Pubblicato in: News

Teatro, mostre, street food e concerti: gli eventi a Roma nel weekend dal 20 al 22 aprile

evento roma weekend
Roma

Natura in fiore, teatro, mostre, concerti, gastronomia, mercatini, eventi per bambini e tanto altro, senza dimenticare il Natale di Roma. Ecco il nostro #spiegoneweekend per segnalarvi tutto quello che proprio non potete perdervi nel fine settimana della capitale da venerdì 20 a domenica 22 aprile.

Eventi nel weekend

Per il nostro #spiegoneweekend proponiamo una serie di eventi organizzzati da Seguilavolpe Primavera – Estate 2018, un programma di visite guidate promosso dal Parco Regionale dell’Appia Antica realizzato in collaborazione con associazioni ambientaliste e culturali, cooperative e micro imprese che da anni lavorano per la tutela e la promozione del territorio (vedi alla pagina i Nostri Partner).

#Seguilavolpe: visita guidata alla Riserva della Cascina e poi Ab Urbe Condita Raccontamiunastoria

sabato 21

Un sabato all’insegna del divertimento, del gusto e dello spettacolo anche per festeggiare insieme il Natale di Roma.
A Tor Fiscale il grande evento per famiglie Esploratori delle ere preistoriche; alle 15 la visita ai vigneti dell’Azienda Agricola Riserva della Cascina con degustazione finale.

Poi alle 18 tutti in Cartiera per il Natale di Roma con Carmina et Gustatio e alle 20.00, per la  stagione primaverile di storytelling, Ab Urbe condita, la passeggiata spettacolo con buffet finale al Casale dell’ex Mulino, curata dalla Compagnia Raccontami Una storia.

Caccia al tesoro a Massenzio e laboratori sulle api per tutte le età in Cartiera

Domenica 22 si prosegue all’alba con una passeggiata in bicicletta e alle 10 a Tor Marancia con la visita guidata Caccia al Tesoro Selvatico.

Ricchissimo fine settimana per i bambini il sabato attività naturalistica agli acquedotti con La vita in una piccola pozza, la domenica la fantastica Caccia al Tesoro di Massenzio o i laboratori da 0 a 11 anni alla scoperta del mondo delle Api alla Cartiera Latina con Hortus Urbis e Dì Natura.

I tesori del I e II Miglio

il 21 aprile si festeggia il Natale di Roma a Massenzio

Questo fine settimana I tesori del I e II miglio vi portano al Circo di Massenzio con visite speciali in musica per nonni e bambini richiamando la mitologia, l’iconografia e la letteratura che celebrano la tradizione millenaria della coltivazione dell’olivo e della vite nel bacino del Mediterraneo.
Prenotazione obbligatoria: info@appiaonline.it.

Aperti con visita guidata alle 11.00, gratuita con Carta Amici, il Sepolcro di Priscilla, il Casale dell’ex Mulino e Cenotafio di Annia Regilla e la Cisterna Monumentale della Caffarella (lato via Bitinia).

Mostre a Roma

#spiegonemostre: la nostra guida sulle mostra da scoprire a Roma questa settimana

Outdoor Festival 2018

Ex Mattatoio Testaccio – Ingresso Lungotevere Testaccio

“Heritage”, il Patrimonio, è il tema centrale di outdoor festival 2018 che animerà il Mattatoio Testaccio dal 14 aprile al 12 maggio.

La cultura popolare di oggi, tra influenze internazionali, mass media e social network, sarà al centro di un’indagine che metterà in risalto il singolo e le proprie scelte. Per questo il festival propone un’offerta eterogenea che si articola in varie sezioni: Arte, Musica, Televisione, alle quali si aggiungono le aree dedicate alle Conferenze e al Mercato dei makers contemporanei.

Nell’anno europeo dedicato al Patrimonio Culturale, outdoor e le sue tante discipline artistiche in programma indagheranno il tema ponendo interrogativi a tutti voi che sarete parte di questo grande evento: cosa rappresenta il patrimonio oggi? Quali culture sono oggi considerate come patrimonio nella nostra società? Quale patrimonio stiamo costruendo e quale trasmetteremo alle future generazioni?

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale dell’evento

Gloria Argelés riflette sulla nostra Babele contemporanea

Museo di Roma in Trastevere dal 20 aprile – 17 giugno 2018

Gloria Argelés, artista argentina, presenta Babele presenta 30 opere realizzate tra il 2000 e il 2018 utilizzando tecniche diverse, sculture di legno, rete metallica, rilievi in carta e disegni sono la riflessione dell’artista argentina sulla nostra Babele contemporanea, la storia del Novecento e sul disagio dl questo inizio di secolo. Al contempo sono espressione della sua poetica.

Si possono percorrere gli spazi della mostra cominciando da i cinque ritratti, (ombre da rete metallica), di personaggi che rievocano il pensiero del secolo scorso (Arendt, Freud, Gandhi, Mao, Marx), come fosse un’archeologia che si trasporta nel contemporaneo.
La visione di Gloria Argelés, però si concretizza in maniera evidente nell’installazione di ombre e rete che raffigura la Torre di Babele, simbolo nella sua iconografia, della caduta del potere e dell’origine del caos.

Ombre di gente in fuga, costretta all’abbandono della propria identità, s’intravedono in mezzo a opere come Buenos Aires, con un velato riferimento agli anni della dittatura militare, o New York tra i cui grattacieli tratteggiati con la rete metallica spiccano due rettangoli vuoti, le Twin Towers, esplicito simbolo della tragedia dei nostri tempi.

La destrutturazione dell’identità individuale anticipa i tempi quando prende forma nelle sculture lignee, come in Walking around dove la trasformazione diventa lo strumento lessicale con il quale l’artista evidenzia la sua analisi.

Progressivamente, Gloria Argelés arriva alla costruzione della scultura H- Ombre, dove il corpo diventa struttura, realizzata con reti metalliche traforate: nella sua proiezione diventa ombra. Con la rete metallica, la Argelés costruisce immagini lievi ed evanescenti, il cui senso ultimo è da leggere nella precarietà, nell’instabilità mutevole che caratterizza le proiezioni
dell’inconscio. Attraverso l’utilizzo di materiali eterogenei, dunque, l’artista conduce lo spettatore in un percorso ragionato, in cui le tecniche differenti e le soluzioni distinte che implicano portano a una stessa espressione concettuale.
La mostra Babele è corredata da un catalogo che accoglie il testo dello storico e critico d’arte Enrico Crispolti.
Prefazione di Silvana Bonfili, responsabile gestione spazi espositivi del Museo di Roma in Trastevere.

Orario:

da martedì a domenica ore 10.00 – 20.00
La biglietteria chiude un’ora prima
Giorni di chiusura: lunedì, 1 maggio

Prezzo: 

Biglietti Tariffe non residenti: Intero: € 6,00; Ridotto: € 5,00.

Tariffe residenti: Intero: € 5,00; Ridotto: € 4,00
Gratuito per le categorie previste dalla tariffazione
vigente
Salvo integrazione se presente altra mostra

Spettacoli Teatrali

#spiegoneteatri: la nostra guida sugli spettacoli in cartellone a Roma questa settimana

Il Sindaco del Rione Sanità

Teatro Argentina, dal 17 al 29 aprile

Il Sindaco del Rione Sanità secondo Mario Martone, il suo primo Eduardo scomposto e ricomposto per essere riportato alla sua potente carica di attualità. Il capolavoro eduardiano è traslato ai giorni nostri perché, come spiega il regista, “Il teatro è vivo quando s’interroga sulla realtà, se parla al proprio pubblico non solo osando sul piano formale ma anche agendo in una dimensione politica”.

E infatti, fonte di ispirazione è la realtà di San Giovanni a Teduccio, del NEST e dei suoi giovani attori, molti dei quali vivono nel quotidiano una vera guerra di camorra che insanguina da anni questa periferia napoletana e dove la criminalità è retta da giovani boss neanche trentenni.

È questo un allestimento che associa realtà produttive diverse nella realizzazione di un progetto culturale dal forte senso civile. Dunque, la prima regia di Martone dal teatro di Eduardo nasce innanzitutto come gesto politico.

Commedia in tre atti, appartenente alla raccolta Cantata dei giorni dispari, l’opera ha per protagonista “il sindaco” della Sanità, Antonio Barracano, un “uomo d’onore” che distingue tra “gente per bene e gente carogna”. L’idea di affidare questo ruolo a un uomo giovane e deciso, nel fisico e nel gesto, pone nei fatti la figura del protagonista ancora al centro del sistema criminale che rappresenta, laddove la scrittura eduardiana ne faceva il simbolo di un sistema di valori e disvalori al tramonto, ed allo stesso tempo favorisce il tentativo di sottrarre il testo al rischio della semplice rappresentazione naturalistica incarnandolo in un mondo reale drammaticamente vivo.

Indirizzo: Largo di Torre Argentina, 52

Orario: prima ore 21; martedì e venerdì ore 21; mercoledì e sabato ore 19; giovedì e domenica ore 17

Prezzi: poltrona 40,00 euro – 32,00 euro; palchi platea, I e II ordine 32,00euro – 27,00euro; palchi III, IV e V ordine 25,00 euro 22,00 euro; loggione 12,00 euro

Lo Zoo di Vetro

Teatro della Forma, dal 18 al 22 aprile

Dal 18 al 22 aprile è in scena al Teatro Della Forma di Roma, Lo zoo di vetro scritto da Tennessee Williams nel 1945. La versione di Tina Agrippino, che vede in scena Rosa Maria Marcucci, Ugo Andrea Santangelo, Eunice Naso, Alberto Papalia, è la versione tradotta da Gerardo Guerrieri.

Lo zoo di vetro è un “dramma di memoria” che narra le vicende della disfatta di una famiglia. Il figlio Tom rievoca momenti di vita vissuta insieme alla madre Amanda e alla sorella Laura. Il padre li ha abbandonati anni prima.

Amanda vive nel ricordo di una giovinezza dorata, mentre Tom, incatenato dalle responsabilità che gli addossa la madre, sogna un futuro diverso lontano da casa. Laura, afflitta da una lieve zoppìa, si rifugia nella collezione di figurine di vetro nelle quali si identifica.

Ognuno di loro è intrappolato in un’esistenza fatta di illusioni e sogni, in cui anche la memoria si scontra con un presente crudele che delude i sogni e travolge il sognatore incapace di mantenere i contatti con la realtà. All’interno di questo piccolo nucleo familiare si inserisce Jim, portatore di un sano giovanile ottimismo ma, suo malgrado, egli scatenerà la definitiva rottura dei legami familiari.

Indirizzo: Viale Della Primavera 317

Orario: Ore 20.30 Domenica Ore 17.00

Prezzo: 10,00 euro

Eventi gastronomici

Nel nostro #spiegonefood trovi le migliori proposte culinarie della capitale

Pappardelle a Lunghezza

Lunghezza – Via delle Cerquete 15 (zona CC Roma Est)

A Lunghezza è tempo di pappardelle al cinghiale, grazie alla sagra che per il quinto anno consecutivo porterà nella città laziale questo primo piatto tipico della nostra cucina. L’appuntamento con la sagra delle pappardelle al cinghiale per nei giorni di sabato 21 e domenica 22 aprile 2018.

Gli stand non proporranno solo il piatto protagonista della Sagra di Lunghezza, ma anche altre gustose ricette: si potranno infatti mangiare panini, bruschette, patatine fritte, il tutto annaffiato da buon vino e anche accompagnato da tanta buona musica dal vivo che intratterrà chi ha deciso di partecipare alla Sagra delle pappardelle al cinghiale di Lunghezza.
La Sagra delle pappardelle al cinghiale di Lunghezza si terrà nei giorni di sabato 21 e domenica 22 aprile 2018, con i seguenti orari: il sabato solo per la cena (gli stand apriranno alle ore 18), mentre la domenica sia per il pranzo sia per la cena. L’evento si svolge all’aperto ed è organizzato dall’Associazione Insieme per Lunghezza.

 Nduja Day

Forte – Via Giuseppe Marcotti, 20

Il 20 aprile, Forte, la realtà che preserva e diffonde le tradizioni culinarie della terra di Calabria – vincitrice del premio Puntarella d’oro 2018 come miglior bottega di Roma – presenta uno speciale evento, aperto a tutti, interamente dedicato a uno dei prodotti calabresi più amati del mondo: la ‘nduja.

Salume calabrese di consistenza morbida e dal sapore intenso e piccante, la ‘nduja nasce come prodotto povero, realizzato con le parti grasse del maiale, con l’aggiunta di peperoncino piccante calabrese. È insaccata nel budello cieco, per poi essere affumicata. Come spesso è successo nella storia della gastronomia italiana, da produzione povera di origine contadina, nata soprattutto con l’obiettivo di utilizzare tagli di carne altrimenti difficilmente commercializzabili, la ‘nduja si è nel tempo affermata come vera e propria delicatezza, amata e ricercata ovunque, anche da gourmet e chef di fama.

Nonostante il grande successo, tutt’oggi però il salume, soprattutto nelle produzioni di punta della zona di Spilinga, ha conservato inalterati gli originari caratteri dell’artigianalità e genuinità.

Il mondo della ‘nduja a 360°: potrete esplorare il mondo della ‘nduja a 360°, consumandola in tante preparazioni diverse: antipasti, fritti, pizze, primi… Piatti semplici e tradizionali, ma ricchi di sapore, pensati per scoprirne appieno tutte le potenzialità.

Cibo di Strada: a Tivoli street food, market e area giochi

Via Tiburtina Valeria, 261

Il 21 e 22 aprile in Via Tiburtina si terrà il festival del Food Truck, stand gastronomici da tutta Italia e non solo: tra Tivoli Terme e Villa Adriana arriva il festival dedicato al Cibo di Strada.

Oltre ai prelibati piatti delle cucine su ruote anche spettacoli musicali, circo di strada, mercatino artigianale & vintage e un’area bimbi con giostre, animazione e laboratori.

Eventi Letterari

#spiegonelibri: la nostra guida sugli eventi letterari a Roma del mese

Presentazione di Io, lui, noi di Dori Ghezzi

20 aprile

L’infanzia di Dori e quella di “Bicio”, che mostra come la storia sia sempre stata una sola, anche quando loro non si conoscevano. Il primo incontro, a un premio musicale vinto da entrambi, durante il quale non smettevano di guardarsi.

La nascita della figlia Luvi e la quotidianità campestre in Gallura. I mesi del sequestro, in cui a sostenerli fu proprio quel legame “fermo, limpido e accecante” che sarebbe continuato oltre il tempo.

Scritto assieme agli sceneggiatori di “Principe libero”, il film TV sul cantautore, “Lui, io, noi” è una storia privata che s’intreccia con quella pubblica. Soprattutto è il racconto intimo, commovente, a tratti perfino buffo, di un grande amore. Intervengono con gli autori Diego De Silva e Davide Jacopini

Indirizzo: Feltrinelli via Appia Nuova 427

Orario: ore 18

Ingresso libero

Cinema a Roma

#spiegonecinema: la nostra guida sugli eventi cinematografici a Roma questa settimana

Rassegna dedicata a Greta Gerwig

Venerdì 20

Il Piano Di Maggie, R. Miller, It, 2015, 98’: Maggie, insegnante di arte e management, ha un piano: avere un figlio da sola ma poi incontra John e il bambino lo fanno in due. Tre anni dopo però le cose non sembrano girare nel verso giusto. John ha lasciato per Maggie la moglie, accademica egocentrica da cui ha avuto due figli e con cui mantiene un legame morboso.

Disamorata e convinta dell’amore ancora vivo tra i coniugi, Maggie ordisce un secondo piano: rimettere insieme la coppia. Tra ritiri in montagna e appartamenti in città, muove i fili di una vita che vorrebbe senza menzogna ma a cui finisce per mentire.

Sabato 21

Frances Ha, N. Baumbach, Usa, 2012, 86’: Frances vive a New York, ma non possiede realmente un appartamento. Frances lavora per una compagnia di danza, ma non è davvero una ballerina. Frances vive nei suoi sogni, nonostante i bruschi risvegli nella realtà. Frances vuole di più, ma riesce a vivere la propria esistenza con gioia e leggerezza. Tra nevrosi e candore, il personaggio di Frances è incarnato alla perfezione da Gerwig, che dà forma e volto allo stralunata ingenuità della protagonista.

Indirizzo: Via del Pigneto, 283

Orario: ore 21

Ingresso libero

Proiezioni al Cinema Trevi

dal 19 al 22 aprile

Al Cinema Trevi un’altra settimana di proiezioni gratuite di alta qualità. Si inizia con la rassegna ‘Giovane canaglia. Nero italiano dagli anni Quaranta agli anni Cinquanta’. Ecco il programma del weekend:

Venerdì 20

Ore 17: Gioventù alla sbarra di Fernando Cerio (1953, 88’)

Ore 18.45 Mamma sconosciuta di Carlo Campogalliani (1956, 93’)

Ore 21: Incontro con Raniero La Valle e Lorenzo K. Stanzani. A seguire Secondo lo Spirito – Un film sul cardinale Giacomo Lercaro di Lorenzo K. Stanzani (2018, 72’)

Sabato 21

Ore 17.45 Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi di Mario Mattoli (1960, 93’)

Ore 19.30 Incontro moderato da Alberto Crespi con Alberto Anile, Ennio Bispuri, Sergio Bruno, Antonello Buffardi, Chiara Rapaccini, Gabriele Gimmelli, Cielo Pessione Fabrizi, Massimo Tellini, Marco Vanelli. A seguire Guardie e ladri di Mario Monicelli e Steno (1951, 106’)

Domenica 22

In ricordo di Folco Quilici

Ore 17: Arte italiana dal 1910 al 1950 di Folco Quilici (1957-58, 10’)

Ore 19: Il dio sotto la pelle di Folco Quilici (1974, 105’)

Ore 21: Fratello mare di Folco Quilici (1975, 84’). A seguire Passeggiata di buon mattino di Folco Quilici (1952, 17’)

Proiezione di Conversazioni atomiche di Felice Farina

21 aprile

In occasione di #GravityExhibit e in collaborazione con National Geographic Festival delle Scienze 2018 viene proiettato il film di Felice Farina, Conversazioni atomiche,

Farina firma una commedia scientifica d’autore: un road movie alla ricerca della fisica contemporanea nel quale lo affianca riluttante Nicola, cine-operatore e cavia di questa sfida che è quella di rendere comprensibili e affascinanti argomenti come la relatività generale e la meccanica quantistica anche a chi è convinto di non capirne un accidente o, peggio, di non averne alcun bisogno.

Conversazioni Atomiche è una docu-comedy dalla confezione frugale e dichiaratamente divulgativa, impreziosita da un contrappunto inedito e sorprendente di filmati d’archivio, che s’intromette con passione nella quotidianità di chi ha scelto di dedicare la propria vita a fare domande.

Intervengono

Giovanni Amelino-Camelia, Professore associato di fisica teorica – presso la Sapienza Università di Roma e consulente scientifico della mostra

Catalina Oana Curceanu, Primo Ricercatore presso INFN – Laboratori Nazionali di Frascati

Felice Farina, autore del film

Guglielmo M. Tino, Professore ordinario di fisica atomica, Dip. di Fisica e Astronomia – Università di Firenze

IndirizzoMAXXI, via Guido Reni 4A

Orario: ore 19

Ingresso: 5,00 euro

Bambini a Roma

#spiegonebambini: in questa guida troverete tutti gli eventi nel weekend, a Roma, per i vostri bambini

National Geographic Festival delle Scienze

Le cause delle cose

Auditorium Parco della Musica – viale Pietro De Coubertin 30, Roma

Il tema, fondamentale che accompagnerà fino al 22 aprile gli eventi del National Geographic Festival Delle Scienze all’Auditorium Parco della Musica di Roma è il rapporto che esiste tra Causa ed Effetto.

In programma oltre 200 attività educational gratuite per avvicinare i bambini dai 5 anni al mondo della Scienza, laboratori, giochi, mostre, spettacoli e incontri, gestiti dai migliori Educatori e Divulgatori Scientifici, fino alla celebrazione della giornata mondiale della Terra, Earth Day, domenica 22 aprile.

Il programma completo sul Sito Web.

EUREKA! in biblioteca. Il bello della scienza a portata di mano

Biblioteche di Roma

Continua, a cura di Biblioteche di Roma, fino al 22 aprile, il programma di eventi: “EUREKA! in biblioteca. Il bello della scienza a portata di mano”, nell’ambito del National Geographic Festival delle Scienze.

Le proposte delle Biblioteche di Roma, spaziano dalle proiezioni, alle presentazioni di libri, dalle letture e dibattiti, ai laboratori didattici, dalle mostre nei Musei e nelle biblioteche, ai laboratori didattici nelle scuole, dalle passeggiate, alle ciclo-passeggiate.

Le attività sono suddivise in sei macro-aree tematiche alle quali corrispondono altrettanti gruppi di biblioteche ognuna con una capofila: La biblioteca Vaccheria Nardi per Astronomia e Astrofisica, la biblioteca Pier Paolo Pasolini per Scienze Naturali, la biblioteca Guglielmo Marconi per Fisica, la biblioteca Franco Basaglia per Matematica, la biblioteca Gianni Rodari per Benessere/Salute/Ambiente e la biblioteca Casa delle Letterature per Linguaggi della Scienza.

Il programma completo sul Sito Web.

Concerti a Roma

19, 20, 22, 23, 25, 26, 28, 29 aprile

Jovanotti – Palalottomatica (ore 21; Biglietti da € 49,75)

20 aprile

Girls in Hawaii – Monk Club (ore 22; Biglietti da € 12,00)

20 aprile

Armaud – Pierrot Le Fou (ore 22; Ingresso con tessera associativa)

22 aprile

Maneskin – Teatro Quirinetta (ore 21)

 

 

Etichette:
Offerta Libraccio 2018

Non perderti un evento a Roma!

Ricevi solo eventi utili grazie alla nostra Newsletter

Aggiungiti alla community!