Pubblicato in: Mostre

Artificialis, mostra a Palazzo Capizzucchi tra natura e artificiale

Luigi Maffei 2 mesi fa
artificialis

Parte Artificialis, mostra collettiva in programma dal 7 al 24 maggio presso lo Spazio Espanso di Palazzo Capizzucchi a Roma.

Un’esperienza sensoriale curata e prodotta da EPVS, Bankeri, Veronica Montanino, Innocenzo Odescalchi e Silvia Scaringella, che danno nuova vita all’ex biblioteca dello storico palazzo romano trasformandolo in una Wunderkammern.

Verità e finzione, natura e artificiale sono gli ingredienti che rendono Artificialis una mostra che non lascerà indifferenti. Un corto circuito tra i due elementi, in uno spazio popolato da animali fantastici in dialogo tra loro. Il tema dell'”artificiale”, dunque, sarà al centro della mostra, ben calato nell’epoca della post riproducibilità tecnica.

I cinque artisti hanno realizzato due opere ciascuno appositamente per Artificialis. EPVS esporrà Jungle e Flower, Bankeri It makes me wonder e Bones Flowers, Veronica Montanino, invece, sarà presente con i lavori N.C. non classificati e Mappe Mondi, Silvia Scaringella con Metamorfosi dell’umano mentre Innocenzo Odescalchi, infine, esporrà la sua opera Stati di natura.

La mostra, a cura degli stessi artisti, è accompagnata da un testo critico di Roberto Bilotti; sarà visitabile fino al 24 maggio, dal martedì al venerdì, ore 16.00 – 19.00 e tutti i giorni su appuntamento, chiamando il +39 347 901 6034.

Artificialis avrà un’apertura straordinaria sabato e domenica 11 e 12 maggio per il weekend del contemporaneo a Roma.