Pubblicato in: News

Ulisse e street food: gli eventi a Roma nel weekend dal 9 al’11 marzo

eventi roma weekend
Roma credits Pixabay

Presentazioni di libri, convegni, feste, concerti, degustazioni, spettacoli teatrali e rassegne cinematografiche: nel nostro #spiegoneweekend trovi sempre le migliori iniziative per il tuo tempo libero nella Capitale. Questo fine settimana capitolino sembra finalmente portare un po’ di sole, è dunque l’occasione ideale per partecipare alle numerose attrattive della città. Di seguito qualche consiglio.

Concerti a Roma

Pop, cantautorato, rock, jazz, techno: i concerti del weekend a Roma

Dal 10 al 30 marzo segnaliamo la rassegna Vinile Live al Palazzo delle Esposizioni. Un gruppo di cantautori italiani è stato chiamato a scegliere un artista di riferimento e reinterpretarne i brani nelle sale espositive: il risultato è una rassegna unica che vedrà esibirsi Roberto Angelini, Silvye Lewis, Roberto Vigliar, Bobo Rondelli, Filippo Gatti, Ilaria Graziani e Francesco Forni. 

Per gli amanti della canzone italiana Gianni Morandi si esibirà al Palalottomatica sabato 10 marzo dalle ore 21 al costo di 30€. 

Per chi invece predilige un genere più underground venerdì 9 marzo al Quirinetta ci sarà Yellow Cloud, al costo di 15€. Sempre sabato 9 il Monk Club presenta Willy Peyote una delle figure più interessanti dell’ultimo rap – hip hop italiano, il prezzo è di 15€ a biglietto.

Venerdì 9 Muccassassina ti regala un anticipo d’estate. Il Circuit Festival infatti farà tappa a Roma. Il festival gay più iconico del pianeta regala alla capitale un super dj set con Flavio Zarza (Matinée Resident Dj) ed Enrico Meloni (Mucca Resident Dj) ragazzi da urlo e tantissimi gadgets per gli ospiti della serata. In pop floor un nuovo scintillante appuntamento di Diamond Lovers con le drag queen accompagnate dalla Muccassassina dance. Infine, Nell’amatissima sala italian music revival & Reggaeton tutto il meglio della musica italiana e delle grandi hits del passato. Per concludere ci sarà l’Only gentlemen party nella Toilet Zone con l’imperdibile appuntamento alle ore 3.00 con il Sexy Naked Gogos Show + xxx cinema e la richiestissima labirynth area con il meglio della tech house music dei Djs del festival.

Cinema a Roma

Il nostro #spiegonecinema vi tiene aggiornati sulle migliori proiezioni nonché rassegne cinematografiche nella Capitale

Proiezione di La Danza de la Realidad di Alejandro Jodorowky

9 marzo

Selezionato al Festival di Cannes 2013 e dopo grandi sforzi finalmente distribuito anche in Italia da Garabombo, arriva dopo ben 23 anni di attesa il penultimo straordinario film di Alejandro Jodorowsky, il regista cult di Santa Sangre e di La montagna Sacra. Un’autobiografia immaginaria che rilegge gli anni dell’infanzia del rivoluzionario scrittore, fumettista, saggista, drammaturgo, cineasta, tarologo e poeta cileno, in una catena di ricordi e sogni, grottesca e straniata.

Figlio di emigranti ucraini esiliati in Cile, Jodorowsky reimmagina la propria infanzia, conservando la verità dei personaggi ma trasponendo gli eventi in un universo poetico. In questa biografia immaginaria, Alejandrito cresce nella merceria “Ukrania” del padre, ateo e severissimo, che lo costringe a prove di resistenza fisica e coraggio eroico, mentre la madre, le cui parole escono sotto forma di canto, rappresenta un porto sicuro e sentimentale.

Ma è proprio il padre, Jaime, il vero protagonista di questo poema epico che lo vede passare dallo stalinismo convinto alla fascinazione per il dittatore don Carlos Ibañez, che si era ripromesso di uccidere, fino alla redenzione e alla riscoperta di sé.

C’è veramente tanto di tutto in questo racconto: ci sono l’Odissea di Omero, l’Amarcord di Fellini, il Vangelo (la parabola di Jaime lo vedrà prima storpio poi falegname poi martire), ci sono estratti dai libri dell’autore stesso e c’è la psicomagia da lui teorizzata (anche se qui mai nominata), affidata alla figura della madre, che guarisce il marito dalla peste e dall’infermità e il figlio dalla paura dell’oscurità.

Il racconto è lungo, dunque, ma straordinariamente coerente nella resa visiva, nonostante le continue invenzioni sceniche e l’avvicendarsi di costumi fantasiosi e situazioni spettacolari (come la mostra canina o la morìa di pesci sulla battigia).

Indirizzo: Cineclub Detour, via Urbana, 107

Orario: 21

Ingresso: riservato ai soci con tessera annuale 4 euro + 5 euro contributo film

Proiezione di Mon Oncle di Jacques Tati

10 marzo

Alla Casa del Cinema, per la rassegna dedicata al cinema di Jacques Tati, si proietta il film più esilarante e colorato del regista, Mon Oncle.

La pellicola mette a confronto due mondi completamente diversi: quello iper-moderno della famiglia Arpel, con quello bucolico e popolare di Hulot, zio strampalato e prediletto del piccolo Gerard. Attraverso una comicità elegante e irresistibile, il regista francese svela le contraddizioni di una società rigida e “di plastica”, e la necessità del gioco come unica via di fuga. Tati definisce il suo stile inconfondibile nella cura maniacale della scenografia e del suono come veri protagonisti della messa in scena.

IndirizzoCasa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1

Orario: 16.30

Ingresso libero

Proiezione di L’Arte viva di Julian Schnabel di Pappi Corsicato

11 marzo

Mentre Julian Schnabel sta preparando la sua retrospettiva alla fondazione Peter Brant in Connecticut, il suo amico Lou Reed muore. Il dolore provocato da questo evento si ripercuote necessariamente nella vita di Julian e diventa il fulcro centrale del documentario.

Scavando nel passato dell’artista emergono le origini familiari, gli inizi di carriera, l’arrivo sulla scena artistica della fertilissima e polimorfa New York degli anni ’80, il suo crescente desiderio di fare film, e anche le sue crisi da uomo e artista.

Tutti elementi approfonditi attraverso video dell’artista e sull’artista, racconti di Julian stesso e dei suoi familiari e la sua turbolenta relazione lavorativa con Mary Boone, sua prima gallerista. E per cogliere la vera essenza di Julian Schnabel, ecco le fondamentali testimonianze dei suoi amici Al Pacino, Christopher Walken, Jeff Knoons e David La Chapelle, le minuziose preparazioni delle mostre, lo spaccato della vita privata di Julian e del suo rapporto con i figli.

IndirizzoCasa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1

Orario: ore 19

Ingresso libero

Le mostre a Roma

Il nostro #spiegonemostre vi informa di tutti gli eventi culturali e espositivi della Capitale

La Street Art vista attraverso gli scatti di 7 fotografi

Biblioteca Aldo Fabrizi – Via Treia, 14

Dal 10 al 30 marzo presso la Biblioteca, arriva una mostra fotografica sulla Street Art a Roma con particolare riguardo alle realizzazioni fatte nel quadrante est di Roma. La location individuata è nel cuore di un quartiere, San Basilio, che ha avuto uno degli interventi di Street Art tra i più importanti di Roma. Espongono 7 tra i migliori fotografi del settore: Andrea Mercanti, Gabriele Ferramola, Leonida Pignatelli, Marco Lo Rocco, Mimmo Frassineti, Rita Restifo e Silvia Brutti.

La mostra evidenzierà la diversa visione di ogni fotografo nell’immortalare, in uno scatto, le diverse sensazioni e emozioni che riesce a cogliere. Ciascun fotografo offrirà la sua interpretazione delle opere fotografate e porterà a conoscenza del pubblico le diverse tipologie di Arte che si pratica in strada.

Programma dell’evento

10 marzo ore 10,00

Inaugurazione mostra fotografica nella quale interverranno Lucia Vitaletti (Responsabile Biblioteca Aldo Fabrizi), Francesco Galvano (Presidente “Arte e Città a Colori”), Saranno presenti i fotografi che espongono.

Lastlife

Maam, museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz – Via Prenestina 913

Il concept, nato da un’idea di Sergio Angeli, è una riflessione sulla caducità e sulla speranza, sulla morte e sulla rigenerazione. La natura, osservata e compianta durante e dopo la sua fine, è lettura decodificata di umane parabole e terrestri traiettorie.

La mostra itinerante è composta da 7 dipinti, 3 fotografie che documentano l’installazione vivente e 12 lavori su carta.

Il progetto sarà presentato per la prima volta al MAAM – Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz il 10 marzo e l’11 marzo e in quell’occasione l’artista Sergio Angeli e il fotografo Marino Festuccia doneranno alla sede espositiva un quadro e una fotografia della serie Lastlife che entreranno così a far parte della collezione permanente del Museo.

Prologo e compimento della esibizione al MAAM sarà la performance elettro-tribale degli Ipnoteka in un crescendo di ritmi ancestrali e influenze contemporanee.

Orario: dalle ore 16:00 alle 17:30

Ingresso gratuito

Bambini a Roma

Il nostro #spiegonebambini vi informa dei migliori eventi dedicati ai più piccoli

Ho sognato un teatro – L‘amore delle tre melarance

Teatro Di Documenti – Via Nicola Zabaglia 42, Roma

Sabato 10 e domenica 11 marzo andrà in scena lo spettacolo teatrale interattivo per bambini “Ho sognato un teatro – L‘amore delle tre melarance”, di e con Piera Fumarola, in arte “Prilla”, la fiaba di Carlo Gozzi su musiche di Prokofiev. Uno spettacolo interattivo dove i piccoli spettatori saranno chiamati a svolgere i tanti ruoli che la favola propone.

Orario: ore 15:45

Biglietto: bambini 8,00 euro; adulti 9,00 euro più 3,00 euro per la tessera.

Per informazioni e prenotazioni: 338 965.68.58.

Vi presento Monet, pittore impressionista

Appuntamento al Complesso del Vittoriano, Piazza Venezia, Roma

Domenica 11 marzo l’associazione Cicero in Rome organizza “Vi presento Monet, pittore impressionista”, una visita guidata con attività didattica per bambini e famiglie alla mostra su Monet in corso al Vittoriano.

Orario: dalle 16:40 alle 18:40 (da confermare alla prenotazione)

Per ulteriori dettagli e prenotazioni consultate il sito ufficiale.

A spasso per Roma con i vostri bambini

L’associazione Rome4u Roma e Lazio x te propone un programma di visite guidate indirizzate a bambini e ragazzi per far conoscere ai più giovani la città, la sua storia, le sue leggende e i suoi segreti:

  • Sabato 10 marzo alle ore 15:30. Il segreto dei Cavalieri di Malta, la ricerca del Santo Graal e le meraviglie del Colle Aventino.
  • Domenica 11 marzo alle ore 11. Caccia al Tesoro nel giardino incantato di Villa Torlonia e della Casina delle Civette – Una visita guidata con caccia al tesoro per bambini dai 4 ai 10 anni.
  • Domenica 11 marzo alle ore 15:30. Scopriamo insieme se Traiano aveva un banco al Mercato? – Una visita guidata per bambini ai Mercati, a Foro e alla Colonna di Traiano.

Teatro a Roma

Il nostro #spiegoneteatri vi indica le migliori rassegne teatrali a Roma

Canto la storia dell’astuto Ulisse

dal 9 all’11 marzo

Nell’ambito delle proposte della rassegna Il teatro fa grande, dal 9 all’11 marzo al Teatro India va in scena Canto la storia dell’astuto Ulisse nella rivisitazione di Flavio Albanese, il racconto avventuroso e ricco di scoperte dell’Odissea, che parte dalla fine della Guerra di Troia, segue le peripezie dell’eroe acheo nei lunghi anni di peregrinazione nel Mediterraneo, fino al ritorno ad Itaca. Un viaggio che diventa metafora del percorso che ognuno di noi compie dentro e fuori di sé durante la propria esistenza. Il filo della narrazione passa attraverso gli episodi e i personaggi più noti del poema di Omero le cui immagini sono suggerite dalle figure d’ombra create dagli elementi scenografici di Emanuele Luzzati realizzati da Teatro Gioco Vita. Un classico dedicato al pubblico più giovane a dimostrazione che la forza del mito, anche nel XXI secolo, è in grado di suggerire nuove chiavi di lettura sul nostro passato orientando il nostro futuro.

Orario: 

  • 9 marzo ore 10.30
  • 10 e 11 marzo ore 16.00

spettacolo dagli 8 anni

Indirizzo: Teatro India – Lungotevere Vittorio Gassman, 1,

Prezzo:

  • bambini 5,00 €
  • adulti 8,00 €

Il Topo Del Sottosuolo

Teatro Belli, dal 9 all’11 marzo

Svidrigajlov è un personaggio straordinario, cui Dostoevskij dedica molte paginenella seconda parte di Delitto e castigo. Essendo il suo un romanzo uscito a puntate, l’autore si è potuto permettere digressioni dalla linea narrativa principale, approfondendo personaggi, fatti e situazioni che incontrano solo sporadicamente la trama principale.

Svidrigajlov, incallito giocatore che scommette su se stesso per tutta la vita, giocando ai limiti del consentito una partita senza esclusione di colpi col destino, si innamora di Dunja, la candida sorella di Raskolnikov e incrocia il destino del protagonista anche perché origlia una scomoda confessione che egli fa a Sonja.

Da questi intrecci Dostoevskij si discosta per farci conoscere Svidrigajlov dall’interno, penetrando in soggettiva nella sua mente contorta e piena di contraddizioni e raccontandoci il passato di un uomo che si definisce “malato”, come il protagonista delle Memorie dal sottosuolo.

E anche lui, infatti, è un personaggio del sottosuolo, anzi, un topo, come quelli che vede in un delirio di allucinazioni nell’ultima notte della sua vita, quella che precede il suicidio, estremo e definitivo atto di coraggio e di sfida alla morte.

Con questo spin off che stringe il fuoco su un personaggio strepitoso di Delitto e castigo, possiamo rendere merito ad alcune pagine di grande impatto teatrale e approfondire dei temi che ci stanno molto a cuore – in particolare il rapporto tra uomo e donna che diventa quello tra vittima e carnefice in costante mutamento tra loro.

Indirizzo: Piazza di Sant’Apollonia 11

Orario: ore 21

Prezzi: intero 20,00 euro; ridotto 15,00 euro

Cronache di un bambino anatra

Teatro Biblioteca Quarticciolo, 10 e 11 marzo

Il 10 e l’11 marzo andrà in scena al Teatro Biblioteca Quarticciolo “Cronache di un Bambino Anatra” di Sonia Antinori. Lo spettacolo affronta il tema della dislessia ed è il frutto di due anni di ricerca sul campo, in cui l’autrice ha incontrato persone con disturbi di apprendimento, genitori, insegnanti e studiosi.

Cronache di un bambino anatra è incentrato sul tema della differenza, a partire dalla difficoltà di lettura che riguarda una percentuale altissima di individui (in Italia dal 3% al 5% dei bambini, nei paesi anglofoni addirittura il 17%). Solo da qualche anno è stata riconosciuta la nozione di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) sollevando così da un giudizio di valore bambini a lungo vittime di una generale incomprensione.

Ne è scaturito uno spettacolo semplice come una fiaba, con personaggi riconoscibili (una madre, un figlio) e una struttura classica, in questo caso raccontata con salti temporali per coprire cinquant’anni di vita, dall’infanzia del figlio negli anni Sessanta fino ai giorni nostri.

Indirizzo: via Ostuni 8

Orario: ore 21

Prezzi: intero 10,00 euro, ridotto 8,00 euro

Le prénom – Cena tra amici

Teatro Ambra Jovinelli, 11 marzo

Serata conviviale a casa di due professori (liceo lei, università lui) dichiaratamente di sinistra. Tra parenti e amici inizia un gioco di provocazione e di verità che si allarga sino a diventare il ritratto di una generazione: tra piccole meschinità e grandi sentimenti.

Una sera come tante altre tra cinque amici quarantenni. Tutti appartenenti alla media borghesia. Oltre ai padroni di casa, ci sono il fratello di lei che fa l’agente immobiliare e la sua compagna in ritardo a causa di un impegno di lavoro con dei giapponesi, mentre l’amico single (sospettato di essere omosessuale) è trombonista in un’orchestra sinfonica. Quella sera, il fratello comunica alla compagnia che diventerà padre. Felicitazioni, baci e abbracci. Poi le solite domande: sarà maschio o femmina, che nome gli metterete?

Il futuro papà non ha dubbi che sarà maschio; ma lo sconcerto nasce quando egli comunica il nome che hanno deciso di mettere al figlio. Un nome che evoca imbarazzanti memorie storiche. Il dubbio è che si tratti di uno scherzo, ma la discussione degenera ben presto investendo valori e scelte personali. Tra offese reciproche che non mancano di ferire tutti (nessuno escluso), nasce così il ritratto di una generazione allo sbando, dove tutti hanno qualche segreto da nascondere o da rinfacciarsi.

Lo spettacolo, prodotto dallo Stabile di Genova e diretto da Antonio Zavatteri, è interpretato da Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Davide Lorino, Aldo Ottobrino e Gisella Szaniszlò.

Una commedia scoppiettante, ricca di colpi di scena e di quell’ironia forte tipica della tradizione francese che sfocia nella risata da vaudeville senza cedere ai ritmi della farsa.

Indirizzo: via Guglielmo Pepe, 45

Orario: da martedì a sabato ore 21; sabato ore 16.30; domenica ore 17

Prezzi: da 17,00 a 36,00 euro

 Food a Roma

Il nostro #spiegonefood vi indica tutti i migliori eventi della capitale per restare sempre in linea con golosità e prelibatezze

Festa del cioccolato a Roma

Piazza dei Re di Roma

L’8 marzo la città eterna proclamerà l’ottavo Re di Roma, “il cioccolato artigianale” che si terrà fino all’11 marzo.

Con il patrocinio del VII Municipio di Roma Capitale e la collaborazione dell’Associazione Commercianti di Via Appia Nuova, per ben quattro giorni il cioccolato Artigianale della Choco Amore (ass. naz. Cioccolatieri) sarà il Re indiscusso di tutta la Città tra animazione, didattica ed intrattenimento dove Roma renderà questo grandioso tributo al Cibo degli Dei.

Il tour delle Feste del Cioccolato Nazionali è l’unico evento gastronomico monotematico esistente che si manifesta non solo come fiera-mercato, ma promuove e muove tutta la cultura che interessa questo nobile e affascinante alimento. Anche la FIP (fed.ital.pasticceri) crede e promuove questo tour tanto da essere parte integrante del progetto, partecipando attivamente alla festa di Roma con la presenza dei loro più validi esponenti della pasticceria e cioccolateria capitolina.

Promuovere le proprietà benefiche del cioccolato artigianale è molto importante: aiuta a scegliere il cioccolato “VERO” rispetto a quello industriale. Antidepressivo, antiossidante, aiuta il cuore, la circolazione ed accelera il metabolismo: il cioccolato artigianale non fa male e la Festa di Roma è un’occasione unica per acquistare prodotti sani che non sono reperibili nella grande distribuzione.

Gli stand dei Maestri Cioccolatieri provenienti da tutto lo stivale sono organizzati come vere e proprie boutique del gusto ed ognuno propone le proprie specialità in base alla lavorazione, alla scelta del cacao e alla regione di provenienza. Infatti, i maestri cioccolatieri provengono un po’ da tutta Italia spaziando dalla Sicilia al Veneto, passando per la Calabria, Puglia, Basilicata, Campania, Toscana, Emilia, Lombardia e Piemonte.

Assolutamente da non perdere i laboratori didattici per bambini sulla lavorazione del cioccolato, ed Il CHOCO PLAY, impara giocando, un mezzo simpatico per avvicinare i bimbi più piccoli al cacao. Ma anche per gli adulti sarà possibile assistere ad alcune dimostrazioni sulla lavorazione del cioccolato a cura del Maestro Moroni dell’omonima cioccolateria di Piazza Tuscolo, ed ancora ci sarà la realizzazione live di una scultura su di un blocco di 100kg di puro cioccolato ad opera dell’artista friulano Stefano Comelli.

Orario: dalle 10

Oreo & Red Velvet Weekend

Bakery House – Via Riano, 15 (Ponte Milvio) – Bakery House Corso Trieste 157 (Piazza Istria)

Sabato 10 e domenica 11 marzo negli store Bakery House arriva l’Oreo & Red Velvet Weekend. Sarà possibile assaggiare tanti prodotti a base di Oreo e a base di Red Velvet creati esclusivamente per questa occasione.

Durante queste due giornate, oltre a tutti i classici prodotti Oreo & Red Velvet, da Bakery House troverete anche: Oreo Donut, Oreo Roll, Oreo Cookie, Truffles e tanti altre prelibatezze.

I prodotti saranno disponibili anche durante l’ora del Brunch (dalle 9.30 alle 16.00) e durante la cena. Per queste fasce orarie è consigliata la prenotazione. Tutti i prodotti saranno disponibili anche per l’asporto.

Corso Trieste (Piazza Istria) – Tel. 06.94377841
Via Riano (Ponte Milvio) – Tel. 06.88805526

Orario:

Ponte Milvio:

  • Sabato 10 – dalle 9.30 alle 2.00 di notte
  • Domenica 11 – dalle 9.30 alle 24.00

Piazza Istria:

  •  Sabato 10 – dalle 9.30 alle 24.00
  • Domenica 11 – dalle 9.30 alle 23.00

Street Food Parade a Roma

Piazza San Giovanni Bosco

Dal 9 all’11 marzo Roma diverrà non solo Capitale d’Italia ma anche capitale del cibo di strada su ruote, arriva infatti la Street Food Parade: tre giorni dedicati alla degustazione e valorizzazione del food & beverage di strada.

Supplì, arancine, olive ascolane ma anche hamburger, cartocci di pesce e dolci. Tutto il meglio delle cucine da strada concentrato in Piazza San Giovanni Bosco.

Orario:

    • venerdì 9 marzo stand aperti dalle 18:00 alle 00:00
    • sabato 10 marzo stand aperti dalle 12:00 alle 00:00
    • domenica 11 marzo stand aperti dalle 12:00 alle 00:00

Libri a Roma

Il nostro #spiegonelibri vi informa di tutti gli eventi letterari a Roma

Come nasce un libro per bambini – La zebra Righella

Teatro Trastevere, Via Jacopa de’ Settesoli 3, Roma

Domenica 11 marzo 2018, alle ore 11.00, l’autrice e illustratrice Monia Margheriti incontrerà i piccoli lettori e i loro genitori. Si parlerà di come nasce un libro per bambini e seguirà la lettura del suo ultimo racconto, “La zebra Righella e il sacchetto magico” (AG Book Publishing). E per concludere una bella merenda per tutti!

La piccola zebra Righella riceve in dono dalla mamma un sacchetto magico. Un giorno, durante un viaggio in aereo che deve portarla in Africa, cade giù per errore e si ritrova in mezzo a una mandria di cavalli. All’inizio, viene esclusa dal gruppo perché considerata diversa. Poi, pian piano, fa amicizia con il puledro Lino che la aiuterà a essere accettata anche dagli altri. Il sacchetto magico si rivelerà prezioso per salvare Righella da una situazione di grande pericolo e per ritrovare i suoi genitori.

Orario: 11.00

Psyche in Barocco. Da Napoli a Parigi: dal racconto fiabesco al teatro di Corte

Bibliotheca Angelica – Piazza di Sant’Agostino, 8

Venerdì 9 alla Biblioteca Angelica si terrà un convegno sul racconto fiabesco e il teatro di Corte tenuto da Michele Rak, teorico delle dinamiche delle culture e della funzione dei linguaggi d’arte nel mutamento sociale. È un critico letterario, considerato tra gli studiosi europei del patrimonio culturale. Dal 9 febbraio 2012 è stato nominato dal Parlamento Europeo uno dei 13 esperti per il marchio del patrimonio culturale europeo.

Rak ha condotto diversi studi nel settore umanistico, come la struttura della tradizione letteraria (i generi della letteratura d’intrattenimento, la società letteraria, la fiaba; la comunicazione del patrimonio culturale e la funzione sociale dell’immagine; e le fasi della Modernità – dal Barocco alla cultura mediale.

Orario: 17.00

Etichette:
Offerta Libraccio 2018

Non perderti un evento a Roma!

Ricevi solo eventi utili grazie alla nostra Newsletter

Aggiungiti alla community!