Pubblicato in: Festival Libri

Libertà è la parola d’ordine di Libri come 2019, la Festa del libro e della lettura di Roma

Alessio Cappuccio 2 settimane fa
libri come 2019

Decimo anniversario per la manifestazione letteraria Libri Come, la Festa del libro e della lettura che si svolge quest’anno dal 14 al 17 marzo negli spazi dell’Auditorium Spazio della Musica,  proponendo un tema e una forma particolari. Il format prevede come sempre l’incontro con grandi scrittori e giovani e meritevoli di attenzione e con il mondo della lettura, in tutte le sue declinazioni, ma proposto in una maniera particolare a partire dalla parola che sta alla base di questa edizione: Libertà.

L’iniziativa come sempre si propone di far conoscere fenomeni letterari nuovi, permette di passeggiare tra presentazioni e dibattiti diversi, ma anche di confrontarsi con altri lettori, in una verifica di come la narrativa, la saggistica, le varie forme di editoria siano in grado di parlare al proprio tempo.

Il festival dunque propone il tema della Libertà come oggetto di Lezioni, Colloqui e Interviste, Dialoghi, Spettacoli, Presentazioni, Mostre, Reading, Incontri per le scuole, ossia le diverse forme che in nome della ricchezza e della pluralità della lettura da sempre contrassegnano Libri Come. Cosa significa oggi libertà, si chiedono i curatori, tra i confini solidi degli stati e quelli fluidi della rete? Libertà di ricerca e libertà di insegnamento sono sotto pressione: nella sua stanza, davanti alla pagina bianca, come si comporta l’intellettuale, chi tesse storie e racconta idee?

Libri come 2019: gli autori gli eventi speciali

Nel programma sono presenti molti autori europei provenienti da quell’Europa dove il concetto di libertà, nelle sue diverse accezioni, viene oggi messo in discussione. Tra i nomi di spicco di questa edizione si segnalano i protagonisti del romanzo e del pensiero europeo: dalla Spagna Javier Cercas, Clara Usón, e Manuel Vilas; per la Francia Adelaide Bon, Adeline Dieudonné e Bernard Guetta, per il Regno Unito Anthony Cartwright, Amanda Craig e l’anglocanadese Rachel Cusk, per la Polonia Olga Tokarczuk, per l’Ungheria Agnes Heller, per la Russia Zoja Svetova, per la Germania Uwe Timm, per la Slovenia Slavoj Zizek e infine per l’Olanda Kader Abdolah e Arnon Grunberg. Insieme a loro, due grandi autori della letteratura Usa, Peter Cameron e Andre Dubus III, e infine lo scrittore haitiano naturalizzato canadese Dany Laferriére.

Inoltre il tema verrà declinato in maniera differente da ciascuno degli autori chiamati a tenere una lezione di Libertà. Sarà possibile vedere cosa significa la libertà nello spazio per Samantha Cristoforetti; a quale libertà conduce l’arte con Tomaso Montanari; cosa significa la libertà applicata alla memoria con Michela Marzano, di quella dell’antichità per i greci con Matteo Nucci; la libertà e l’amore con Massimo Recalcati, della libertà offerta dalla natura con Stefano Mancuso, quella del linguaggio con Giuseppe Antonelli, la libertà a scuola e secondo i bambini secondo Franco Lorenzoni. Leonardo Colombati ci condurrà in viaggio nella libertà musicale di Bruce Springsteen e Sandro Veronesi affronterà quella dei corpi, dell’impegno politico.

Inoltre i 10 anni di Libri come verranno festeggiati venerdì 15 marzo con un concerto di Franco Piersanti autore delle musiche del film Tv Il Commissario Montalbano che verranno eseguite dall’Orchestra Roma Sinfonietta. Nella serata finale del 17 marzo, poi, l’evento di chiusura, Libertà va cercando, prevederà proiezioni, riflessioni e musica dal vivo della PropagandaOrkestra, ma soprattutto la partecipazione di Roberto Burioni, Francesca Mannocchi, Riccardo Noury e Antonio Rezza.

Libri come 2019: programma e biglietti

Per il programma completo, davvero vasta e pieno di eventi, si consiglia di consultare il sito ufficiale

Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento posti eccetto ove indicato (biglietti a 3 euro, fatta eccezione per il concerto di Franco Piersanti, a 17 euro).

Il biglietto per l’evento Propaganda Live è valido per l’ingresso, con fila prioritaria, entro e non oltre 10 minuti dall’orario di inizio dell’evento. Trascorso tale termine il biglietto perde la sua validità, e priorità in ingresso viene data a chi sia eventualmente in fila d’attesa.

Per tutti gli eventi in corso nel weekend non perdete il nostro #spiegoneweekend