pranzi e cene a quattro mani, organizzati con Ferrarelle e disponibili solo su prenotazione, che vedono la partecipazione straordinaria di maestri pizzaioli e grandi chef, stellati e non. Un’esperienza unica, resa ancora più esclusiva dagli abbinamenti con lo Champagne Rosé firmato Ruinart, la più antica Maison de Champagne.

città-della-pizza-2019-roma

La Città della Pizza 2019: i pizzaioli presenti

Ecco tutti i protagonisti, impegnati nelle “case”, de La Città della Pizza 2019:

  • Ciro Salvo, 50 Kalò, categoria “Napoletana” // Napoli
  • Pier Daniele Seu, Seu Pizza Illuminati, categoria “All’Italiana” // Roma
  • Giuseppe Pignalosa, Le Parule, categoria “Napoletana” // Ercolano (NA)
  • Davide Fiorentini, ‘O Fiore Mio, categoria “A degustazione” // Faenza (RA)
  • Rosario Ferraro, L’Antica Pizzeria da Michele, categoria “Napoletana” // Napoli
  • Carlo Sammarco, Carlo Sammarco Pizzeria 2.0, categoria “Napoletana” // Aversa (CE)
  • Filomena Palmieri, Pizzeria Da Filomena, categoria “Al Taglio” // Castrovillari (CS)
  • Mirko Rizzo e Jacopo Mercuro, 180g Pizzeria Romana, categoria “Romana” // Roma
  • Ciccio Vitiello, Casa Vitiello, categoria “Napoletana” // Tuoro (CE)
  • Giancarlo Casa, La Gatta Mangiona, categoria “All’Italiana” // Roma
  • Carmine Donzetti, Pizza & Fritti, categoria “Fritta” // Casandrino (NA)
  • Francesco Arnesano, Lievito, categoria “Al Taglio” // Roma
  • Lello Ravagnan, Grigoris, categoria “All’Italiana” // Mestre (VE)
  • Fabio e Michele Tramontano, Al ritrovo degli amici, categoria “Fritta” // Maddaloni (CE)
  • Tommaso Vatti, La Pergola, categoria “A degustazione” // Radicondoli (SI)
  • Marco Rufini, Casale Rufini, categoria “All’Italiana” // Gallicano nel Lazio (RM)
  • Vincenzo Esposito, Carmnella, categoria “Napoletana” // Napoli
  • Denis Lovatel, Da Ezio, categoria “A degustazione” // Alano di Piave (BL)
  • Sami El Sabawy, La Pianetta, categoria “Romana” // Fiumicino (RM)
  • Giuseppe Maglione, Daniele Gourmet, categoria “All’Italiana” // Avellino
  • Angelo Greco e Giuseppe Furfaro, Trianon, categoria “Napoletana” // Napoli
  • Alessandro Coppari, Mezzo Metro, categoria “All’Italiana” // Senigallia (AN)
  • Ivano Veccia, Qvinto, categoria “Napoletana” // Roma
  • Angelo Tantucci, Capriccio, categoria “All’Italiana” // Monsano (AN)
  • Errico Porzio, Pizzeria Porzio, categoria “Napoletana” // Napoli
  • Matteo Aloe, Berberè, categoria “All’Italiana” // Bologna
  • Valentino Tafuri, 3 Voglie, categoria “All’Italiana” // Battipaglia (SA)
  • Roberto Orrù, Sa Scolla, categoria “All’italiana” // Baradili (OR)
  • Salvatore Santucci, Ammaccàmm, categoria “Napoletana” // Pozzuoli (NA)
  • Mario Panatta e Sara Longo, Pizza Chef, categoria “Al taglio” // Roma
  • Isabella De Cham, Isabella De Cham Pizza Fritta, categoria “Fritta” // Napoli
  • Angelo Pezzella, Angelo Pezzella Pizzeria Con Cucina, categoria “Napoletana” // Roma
  • Diego Vitagliano e Sara Palmieri, 10 Diego Vitagliano, “Senza glutine” // Napoli
  • Alessio Mattaccini, Spiazzo, “Fritti all’Italiana” // Roma
  • Francesco Di Ceglie, Il Monfortino, “Napoletana” // Caserta
  • Marco e Antonio Pellone – Ciro Pellone Pizzeria, “Fritti all’Italiana” // Napoli
  • Martino Bellincampi, Pastella, “Fritti all’Italiana” // Roma

città-della-pizza

La Città della Pizza 2019: i workshop

Tantissimi saranno i workshop organizzati durante i tre giorni dell’evento, alcuni solo per gli addetti ai lavori e altri aperti a tutti, anche ai più piccoli! Ecco allora un breve riassunto degli appuntamenti previsti.

Partendo dai workshop (riservati agli addetti ai lavori):

  • Venerdì 12, alle ore 17.00: apertura in grande stile, con la partecipazione straordinaria del maestro pizzaiolo Franco Pepe (Pepe in Grani), per “Pizza full experience”. Alle ore 19.00 si prosegue parlando di “Pizza e cocktail”.
  • Sabato 13, alle ore 11.30: il buongiorno è “scrocchiarello” con “Pizza romana: alle origini di uno stile”.  Alle ore 17.15: si cercherà di dare una risposta all’interessante quesito “Cosa significa pizza di territorio?”. Alle ore 18.30 ecco dunque “La pasticceria in pizzeria”.
  • Domenica 14 aprile, si apre alle ore 12.00 con “L’ondata veneta continua?”.Chiusura, alle ore 17.00, affidata a “La pizza vegetariana”.

Tutti gli appassionati invece potranno carpire i segreti dei migliori maestri pizzaioli d’Italia e mettere le mani in pasta insieme a loro.

  • Si parte venerdì 12 aprile, alle ore 19.00, con “Pizza in teglia” e a salire in cattedra sarà proprio il re della pizza al taglio, Gabriele Bonci;
  • Sabato 13, alle ore 13.30, al via l’utilissimo corso “La Pizza di Casa”, durante il quale Marzia Buzzanca (Percorsi di Gusto), spiegherà come fare ad ottenere una pizza gustosa e perfetta anche nel forno di casa.
    Alle ore 16.15, con Davide Fiorentini (O’ Fiore Mio), si va a scuola di “Topping”. Alla ricerca dei condimenti, semplici o più ricercati, in grado di rendere speciale ogni pizza. L’eccellenza del Made in Italy sarà protagonista del laboratorio con il Prosciutto di San Daniele Dop.
    Alle ore 19.00 i fun della “versione croccante” potranno prendere appunti durante il lab “Impasto per la pizza romana” a dirigere i lavori i romani veraci Jacopo Mercuro e Mirko Rizzo (180g Pizzeria Romana);
  • E, a proposito di “Impasti”, l’appuntamento imperdibile, domenica 14 aprile, alle ore 12.00, è con Francesco Martucci (I Masanielli), caposcuola della nouvelle vague casertana.
    Alle ore 13.30, si riparte da “Il Pane”, sorta di primo amore per molti pizzaioli, proprio come per Renato Bosco (Saporè).
    Alle 15.00 riflettori puntanti su “Il pomodoro”, ingrediente principe della pizza. A indicare la via per il migliore utilizzo possibile sarà Roberta Esposito (La Contrada).
    Alle ore 16.30 Pasqualino Rossi (Elite) guida i presenti nel mondo de “La pizza nel ruoto”, altro fenomeno in fermento. A fare da sparring partner i formaggi selezionati dall’Onaf.
    Si chiude, alle ore 18.00, ancora con i “Topping” e il grande maestro dei condimenti Edoardo Papa (In Fucina), che condurrà i più appassionati in un percorso di aromi e sapori, scegliendo tra materie prime d’eccellenza, tra le quali non mancherà il Prosciutto di San Daniele Dop.

La Città della Pizza 2019 per bambini

E se gli adulti saranno impegnati nelle “lezioni di pizza”, i più piccoli non resteranno certo a guardare. Pensati per loro sono infatti i divertenti ed educativi “Kids Lab” dedicati appunto ai bambini dai 4 ai 12 anni: il programma è consultabile a questo link.

La città della Pizza 2019: orari, location e saltafila

Dal 12 al 14 aprile in Piazza Ragusa

Ingresso gratuito

Orari:

  • 12 aprile dalle 18 alle 24
  • 13 aprile dalle 11 alle 24
  • 14 aprile dalle 11 alle 22

Costi

Le pizze e i fritti costano dai 3 ai 10 euro (tutte le pizze – tranne quelle al taglio – vengono vendute intere). Per le pizze, i fritti e le bevande puoi acquistare i gettoni. 1 gettone = 1 euro

Saltafila

Se vuoi essere uno dei primi ad entrare a La Città della Pizza è possibile acquistare subito i gettoni per le pizze! 20 euro = 20 gettoni

Per scoprire tutti gli eventi gastronomici a Roma non perdere il nostro #spiegonefood