Pubblicato in: News

Jazz, fumetti, Darwin e maritozzi: gli eventi a Roma nel weekend dal 23 al 25 febbraio 2018

eventi roma weeekend
Foto: Pexels

Eventi letterari, mostre, concerti, incontri per bambini e tanto altro, ecco il nostro #spiegoneweekend per segnalarvi tutto quello che proprio non potete perdervi nel fine settimana romano da venerdì 23 a domenica 25 febbraio 2018.

Eventi nel weekend

Fumetti in 24 ore

WeGIL – Largo Ascianghi 5, Roma

Dalle 16:00 di venerdì 23 febbraio alle 16:00 di sabato 24 febbraio, si svolgerà una storica sfida a strisce, un “format” inventato dal fumettista e teorico del fumetto Scott McClotd. Una 24 ore del fumetto che vedrà giovani autori e alcuni dei migliori fumettisti italiani, Alberto Corradi, Bambi Kramer, Maicol & Mirco, Marco Corona, Simona Binni e Squaz impegnati a realizzare una storia disegnata di 24 pagine.

Venerdi 23 Febbraio dalle 21, anche la musica dal vivo con i Comemammamhafatto e il 24 febbraio alle 18 incontro con Marco Pellitteri, studioso di fumetti e di cinema d’animazione, autore di “Mazinga nostalgia” e di “Il drago e la saetta”, che parlerà della sua esperienza in Giappone.

Ingresso libero fino a esaurimento posti

“Boni come er pane #3”

Dar Ciriola – via Pausania 2/A – Pigneto, Roma

Domenica 25 febbraio, in collaborazione con Le Civico e Dar Ciriola torna il progetto artistico di Giulia Ananìa “Boni come er pane #3” a tema Cinema, Musica, Poesia e Pane Popolare.

Mirkoeilcane, il super ospite della serata, sarà intervistato e canterà nella cirioleria alcuni suoi brani, tra cui l’emozionante “Stiamo tutti bene” che ha conquistato il pubblico del Festival di Sanremo. Altri grandi ospiti saranno i musicisti della Med Free Orkestra che suonerà i grandi classici della canzone romana, riarrangiati da musicisti del Perù, Grecia, Ucraina, Canada e Italia. Non mancherà inoltre la voce inconfondibile dell’attore resident della rassegna Michele Botrugno e la sua interpretazione della poetica romana.

Orario: ore 20

Ingresso libero. (Info e prenotazioni tavoli 06 2170 2636)

V Edizione della Rassegna cantautorale

Polmone Pulsante. Museo Saverio Ungheri – Salita del Grillo 21, Roma

Sabato 24 febbraio si terrà la V Edizione della Rassegna cantautorale curata da Roma Cantautori. Parteciperanno presentati da Angelo Campus: Claudio Zilli, Daniele Bonamore, Alessandro Cives Feat Emiliano Guiducci, Rev, Roberto Maucci Feat Andrea Salvioni. Ospite dell’evento: Ernesto Bassignano.

A seguire, visita facoltativa del Museo di Saverio Ungheri, indimenticabile Maestro ed Artista tra gli esponenti del Manifesto Astralista sorto negli anni Cinquanta che ha recuperato gli spazi sotterranei con un sapiente restauro archeologico.

Orario: ore 19

Biglietto: ingresso al Live 5,00 euro più Tessera Associativa 5,00 euro
Per maggiori informazioni consultare il sito.

Eventi per bambini a Roma

Tutto quello che dovete sapere sulle iniziative per bambini nella capitale lo trovate nel nostro #spiegonebambini.

L’affresco romano

Museo APR. Archeologia Per Roma – via Columbia, Roma

Domenica 25 febbraio al Museo APR ci sarà un appuntamento con la Pittura Romana, dedicato alla tecnica dell’affresco. I bambini dai 6 anni potranno riprodurre un soggetto dell’antica Roma utilizzando i pigmenti naturali su un supporto in pietra fossile. Si divertiranno a stendere l’intonaco appena impastato e impareranno ad utilizzare pennelli e colori semplicemente sciolti in acqua per creare un dipinto che durerà 2000 anni.
Al termine tutti i bambini potranno portare via il proprio lavoro e ricevere il diploma di “Piccolo Archeologo”.

Orario: dalle ore 10:30 alle ore 13:30. Al termine dei laboratori sarà possibile rimanere nella pineta e fare un bellissimo picnic.

Biglietti: 15,00 euro inclusa visita guidata al Museo (sono previsti sconti per fratellini).

Prenotazione obbligatoria: Per informazioni consultare il sito ufficiale.

Darwin Day 2018 – Chi non si adatta è perduto!

Bioparco – Piazzale del Giardino Zoologico 1, Roma

Domenica 25 febbraio il Bioparco dedica una giornata al grande naturalista inglese Charles Darwin e alle sue scoperte che hanno rivoluzionato il pensiero scientifico moderno. I bambini insieme ai genitori, potranno partecipare ad attività e laboratori interattivi e scoprire le mille curiosità sugli animali di oggi e del passato. Il programma della giornata prevede:

I perché della Natura. Per osservare da molto vicino le caratteristiche nascoste di alcuni rettili e anfibi.
Animali dal passato. Un laboratorio sull’evoluzione, tra fossili come trilobiti e ammoniti e resti di dinosauro.
Fossili…che passione! Un’attività manuale per scoprire come si formano i fossili e realizzarne uno da portare a casa;
Un collo che fa la differenza! Un gioco sull’evoluzione che ha come protagonista la giraffa per scoprire l’origine e i vantaggi di un collo così lungo.
Sbagliare per evolvere. Un divertente esperimento per preparare un cocktail a base di DNA.
Il colore del sangue. Per scoprire, attraverso colorati esperimenti, quali siano i vantaggi evolutivi del colore del sangue.

Un operatore in compagnia dei keeper del Parco, racconterà tutti i segreti “evolutivi” di lemuri catta (ore 11:30), lupi (ore 12:30), scimpanzé (ore 14) e foca grigia (ore 15:30) per scoprire che… Darwin aveva ragione!

Orari: dalle ore 11 alle 13:30 e dalle 14 alle 16
Biglietti: ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro, bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: 13,00 euro; biglietto adulti: 16,00 euro
Per ulteriori dettagli e informazioni consultare il sito ufficiale.

Febbraio a Technotown

TECHNOTOWN – Villa Torlonia – via Lazzaro Spallanzani 1/a Roma

La ludoteca tecnologico scientifica Technotown ha in programma:

WEEK-END DELLA ROBOTICA

Sabato 24 e domenica 25 con le attività Missioni robotiche e Spazio creatività – Lego. I giovani ospiti lavoreranno con i LEGO WEDO per ideare i celebri robot LEGO MINDSTORMS, una combinazione tra mattoncini programmabili, motori elettrici, sensori e mattoncini LEGO.

Orari:

Missioni robotiche: Sabato 24 alle ore 10, 11, 12, 15, 16., 17; domenica 25 alle ore 10, 11, 17.
Spazio creatività – LEGO: Sabato 24 alle ore 14; domenica 25 alle ore 14, 16

Prenotazione obbligatoria: 060608. Per maggiori informazioni, orari, biglietti e convenzioni consultare il sito ufficiale.

Mostre a Roma

Lo #spiegonemostre offre una scelta diversificata delle mostre a Roma.

The Ballrooms of Mars

Dorothy Circus Gallery – Via dei Pettinari, 76, Roma

Sabato 24 febbraio La Dorothy Circus Gallery presenta la prima personale di Camille Rose Garcia a Roma, “The Ballrooms of Mars”.
Camille Rose Garcia nasce nel 1970 a Los Angeles, in California. Garcia produce pitture, stampe e sculture in uno stile gotico, “horror” e di animazione, che rilascia un senso di dolcezza e al tempo stesso di inquietudine.

Le immagini sovversive di Garcia definiscono il suo stile basato su elaborate narrazioni sociopolitiche, che l’artista cela sotto strati di sfumature dal fascino fiabesco. La scrittura spezzettata e i film surrealisti di William Burroughs, come anche i vecchi cartoni della Disney e della Fleischer influenzano le scene frammentate e descrittive di Garcia. Le superfici dei suoi dipinti, infatti, sono consumate come se fossero state ripetutamente ridipinte, e rimandano così ai vecchi film degli anni ‘50.

Per la sua personale alla Dorothy Circus Gallery, Camille Rose Garcia propone una nuovissima raccolta di opere che non solo fanno riferimento alle sue influenze ed ispirazioni primordiali, ma mantengono anche un occhio di riguardo per la contemporaneità.

Il lavoro di Garcia è stato esposto nelle gallerie e nei musei di tutto il mondo e presentato in numerose riviste tra cui Juxtapoz, Rolling Stone, e Modern Painter. Le sue opere d’arte sono state esposte al “Los Angeles County Museum” and nel “San Jose Museum of Art’s”, che ha ospitato la retrospettiva di Garcia “Tragic Kingdom”. Garcia ha esposto i suoi lavori in “Camille Rose Garcia: Down the Rabbit Hole”, mostra ospitata ed organizzata da The Walt Disney Family Museum.

Ingresso gratuito

Paco. A drug story – Fotografie di Valerio Bispuri

Museo di Roma in Trastevere – Piazza di San Egidio, 1

Sino al 25 febbraio, attraverso un reportage di quaranta fotografie, Valerio Bispuri parla di paco, una droga devastante nata in Sudamerica e sulla quale l’artista ha lavorato per quattordici anni, in contemporanea con un altro lavoro fotografico dal titolo Encerrados, che documenta il viaggio in 74 carceri sudamericane.

Diffusosi a partire dagli anni Novanta, soprattutto in alcuni quartieri di Buenos Aires e – in seguito – nelle favelas e nelle periferie di tutto il Sudamerica, il consumo di paco è aumentato notevolmente agli inizi del duemila. Si tratta di una droga estremamente nociva, ottenuta con gli scarti della lavorazione della cocaina, miscelati a cherosene, colla, veleno per topi o polvere di vetro. I giovani, che sono i consumatori più assidui, arrivano ad aver bisogno di assumere fino a venti dosi al giorno di paco con conseguenze devastanti poiché dà immediata assuefazione.

Valerio Bispuri è entrato in questo inferno di morti viventi per raccontare la sofferenza e la vita nei ghetti periferici, viaggiando tra Argentina, Brasile, Perù, Colombia e Paraguay e condividendo la quotidianità̀ dei consumatori di paco. Bendato per non riconoscere i luoghi in cui si muoveva, il fotografo è riuscito a farsi accompagnare nelle “cucine della droga” dove il paco è creato. Ha potuto seguire le vite distrutte dei consumatori di questa droga e le loro famiglie da vicino, ritraendoli nelle sue immagini dal grande impatto emotivo e narrativo.

Orario: Da martedì a domenica ore 10.00 – 20.00 Chiuso lunedì

Prezzi:

Tariffe non residenti: Intero: € 6,00 Ridotto: € 5,00 Tariffe residenti: Intero: € 5,00 Ridotto: € 4,00 gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente.

NANDA Vigo Arch/arcology al MAXXI

MAXXI – Via Guido Reni, 7

Sarà esposto fino al 25 febbraio al MAXXI Nanda Vigo, una mostra che porta uno spazio in cui i visitatori potranno entrare e muoversi, che nasce come omaggio al visionario architetto Paolo Soleri, i cui lavori sono conservati nella collezione del MAXXI Architettura.

Dice Nanda Vigo: “Da ragazzina, leggendo Flash Gordon, sognavo di vivere nelle città del pianeta Mongo così sospese tra il cielo e la terra in antigravitazione, e rivedere, rileggere i progetti dell’Arch. Paolo Soleri come quelli nella meravigliosa strisciata di sedici metri, custodita in Archivio, mi ha procurato un vero piacere di interesse, tanto più che sono progetti visti solo in pianta, e mai in alzato”.

Nella lettura della progettista, un grande disegno realizzato da Soleri rivive in una dimensione del tutto originale e la bidimensionalità della carta si trasforma in uno spazio immersivo, facendoci davvero entrare nel progetto. Per il pubblico è un’occasione unica di entrare nel vivo della lettura critica di un autore che tributa un personale omaggio a un maestro del passato.

Con questo programma Alcantara e MAXXI rinnovano il loro sodalizio, nato nel 2011 come esplorazione delle potenzialità illimitate e gli infiniti linguaggi del materiale. Questo percorso condiviso e continuo di ricerca e sperimentazione, alimentato dal dialogo con la creatività, rivela quanto si possa ancora realizzare sulla strada dell’innovazione culturale.

L’opera di Nanda Vigo evidenzia la straordinaria versatilità e contemporaneità di Alcantara® – duttile medium attraverso cui prende forma il dialogo fra l’artista e il maestro Paolo Soleri.

Orari: 11.00 – 19.00 (da martedì a domenica escluso sabato); 11.00 – 22.00 (sabato)

Spettacoli Teatrali

Se siete in cerca di spettacoli teatrali nella capitale, non perdetevi il nostro #spiegoneteatro

Memorie di Adriana

Teatro Quirino

Si conclude il 25 febbraio Memorie di Adriana, uno spettacolo sul punto di cominciare. Infatti, davanti alla porta chiusa del camerino di Adriana Asti, va in scena invece un altro spettacolo, apparentemente non previsto.

Una figura si affaccia nel buio: “Lei non verrà. Io la conosco. Molto meglio di quanto lei conosca sé stessa…” e sarà lei, questa figura, a raccontare di quell’Adriana che non vuole entrare in scena, che fugge pur restando dov’è, che mostrandosi si nasconde, che dimenticando ricorda, che canta per restare sola.

Un’attrice sul palco deve diventare un personaggio per riuscire a parlare di sé: è un inganno, forse una necessità. Ancora una provocazione, ancora una fuga.

Fantasie, pensieri, racconti prendono vita, mescolandosi al teatro. A raccontare non sono soltanto gli episodi di una lunga carriera, le ansie del palcoscenico, gli incontri con i più grandi registi di teatro e di cinema, i travestimenti e le nudità, la leggerezza e la follia.

A raccontare è il meccanismo stesso di questo spettacolo, la scelta di apparire senza rivelarsi, di guardarsi da fuori quasi con distacco, riversando su quell’altra se stessa ironia e rabbia, irritazione e tenerezza.

Dentro questo meccanismo in cui nessuno gioca solo la sua parte, c’è un direttore del teatro che si vergogna della sua coda leonina, c’è un tecnico che vorrebbe non sentirsi una gallina che in realtà è un pollo, c’è un ammiratore che colleziona ricordi.

E soprattutto c’è lei, e c’è l’altra: una impigliata nelle tavole del palcoscenico, l’altra in camerino, a guardarsi allo specchio e cercare un nuovo trucco. Sempre a sentirsi fuori posto, per poi scoprire che forse l’unico posto è il teatro, perché totalmente illusorio.

Indirizzo: via dei Due Macelli, 75

Orario: da martedì a sabato ore 21; giovedì 22 e domenica 25 febbraio ore 17;

Prezzi: da 15,00 a 30,00 euro

La civiltà del lavoro

Teatro Tor di Nona

Fino al 25 febbraio, il lavoro come fatica, il lavoro come schiavitù da far sopportare agli altri, come maledizione di Dio, come benedizione per la salvezza, come indice di bontà e onestà, di corretta cittadinanza, il lavoro come fonte di felicità e d’infelicità, il lavoro come merce per creare profitto.

Cinque attori, o meglio cinque esseri umani, viaggiano a ritroso nel tempo a cercare il senso di questa parola, che oggi viene detta, invocata ed evocata come non mai prima. È un viaggio alla ricerca del concetto di lavoro, del quale non siamo forse molto consapevoli.

Un cammino che parte dalle origini della civiltà, quasi un percorso archeologico, in cui incontriamo tra gli altri Solone e Menenio Agrippa, Paolo di Tarso, Bertrand Russel e Maynard Keynes, oltre a tanti uomini e donne senza nome, che hanno vissuto e lavorato seguendo spesso una direzione incerta.

Finché un personaggio, il Mercante, non interviene a trasformare ciò che era narrazione e rappresentazione in accadimento sul palcoscenico stesso, portando nello spettacolo la stessa logica che ha innervato il progredire di quella che oggi chiamiamo civiltà. La realtà irrompe così nella sua rappresentazione, per renderla se possibile ancora più cruda.

Indirizzo: via degli Acquasparta, 16

Orario: ore 21; domenica ore 17.30

Prezzi: intero 12,00 euro; ridotto 10,00 euro

Uno zio Vanja

Teatro Ambra Jovinelli, fino al 25 febbraio

Il 26 ottobre del 1899 Anton Čechov fa rappresentare al Teatro d’Arte di Mosca “Zio Vanja”, oggi considerato uno dei drammi più importanti dello scrittore di Taganrog.
L’adattamento di Zio Vanja di Letizia Russo al Teatro Ambra Jovinelli, nel rispetto della linea editoriale di Khora.teatro, ha l’obiettivo di riavvicinare il pubblico ai classici della storia del teatro facendo perno su precise note di contemporaneità della scrittura cecoviana per esaltarne la straordinaria attualità creativa.

La regia di Vinicio Marchioni, attorniato da un cast di creativi di comprovata qualità artistica e professionale, prende le mosse da un profondo studio del mirabile meccanismo drammaturgico dell’originale, per restituirne pienamente il dovuto spessore culturale.

Protagonista dei quattro atti originali è Ivan Petrovic Voiniskij, zio Vanja appunto, che per anni ha amministrato con scrupolo e abnegazione la tenuta della nipote Sonja versandone i redditi al cognato, il professor Serebrjakov, vedovo di sua sorella e padre di Sonja.

Unica amicizia nella grigia esistenza di Vanja e di Sonja è quella del medico Astrov, amato senza speranza da Sonja. Per il resto sono tutti devoti al professore, che credono un genio. Serebrjakov si stabilisce con i due, insieme alla seconda moglie, Elena.

Le illusioni sono presto distrutte: alla rivelazione che l’illustre professore è solo un mediocre sfacciatamente ingrato, zio Vanja sembra ribellarsi: in un momento d’ira arriva a sparargli, senza colpirlo. Nemmeno questo gesto estremo modifica il destino di Vanja e di Sonja, che riprendono la loro vita rassegnata e dimessa, sempre inviando le rendite della tenuta al professore tornato in città con la moglie.

Indirizzo: via Guglielmo Pepe 45

Orario: dal martedì al venerdì ore 21– sabato doppia recita ore 16.30 e ore 21 domenica ore 17

Prezzi: da 18,00 a 36,00 euro

Cinema a Roma

Gli eventi cinematografici più importanti a Roma li trovate nel nostro #spiegonecinema.

Proiezioni per la rassegna ‘Cinema al MAXXI’

Sabato 24 febbraio, ore 20:30: Insomnia di Christopher Nolan. Un poliziotto dal curriculum leggendario, chiamato in Alaska a risolvere un omicidio, uccide per sbaglio un collega. L’assassino, che ha visto l’accaduto, inizia a ricattarlo. Remake di un thriller norvegese dal passo spossato e angoscioso, è interamente ambientato nella stagione artica priva di notti: uno spazio senza tempo congelato nella luce del giorno. L’interpretazione del serial killer di Robin Williams mette i brividi più del clima.

Domenica 25 febbraio, ore 18, L’aquilone (Le cerf-volant) di Randa Chahal Sabbag. Lamia, un’adolescente che vive in un territorio di frontiera, è stata promessa ad un cugino, che abita in territorio israeliano, dai genitori che sperano per lei un futuro diverso da quello del villaggio in cui abita al di qua del filo spinato. Ma è proprio su quella “corda del diavolo” – come la chiamava la regista scomparsa nel 2008 – che sta il soldato di cui è innamorata. Leone d’ Argento a Venezia, ha un finale che è puro sogno di libertà.

Indirizzo: Museo MAXXI, via Guido Reni, 4a

Ingresso: 5,00 euro

Serata dedicata ad Alberto Sordi

Sabato 24 febbraio

A quindici anni di distanza dalla scomparsa di Alberto Sordi, l’Università Roma Tre e la “Sapienza” Università di Roma vogliono ricordare una delle maschere più identificative dell’italianità con una serata alla quale parteciperanno studiosi e personaggi della cultura e dello spettacolo e che culminerà con la proiezione, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, della copia restaurata di Fumo di Londra, opera prima di Sordi da lui stesso interpretata nel 1966. L’evento è curato da Andrea Minuz, Christian Uva e Vito Zagarrio.

Indirizzo: Teatro Palladium, Piazza Bartolomeo Romano, 8 Orario: ore 20.30

Ingresso: intero 15,00 / ridotto 10,00 / studenti 5,00

Bergman 100 – Proiezioni del fine settimana

Palazzo delle Esposizioni – via Nazionale 194, Roma

Prosegue il ciclo di proiezione dedicate a Ingmar Bergman a Palazzo delle Esposizioni, tutte rigorosamente a ingresso gratuito.

Sabato 24 febbraio, ore 21, PERSONA. L’attrice Elisabeth Vogler si è chiusa in un inspiegabile mutismo: ricoverata in ospedale, viene assistita dall’infermiera Alma, con cui nasce un rapporto complesso e ambiguo. Forse il film stilisticamente più audace del regista, ricco di invenzioni visive e narrative, con due protagoniste formidabili.

Il film sarà preceduto dal cortometraggio documentario – Images from the playground di Stig Björkman. Il documentario raccoglie rarissime immagini amatoriali girate sul set dei suoi film dallo stesso Bergman, svelando i retroscena (spesso scanzonati) dei suoi titoli più celebri. Accanto al regista compaiono i suoi attori prediletti, da Bibi Andersson a Liv Ullmann, da Max von Sydow a Ingrid Thulin.

Domenica 25 febbraio, ore 18, IL POSTO DELLE FRAGOLE. L’anziano professore Isak Borg deve ritirare un premio all’Università di Lund e, accompagnato dalla nuora, affronta un lungo viaggio in auto in cui farà i conti con il proprio passato. Un road movie esistenziale la cui straordinaria ricchezza espressiva ha contribuito alla nascita del cinema moderno.

Domenica 25 febbraio, ore 21, DOPO LA PROVA. Durante le prove per la messinscena de Il sogno di Strindberg, un regista si abbandona ai ricordi parlando con una giovane attrice, Anna, di cui anni prima aveva amato la madre. Sospeso tra finzione e realtà, il film ricapitola i classici temi bergmaniani in un gioiello di drammaturgia da camera.

I Doc di Internazionale Mondovisioni – Entre os Homens de Bem

Cinema Detour – Via Urbana 107, Roma

Domenica 25 febbraio è in programmazione al cinema Detour il film Entre os Homens de Bem di Caio Cavechini e Carlos Juliano Barros, uno dei documentari scelti dai più prestigiosi festival internazionali su attualità, diritti umani e informazione della rassegna Mondovisioni, curata da CineAgenzia in collaborazione con Internazionale.

La pellicola, in portoghese con sottotitoli in italiano, narra delle battaglie del giovane parlamentare omosessuale Jean Wyllys, Un personaggio molto conosciuto in Brasile. Ex vincitore del Grande fratello e apertamente gay, è ora uno dei deputati più votati del parlamento brasiliano. Il film lo segue durante tre anni di attività come portavoce della causa lgbt. E attraverso il suo lavoro mostra aspetti poco noti e inquietanti della politica brasiliana, sempre più segnata dall’influenza dei gruppi evangelici, a cui appartengono alcuni dei promotori dell’impeachment dell’ex presidente Dilma Rousseff.

Durata: 106 min

Orario: 20:30. Si consiglia di arrivare con discreto anticipo

Biglietti: tessera annuale 4,00 euro più quota partecipativa 5,00 euro. Tesseramento e biglietteria dalle ore 19:15. Per la prenotazione è necessaria la pre-iscrizione sul sito ufficiale.

Eventi gastronomici

Il meglio degli eventi a Roma dedicati al buon cibo del nostro paese nel nostro #spiegonefood.

Eataly presenta

Eataly – Piazzale 12 Ottobre, Roma

Le Tante facce del cioccolato

Eataly Roma, per tutto il mese di febbraio, porta alla scoperta delle Tante facce del cioccolato: dalle fave di cacao sarà possibile scoprire i cru e le diverse varietà, per arrivare alla vera e propria lavorazione del cioccolato. Quello che si terrà in negozio sarà un percorso sensoriale, un viaggio dalle terre africane e americane fino ai cioccolatieri italiani: in programma, incontri con gli artigiani, corsi e degustazioni gratuite, allestimenti speciali, piatti dedicati nei Ristorantini. E in più ci sarà una vera fabbrica del cioccolato!

Le facce del cioccolato – Le gustose proposte del mese

I Menu Ristorantini e le proposte dei reparti si arricchiranno, in queste settimane, di tantissime variazioni sul tema: in Panetteria troverai il pane al cioccolato e i cookies, in Macelleria diverse ricette avranno come protagonista proprio il cioccolato, mentre questa sarà l’occasione giusta per provare la pasta fresca del mese, i tagliolini al cioccolato. Nelle Caffetterie potrai provare pan brioche e cannoli, meringhe e tiramisù, cornetti e crostatine, bicerin e cioccolata calda. Il reparto Cosmesi avrà una speciale crema per il viso e il corpo a base di cioccolato e tra gli scaffali della libreria ci saranno diversi libri dedicati al tema.

La Festa del Maritozzo di Eataly

Da venerdì 23 a domenica 25 febbraio Eataly dedica i suoi spazi al dolce, soffice e farcito con panna montata. La ricetta tradizionale del maritozzo è storia. Ma quante versione ne esistono? Le migliori pasticcerie romane, presenti su tutti i piani di Eataly, proporranno le loro gustose ricette dolce e salate, durante tutto l’arco delle tre giornate, per un’esperienza che andrà ben altro la solita colazione e che renderà il maritozzo protagonista anche a pranzo e cena!

Orario:
Venerdì 23 febbraio: Dalle ore 18.00 alle ore 23.30
Sabato 24 febbraio: Dalle ore 12.00 alle ore 23.30
Domenica 25 febbraio: Dalle ore 12.00 alle ore 23.00

Eventi Letterari

Gli eventi dedicati al libro in città nel nostro #spiegonelibri.

Presentazione di Lìmine. Guida ai limiti della città

Venerdì 23 febbraio alle ore 19.30, nella sede del WSP photography, Galleria WSP Photography ci sarà la presentazione del libro fotografico “Lìmine. Guida ai limiti della città” a cura di Massimo Siragusa e Doll’s Eye Reflex Laboratory, con fotografie di Daniele Cametti Aspri, Paolo Fusco, Vincenzo Labbellarte, Gabriele Lungarella, Michele Miele, Mauro Quirini, Michele Vittori. Saranno presenti alcuni degli autori. Periferia e centro, terra e mare, bellezza e degrado si toccano e si confondono in questo libro che prova a orientare in modo differente la nostra visione.

Sette fotografi che hanno intrapreso un viaggio intorno all’idea di margine, scegliendo come luogo d’incontro Roma e il suo territorio e lavorando insieme a un unico progetto: LìMINE. Indagine ai limiti di una città, a cura di Massimo Siragusa.

La sensibilità e la visione di ognuno di loro si sono confrontate con l’idea di limite, non inteso solo come confine di spazio, né soltanto come misura di tempo, ma come dimensione altra, multiforme e mutevole.

Dalle cinte murarie di Roma alle piccole frazioni, dalle spiagge silenziose agli appezzamenti di terreno, dai quartieri popolari al “drizzagno del Tevere”, fino al Monte Terminillo, il loro percorso si è mosso un continuo dialogo tra piani e punti di vista diversi su Roma e sui dintorni della Capitale, in una dimensione corale che tende a sottolineare le similitudini piuttosto che a rimarcare le differenze.

Indirizzo: Via Costanzo Cloro, 58

Orario: ore 17

Presentazione di Black Mirror Memorie dal futuro

Libreria Altroquando – via Del Governo Vecchio 80, Roma

Venerdì 23 febbraio alla libreria Altroquando si terrà la presentazione del nuovo libro “Black Mirror Memorie dal futuro” di Damiano Garofalo dedicato alla serie televisiva che mette in discussione il rapporto tra l’uomo e le nuove tecnologie. Black Mirror racconta un futuro che è già presente, sollevando problemi filosofici e antropologici sulla spaventosa relazione tra individuo e società e tra percezione e realtà. Muovendosi agilmente tra i diversi livelli del racconto, Damiano Garofalo analizza gli aspetti teorici più rilevanti della serie, invitando il lettore a osservare la nostra epoca attraverso lo specchio dei nuovi media.

Sarà presente l’autore e interverranno: Pietro Montani, professore presso l’Università di Roma La Sapienza e Giulia Pompili, giornalista de Il Foglio. Modera: Tommaso Matano.

Orario: ore 19:30

Concerti

Nel nostro #spiegoneconcerti vi segnaliamo tutto quello che non potete proprio perdervi.

ZIFARELLI BISOGNO QUARTET TRA JAZZ E ROCK

Elegance Cafè jazz club – via Francesco Carletti 5, Roma

Sabato 24 febbraio sul palco Rocco Zifarelli (chitarra), Pierpaolo Bisogno (vibrafono, percussioni), Roberto Pistolesi (batteria) e Dario Deidda (basso).

Il gruppo propone un repertorio di pezzi originali e di tipici brani jazz riarrangiati, tratti dal repertorio sia classico sia moderno.

Orario: ore 21.30

Biglietti: 18,00 euro (concerto e prima consumazione)

New Talents Jazz Orchestra omaggia DUKE ELLINGTON

Teatro del Lido di Ostia – via delle Sirene 22, Ostia (Roma)

Sabato 24 febbraio al Teatro del Lido di Ostia il concerto della New Talents Jazz Orchestra in omaggio a Duke Ellington.
La figura di Duke Ellington, uno dei personaggi più importanti della storia della musica jazz, è indissolubilmente legata alla produzione musicale in ambito orchestrale. L’orchestra di Duke Ellington è stata una delle più famose orchestre jazz, caratterizzata dalle sonorità uniche che Ellington riusciva a creare grazie a degli straordinari musicisti.

La New Talents jazz orchestra ripercorrerà le tappe più importanti della storia di Duke Ellington e della sua orchestra, partendo dal periodo del Cotton Club per passare poi alla collaborazione con l’alter ego di una vita, Billy Strayhorn, arrivando alla produzione delle Suite nella parte conclusiva della sua carriera.

Mario Corvini direttore
Maurizio Miotti assistente alla direzione
Interpreti Diego Bettazzi, Vittorio Cuculo, Igor Marino, Francesco Dominicis, Riccardo Nebbiosi sassofoni,
Andrea Priola, Stefano Monastra, Nicola Tariello, Chiara Orlando trombe,
Mattia Collacchi, Stefano Coccia, Eugenio Renzetti, Federico Proietti tromboni,
Luca Berardi chitarra,
Marco Silvi pianoforte,
Flavio Bertipaglia contrabbasso,
Davide Sollazzi batteria

Orario: 21

Biglietti: intero 10,00 euro, ridotto 8 euro

Bernstein, le Sinfonie

Auditorium Parco della Musica – viale Pietro De Coubertin 30, Roma

Il 2018 è l’anno del centenario – Bernstein at 100 – e Santa Cecilia non poteva non dedicargli uno spazio di rilievo. Bernstein ebbe un rapporto privilegiato con l’Accademia negli anni 80, quando fu nominato Presidente Onorario dell’Orchestra di Santa Cecilia. I suoi concerti sono rimasti nella memoria come gli avvenimenti più coinvolgenti di quegli anni e di quegli anni restano anche significative testimonianze discografiche e in video.

Del direttore d’orchestra è nota la travolgente partecipazione alla musica ma lo stesso si può dire del compositore, del pianista, del didatta, dell’autore di musical – uno su tutti West Side Story – dello scrittore, dell’uomo pubblico impegnato in campagne di coscienza civile.
Insomma una personalità dirompente e contagiosa, eclettica e volitiva, quella cioè di un artista che ha vissuto il suo tempo in modo appassionato e che sempre ha rivolto lo sguardo al mondo con positiva fiducia.

Brahms Concerto per violino. Bernstein Sinfonia n. 3 “Kaddish”.

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Orchestra, Coro e Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Antonio Pappano direttore, Kyung Wha Chung violino, Nadine Sierra soprano, Dame Josephine Barstow voce recitante, Ciro Visco maestro del coro.

Orario: venerdì 23 febbraio ore 20:30; sabato 24 febbraio ore 18

Biglietti: da 19,00 a 52,00 euro (25% di sconto per i giovani under 30). Sito web.

Musica & Musica – Riccardo Fassi Hammond 4et

Scuola Popolare di Musica di Testaccio – Sala Concerti. Piazza Giustiniani, 4/a

Domenica 25 febbraio una esibizione su James Bond e le musiche che hanno accompagnato i suoi film più famosi di Riccardo Fassi (hammond, piano e tastiere), Torquato Sdrucia, Carlo Conti (sassofoni), Pietro Iodice (batteria).

L’esecuzione musicale del quartetto si basa sulle bellissime colonne sonore dei mitici film di James Bond. I famosi temi di Thunderball, From Russia With Love, GoldFinger, Diamonds Are Forever, Dr. No che hanno caratterizzato il suono delle colonne sonore degli anni 60-70, rivisitati in chiave jazz-funk per un’atmosfera unica e irripetibile.

Orario: ore 18

Ingresso: intero 10,00 euro, ridotto 7,00 euro (soci scuola e studenti universitari)
Prenotazioni: 360 1025779 (sms e WhatsApp), sito web.

Etichette:
Offerta Libraccio 2018

Non perderti un evento a Roma!

Ricevi solo eventi utili grazie alla nostra Newsletter

Aggiungiti alla community!