Pubblicato in: Guide

Cosa fare a Roma quando piove: 4 idee per non restare a casa

Redazione 3 mesi fa
Cosa fare a Roma quando piove
Colosseo credits Giorgia Isabella Tripaldi

È vero, Roma è una città che può essere definita un museo a cielo aperto, ma quando il tempo non è dei migliori ci sono moltissime cose che possono essere fatte senza che la giornata possa essere considerata persa. Vediamone alcune nella nostra guida in cui vi spieghiamo cosa fare a Roma quando piove.

La Città Eterna è famosa per la sua ottobrata, per climi piacevoli in primavera e caldi in estate. E in inverno spesso nevica, per la gioia soprattutto dei bambini. C’è chi organizza le vacanze guardando il meteo e chi no. Ma in entrambi i casi un imprevisto dal cielo può sempre capitare. Per questo è bene essere pronti e preparati per poter stravolgere i propri piani in caso di pioggia.

Ecco, allora, una serie di idee per trascorrere comunque una piacevole giornata uggiosa nella Città Eterna: possiamo stare tranquilli, Roma ha sempre in serbo per noi piacevoli sorprese, qualunque sia il clima o il meteo del giorno.

Mostre e musei

Roma con i suoi numerosissimi musei, offre esposizioni di diverso genere tutto l’anno, dunque quando piove è proprio l’occasione giusta per visitarne qualcuna.

Ad esempio, ci sono tantissimi romani che non hanno mai avuto l’occasione di conoscere i Musei Capitolini che conservano invece, un patrimonio artistico di estrema bellezza storica.

Chi invece predilige l’arte moderna, può recarsi al MAXXI, che offre costantemente mostre interessantissime dedicate alle tendenze contemporanee. Poi ci sono il suggestivo spazio dell’Ara Pacis, il Chiostro del Bramante, la Galleria d’arte Moderna, il Complesso del Vittoriano, e per i più temerari che non si faranno intimorire dalla fila, i Musei Vaticani. Non preoccupatevi, l’attesa verrà ripagata da quel che troverete al suo interno!

Scopri tutte le mostre in corso a Roma

Ma piove dentro al Pantheon?

La leggenda narra che quando piove, l’acqua non riesca ad entrare dal foro del Pantheon – di un diametro di circa 9 metri – per una particolare corrente ascensionale che frantuma la goccia.

Ecco, un modo per scoprire se sia solo pura fantasia o meno, è andare all’interno del complesso e scoprirlo personalmente.

Ripararsi nella Galleria Alberto Sordi

Se vi trovate già in centro e camminare con l’ombrello non è proprio il massimo, potete allora scegliere di ripararvi nella Galleria dedicata al grande Albertone, sita proprio su via del Corso. .

L’ex Galleria Colonna, che è stata intitolata al celeberrimo attore, è di per sé uno spettacolo. Tuttavia potrete  trovare numerosi negozi dove continuare il vostro shopping al coperto, un bar e una libreria Feltrinelli.

Eataly

Il paradiso del prodotto di qualità, Eataly situato in zona Garbatella, è un enorme centro commerciale, ormai di levatura mondiale. La struttura è divenuta famosa in quanto offre il meglio della produzione artigiane nostrana a prezzi modici.

Il centro offre numerosi corsi di cucina, degustazioni di vino e workshop per tutta la famiglia.

Bar storici di Roma

La capitale è anche famoso per i suoi bar storici, dove non solo prendere qualcosa da bere mentre fuori piove, anche solo un bel caffè caldo, ma dove scoprire arte, storia, leggende e un passato davvero interessante. Tra i migliori, ti consigliamo:

  • Caffè Rosati
  • Sciascia Caffè
  • Harry’s Bar
  • Antico Caffè Greco
  • Sant’Eusachio
  • Caffè Palombini

Roma sotterranea

Per chi vuole scoprire un’altra Roma, ecco che la parte sotterranea della capitale è una delle zone più interessanti da visitare.

Visitare le chiese di Roma con più calma

La pioggia ci invita a trovare rifugio magari nelle chiese e in luoghi spirituali che sono un po’ dappertutto a Roma. A partire dalla Basilica di San Pietro, da visitare dalla cupola alle sue cripte più profonde. Senza dimenticare un giro a Castel Sant’Angelo e, quando il tempo diventa più clemente, anche ai giardini vaticani. Altre chiese da ammirare sono la Basilica di Santa Maria in Aracoeli, San Pietro in Vincoli, Santa Maria sopra Minerva, Santa Maria del Popolo e molte altre ancora.

Etichette: