Pubblicato in: News

Mostre, teatro, cinema e tanta musica: gli eventi a Roma nel weekend dall’1 al 3 febbraio 2019

Anna TatananniAnna Tatananni 11 mesi fa
Eventi Roma weekend
Photo AT

Musica, cinema, arte, food, attività per bambini e molto altro, ecco il nostro #spiegoneweekend per segnalarvi tutto quello che proprio non potete perdervi nel fine settimana romano da venerdì 1° a domenica 3 febbraio 2019.

Inoltre non mancate di consultare la nostra guida sui musei e siti aperti a Roma con Domenica al Museo.

Eventi weekend

Music Day Roma

Hotel Mercure Roma West – Via degli Eroi di Cefalonia 301, Roma

Sabato 2 e Domenica 3 Febbraio, si terrà il Music Day Roma – XXIII Fiera del Disco, su iniziativa dell’Associazione Culturale “Per un pugno di dischi”, con il Patrocinio della Regione Lazio e le partnership di “Radio Rock”, radio ufficiale della manifestazione e di “Classic Rock”, il magazine musicale più venduto in Italia e di Vinile.

Saranno presenti espositori provenienti da tutta Italia con dischi in vinile, cd, poster, riviste, oggettistica, memorabilia, a cui si affiancheranno incontri con protagonisti del mondo musicale, presentazioni di dischi, libri e dvd.

Programma degli incontri:

Sabato 2 febbraio

  • Ore 11.30 – Black Widow presenta “The Leprechaun’s pot of gold” del gruppo Nuova Idea, con il batterista Paolo Siani ed il tastierista Giorgio Usai.
  • Ore 15.30 – Beat Records Company presenta, per la prima volta su Cd, la colonna sonora completa di “Cannibal Holocaust”, firmata Riz Ortolani.
    Il regista parlerà anche del suo ultimo film “Ballad in Blood” mentre il produttore e Direttore della fotografia Davide Mancori presenterà il suo libro “Tre mani di cinema”.

Domenica 3 febbraio

  • Ore 11.30 – Convegno “Il Vinile: ritorno culturale o moda passeggera?”, in collaborazione con Welcome to the Jungle Record Store. Giornalisti, discografici e operatori del settore riuniti attorno a un tavolo per discutere del presente e del futuro del disco in vinile, delle nuove forme di diffusione della musica e delle politiche culturali nel settore.
  • Ore 15.30 – Presentazione del libro “La mia guida Jazz” di Aldo Pedron. Incontro condotto dal giornalista, autore televisivo e storico della musica Michele Bovi.

Orario: dalle 10 alle 19

Biglietti: 3,00 euro con tesseramento gratuito

Sito web 

Francesco Gazzara & The Piano Room in Concerto

Auditorium Lo Sciamano – via Costantino Morin 30, Roma

Venerdì 1° febbraio Il compositore e tastierista romano Francesco Gazzara presenta dal vivo il nuovo concept album di The Piano Room: “2084”. Un appuntamento speciale tutto dedicato a questo originale lavoro tra tastiere progressive ed elettroniche e letteratura distopica.

A 70 anni dalla pubblicazione del libro “1984” di George Orwell e ispirata parzialmente al romanzo “2084: The End Of The World” scritto nel 2015 dall’autore algerino Boualem Sansal, l’opera è anche un tributo all’album “1984” di Anthony Phillips (primo chitarrista e fondatore dei Genesis), capolavoro innovativo della scena progressive rock e dell’elettronica nei primi anni ’80.

L’intero concept album, diviso in quattro parti, è composto, arrangiato e suonato gestendo un intero arsenale di sintetizzatori come una vera orchestra sinfonica.

Orario: 21

Biglietti: 5,00 euro

Ultimi Romantici: Performance Musicale e Reading

Castello di Santa Severa – via Aurelia, Km 52,600, Santa Marinella (Roma)

Domenica 3 febbraio, il Castello di Santa Severa, lo spazio della Regione Lazio gestito da LAZIOcrea in collaborazione con Comune di Santa Marinella, MiBAC e Coopculture, ospita “Ultimi Romantici” una performance musicale e reading del duo Claudio e Diana.

Una chiacchierata con pillole musicali dei migliori classici napoletani di sempre, totalmente sui generis, fatto di parole, musica e video, per ripercorrere la biografia dei 30 anni di carriera di Claudio e Diana curata dal giornalista Luigi Coppola con prefazione di Tony Esposito.

Orario: 15:30 – 16:30

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Dialoghi su Roma – Zerocalcare e Ascanio Celestini

MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo – via G. Reni 4/a, Roma

Venerdì 1° febbraio al Maxxi in occasione della mostra “Zerocalcare. Scavare Fossati Nutrire coccodrilli”, il fumettista si confronta con il poliedrico Ascanio Celestini: attore, regista, scrittore, narratore, una voce in grado di suscitare nuove riflessioni e farci assumere punti di vista inaspettati.

Introduce Giovanna Melandri Presidente Fondazione MAXXI e modera Marco Damilano Direttore de l’Espresso.

Orario: 18 – 19:30

Biglietti: 5,00 euro. Gratuito con il biglietto della mostra acquistato il giorno stesso e per possessori della card myMAXXI, fino a esaurimento posti disponibili.

L’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo o al museo e alla mostra Zerocalcare entro una settimana dall’emissione.

Per i dettagli sulla mostra consultate il nostro articolo.

Romasposa 2019

Centro Congressi La Nuvola di Fuksas – Viale Asia 40, Roma

Da giovedì 31 gennaio a domenica 3 febbraio torna l’appuntamento con RomaSposa – Salone Internazionale dell’Abito da Sposa alla Nuvola di Fuksas.

Quattro giorni dedicati alle migliori soluzioni per le nozze con le proposte di 300 espositori e oltre 2000 brand, tra abiti, location, intrattenimento, foto, bomboniere, viaggi di nozze e la consulenza di makeup stylist, hair stylist e wedding planner.

La manifestazione è arricchita dall’area “Wed Academy”, uno spazio riservato a workshop, incontri e conversazioni tra i futuri sposi e i maggiori esperti dei diversi settori, dalla “Beauty Zone”, con professionisti e artisti del settore e dal Cooking Show, dove assistere in diretta alla preparazione di piatti tradizionali e di tendenza per scegliere il proprio menù, con abbinati i vini per ogni piatto.

Orario: giovedì e venerdì 15 – 20; sabato e domenica 10 – 20

Biglietti: giovedì e venerdì 5,00 euro; sabato e domenica 8,00 euro

Moreno Romagnoli Bossa Project

Teatro Keiros – via Padova 38a, Roma

Sabato 2 febbraio i Bossa Project del saxofonista Moreno Romagnoli rendono omaggio al più importante compositore brasiliano, Antônio Carlos Jobim, attraverso la rivisitazione dei suoi migliori brani con arrangiamenti personali.

Moreno Romagnoli (Sax Tenore), Daniele Bragaglia (Chitarra Jazz), Giampaolo Scatozza (Percussioni), Ospite: Fiammetta D’arienzo (Voce).

Orario: 21

Biglietti: 12,00 euro, tessere associativa: 3,00 euro

Prenotazioni: 06 44238026; email teatrokeiros@gmail.com

Eventi per bambini a Roma

Tutto quello che dovete sapere sulle iniziative per bambini nella capitale lo trovate nel nostro #spiegonebambini

Caccia al Tesoro di Pippi Calzelunghe

Giokificio – via di Quarto Peperino 39, Roma

Sabato 2 febbraio il Giokificio propone una divertente Caccia al Tesoro per far viaggiare i bambini con la fantasia nel mondo di Pippi Calzelunghe. Un gioco di squadra incentrato sulla collaborazione, la partecipazione e lo stimolo delle singole capacità per raggiungere un obiettivo comune.

Nella ricostruzione reale della casa di Pippi, la bimba nata dalla fantasia di Astrid Lindgren che, cercando di esprimere la propria personalità, unica e speciale, inciampa ogni tanto in qualche birbanteria.

Età: dai 3 ai 9 anni.

Orario: 16:30

Biglietti: 12,00 euro incluso l’ingresso in Ludoteca.

Prenotazione obbligatoria: 338 3609134 petracheng@yahoo.it

Sito Web

Supermagic 2019 Alchimie

Teatro Olimpico – Piazza Gentile Da Fabriano 17, Roma

Dal 24 gennaio al 3 febbraio, al Teatro Olimpico a Roma, si esibiranno i più grandi illusionisti e prestigiatori provenienti da tutto il mondo.

Lo spettacolo di varietà magico più grande d’Europa con la 16ª edizione, rinnova il suo stile e porta il pubblico indietro nel tempo, in un passato fatto di rituali alchemici, pietre filosofali e veggenti stregoni.

Otto incredibili talenti illusionisti e prestigiatori sullo stesso palco, uno staff di oltre 20 artisti, 2 ore di indimenticabile spettacolo, 80 operatori, tra sorprendenti apparizioni, levitazioni e illusioni mai viste prima in Italia.

Orari: tutti i giorni ore 21, sabato ore 16.30 e 21.00, domenica ore 15.30 e 18.30

Nel nostro articolo i dettagli dello spettacolo.

Mostre

Lo #spiegonemostre offre una scelta diversificata delle mostre a Roma.

Joint is Out of Time

22 gennaio – 2 giugno 2019 – Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, viale delle Belle Arti, 131

Un nuovo innesto che ridefinisce l’attuale allestimento delle collezioni rinnovandole con le opere di sette artisti contemporanei di provenienza internazionale. Disseminate in varie sale della Galleria, le opere di Elena Damiani, Fernanda Fragateiro, Francesco Gennari, Roni Horn, Giulio Paolini, Davide Rivalta e Jan Vercruysse si intarsiano nel preesistente delineando l’emergere di un’inedita costellazione il cui disegno appare capace di iscriversi nel corpus di Time is Out of Joint.

Elena Damiani e Fernanda Fragateiro hanno realizzato un’opera ad hoc per gli spazi espositivi della Galleria Nazionale, mentre
Roni Horn e Francesco Gennari hanno collaborato attivamente alla definizione della loro presenza in mostra. L’artista belga Jan Vercruysse – scomparso prematuramente il 27 febbraio di quest’anno e molto legato all’Italia – è oggetto di un omaggio concertato con le figure a lui più vicine.

Giulio Paolini coniuga la presentazione di un’opera concepita espressamente per uno degli spazi di accesso della Galleria con il riallestimento di due lavori esposti nel 1988 in occasione della personale che l’artista tenne nel Salone Centrale del museo. Continua invece il lavoro di Davide Rivalta che, attraverso la presenza epifanica delle sue sculture e la loro apparizione spaesante nell’habitat urbano, si misura con la complessità del tempo contemporaneo in relazione al tempo animale.

Orari: dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.30

Biglietti: intero: € 10,00 – ridotto: € 5,00

Picasso. La scultura

fino al 3 febbraio 2019, Galleria Borghese – Piazzale Scipione Borghese 5

La prima mostra in Italia dedicata al Picasso scultore: pensata come un viaggio attraverso i secoli, seguendo il filo cronologico dell’interpretazione plastica delle forme, l’evento presenta 56 capolavori del grande maestro realizzati dal 1905 al 1964, fotografie di atelier inedite e video che raccontano il contesto in cui le sculture sono nate.

Fu durante il suo viaggio a Roma e a Napoli nel 1917 che Picasso ebbe modo di confrontarsi per la prima volta in situ con la scultura dell’antichità romana, con il Rinascimento, ma anche con le pitture murali pompeiane. Una visita alla Galleria Borghese gli permise di studiare le sculture di Bernini, del quale ritrovò le opere anche nella Basilica di San Pietro in Vaticano, che gli svelò inoltre il Michelangelo della Cappella Sistina.

La mostra alla Galleria Borghese tiene conto della sua esperienza di contatto con l’arte italiana per tornare a riflettere su grandi temi legati alla pittura e soprattutto alla scultura dal Rinascimento in avanti.

Orari: dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00

Biglietti: Intero € 15,00 (13,00 + 2,00 di prenotazione); Ridotto € 8,50 (6,50 + 2,00 di prenotazione)

Testimoni dei testimoni. Ricordare e raccontare Auschwitz

dal 27 gennaio al 31 marzo 2019, Palazzo delle Esposizioni

A seguito di un viaggio della memoria ad Auschwitz, centro del devastante Olocausto che ha scosso il Novecento, un gruppo di studenti e di studentesse di alcuni licei romani ha iniziato a immaginare un modo diverso di ricordare quei terribili avvenimenti.

Dall’incontro di questi ragazzi e di queste ragazze con Studio Azzurro è nata “Testimoni dei Testimoni. Ricordare e raccontare Auschwitz”, una mostra da vivere come una esperienza che inviti a compiere un percorso fisico e mentale per mantenere accesa la memoria della storia.

Gli artisti di Studio Azzurro guideranno il visitatore in questa esperienza imbastendo una narrazione destinata alla fruizione collettiva e scandita da una serie di tappe alcune delle quali richiedono la partecipazione attiva dello spettatore.

Orari:

  • Domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 20.00.
  • Venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 22.30

Spettacoli Teatrali

Se siete in cerca di spettacoli teatrali nella capitale, non perdetevi il nostro #spiegoneteatro

La tragedia del vendicatore

Teatro Argentina, dal 23 gennaio al 3 febbraio

Dopo il successo delle sue geniali regie di testi shakespeariani come Cymbeline, Macbeth e Racconto d’inverno, per la prima volta Declan Donnellan dirige una produzione in lingua italiana: La tragedia del vendicatore di Thomas Middleton.

Un connubio di intrighi, corruzione, lussuria, narcisismo e brama di potere sullo scenario di una corte del Seicento spaventosamente contemporanea, in cui si aggirano personaggi ai quale l’autore ha attribuito nomi “parlanti”, così da connotarne fin da subito il ruolo e il comportamento

«Middleton e Shakespeare – spiega Donnellan – si affermarono in una Londra teatro di cambiamenti dirompenti. Era un tempo di boom economico e bancarotta, dominato da un disagio sociale destinato a sfociare nella rivoluzione che avrebbe, alla fine, completamente distrutto il contesto culturale dei due autori. Leggendo Middleton si percepisce una minaccia incombente, che cresce come un tumore invisibile fino a scoppiare, alimentata dal rancore e dall’ingiustizia. Ci parla di un governo corrotto, invischiato in loschi affari, di un popolo che si compra al prezzo dei beni di consumo. Descrive una società ossessionata dal sesso, dalla celebrità, dalla posizione sociale e dal denaro, dominata dal narcisismo e da un bisogno compulsivo di auto rappresentarsi per convincere gli altri – ma soprattutto se stessi – di essere buoni e belli.”

Ecco la nostra recensione.

Indirizzo: Largo di Torre Argentina 52

Orario:

  • prima ore 19.00
  • martedì e venerdì ore 21.00
  • mercoledì e sabato ore 19.00
  • giovedì e domenica ore 17.00

Biglietti: da 12 a 40 euro

Il Maestro e Margherita

Teatro Eliseo,  dal 22 gennaio al 3 febbraio

Il Maestro e Margherita si apre con l’arrivo di Satana (Woland) e della sua bizzarra cricca (il valletto Korov’ev, il gatto Behemot e la strega Hella) nella Mosca degli anni Trenta. La vicenda ha inizio quando Woland, intromettendosi nella conversazione tra il poeta Ivan e l’intellettuale Berlioz, presagisce la vicina morte dello stesso Berlioz; morte che, poco dopo, accadrà proprio sotto gli occhi di Ivan.

Il poeta, sconvolto dall’accaduto e in preda ad una crisi di follia, viene portato in una clinica psichiatrica. Lì incontra il Maestro, uno scrittore condotto alla disperazione dal rifiuto dei critici letterari nei confronti del suo romanzo su Ponzio Pilato e sugli avvenimenti accaduti a Gerusalemme durante il processo di Jeshua e nei giorni successivi alla sua morte.

Nel frattempo, Woland e la sua cricca prendono possesso dell’appartamento del defunto Berlioz e portano scompiglio tra i dipendenti del Teatro di Varietà, dove metteranno in scena uno sconvolgente spettacolo di magia nera. Durante lo spettacolo Margherita, l’amante segreta del Maestro, da lui poi abbandonata, ha il suo primo incontro con Woland. Il giorno dopo viene poi invitata ad andare a casa sua, in quanto prescelta per essere la regina del sabba, il gran ballo demoniaco da lui organizzato.

Margherita accetta e Woland, in cambio, le dà la possibilità di ricongiungersi con il Maestro. Intanto Jeshua invia il suo discepolo Levi Matteo da Woland, per chiedergli di dare al Maestro e Margherita la pace, non potendo essi meritare la luce. Woland raggiunge i due amanti e offre loro, invece, la possibilità di andare agli inferi. Margherita accetta e, dopo aver ucciso il Maestro, si uccide lei stessa. Insieme, i due amanti si dirigono verso gli inferi, dove Woland e la sua cricca hanno già fatto ritorno.

Indirizzo: via Nazionale 183

Orario: martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20; mercoledì e domenica ore 17;
Primo sabato: 16 e 20
Ingresso: da 15 a 35 euro

Cinema a Roma

Gli eventi cinematografici più importanti a Roma li trovati nel nostro #spiegonecinema.

Uno sguardo raro

Istituto Roberto Rossellini e Casa del Cinema, dal 31 gennaio al 3 febbraio 2019

“Uno Sguardo Raro” – the Rare Disease International Film Festival, il Festival di cinema internazionale sul tema delle malattie rare, nasce per raccontare cosa significa vivere in modo diverso e stimolare, attraverso la narrazione cinematografica e audiovisiva, una riflessione su come sia possibile raccontare questo particolare tema con registri di comunicazione innovativi e ad alto impatto emotivo.

I malati rari e le associazioni dei pazienti che li affiancano nel loro percorso quotidiano, fatto di piccole e grandi conquiste, hanno raccolto la sfida di raccontare al mondo la loro realtà e cosi, negli anni, hanno prodotto delle opere in cui aprono il loro complesso universo al pubblico.

Si definisce RARA, infatti, una malattia che colpisce meno di 5 persone su 10.000. Le patologie rarissime ne colpiscono meno di una su un milione. Ma sono rare le malattie, non i pazienti. Infatti, secondo la rete Orphanet, i malati sarebbero oltre il milione e mezzo in Italia e secondo EURORDIS, la rete delle alleanze europee delle MR sforiamo i 30 milioni in EUROPA due milioni.

Per l’edizione 2019, è stato pubblicato un bando di concorso e ad oggi abbiamo ricevuto già 150 opere da 34 paesi, sul tema che abbiamo lanciato “RARO MA NON SOLO”. È importante per la comunità dei rari sapere che sono in tanti e scambiarsi esperienze attraverso paesi e culture diverse, si impara a vedere le cose con altre prospettive e si infrange il senso di isolamento che è uno dei problemi più sentiti dalle persone giovani affette da queste patologie.

Il programma è consultabile qui

A qualcuno piace classico

Palazzo delle Esposizioni, dal 30 ottobre 2018 al 28 maggio 2019

Giunta all’ottava edizione, la rassegna A Qualcuno Piace Classico ripropone la formula vincente che l’ha resa uno degli appuntamenti imprescindibili per tutti gli amanti del cinema della capitale. Anche quest’anno, infatti, tornano alla ribalta 15 capolavori del passato, presentati come sempre in pellicola 35mm e a ingresso libero fino a esaurimento posti, per riscoprire sul grande schermo cineasti di genio come Ozu, Lynch, Dreyer, Preminger, Bresson, Boorman e molti altri.

Promossa dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, dall’Azienda Speciale Palaexpo e da La Farfalla sul Mirino, la manifestazione prende il via martedì 30 ottobre con un gioiello firmato da Woody Allen, La rosa purpurea del Cairo, omaggio alla magia di una Hollywood che non c’è più e al cinema come sogno a occhi aperti. La seconda proiezione in calendario è uno degli eventi speciali di questa edizione, La madre dei Re di Janusz Zaorski: capolavoro girato nel 1982 e bandito per anni dal regime comunista, verrà proiettato in una rara copia 35mmproveniente dall’archivio dell’Istituto Polacco di Roma, nell’ambito dei festeggiamenti per i cento anni della Polonia moderna.

Tra gli altri eventi spiccano la serata dedicata a Per un pugno di dollari di Sergio Leone, in programma il 30 aprile 2019, giorno del trentennale della scomparsa del regista romano, e la proiezione di Sono nato, ma… film muto di Yasujirō Ozu, considerato tra gli esiti più alti del maestro giapponese e accompagnato dal vivo al pianoforte dal Maestro Antonio Coppola.

Grande spazio avrà poi quest’anno il cinema americano degli anni Settanta, con alcuni dei titoli memorabili di quella stagione eclatante, da Un tranquillo week-end di paura di Boorman al mitico (e introvabile) Pink Flamingos di John Waters, dall’esordio di Terrence Malick, La rabbia giovane, all’impegnato Conrack di Martin Ritt. La Hollywood classica sarà rappresentata da due dei suoi artefici più dotati, Preston Sturges con Lady Eva e Otto Preminger con Anatomia di un omicidio, mentre Perfidia di Robert Bresson e Gertrud di Dreyer terranno alta la bandiera del cinema d’autore europeo più intransigente.

Per i “nuovi” classici scenderanno in campo infine tre titoli divenuti negli anni oggetto di culto: Velluto blu di David Lynch, La zona morta di David Cronenberg, tratto da Stephen King, e Il ventre dell’architetto di Peter Greenaway, che il 28 maggio chiuderà la rassegna anche con il suo formidabile omaggio alla bellezza immortale di Roma.

Ingresso gratuito, alle 21

Programma

Indirizzo: via Nazionale 183

Eventi gastronomici

#spiegonefood: la nostra guida sugli eventi culinari a Roma

Festa del tiramisù da Eataly

dall’1 al 3 febbraio – Eataly, Piazzale XII Ottobre 1492

Il dolce italiano per eccellenza a febbraio è protagonista di un weekend di festa da Eataly. Parliamo del tiramisù, celebrato da tantissime pasticcerie che faranno gustare il celebre dessert in tante diverse varianti.

Orari:

Venerdì 1 febbraio | Dalle ore 18.00 alle ore 23.30
Sabato 2 febbraio | Dalle ore 12.00 alle ore 23.30
Domenica 3 febbraio | Dalle ore 12.00 alle ore 23.00

Costi

– 12 gettoni, consigliato per 1 persona | 16,00 € (anziché 18,00 €)
 20 gettoni, consigliato per 2 persone | 27,00 € (anziché 30,00 €)
– 10 gettoni, per gli studenti che possiedono o attivano l’University Card | 12,00 €(anziché 15,00 €)
– 1 gettone | 1,50 €

Ajo e ojo all’Ex Dogana

1 febbraio – Ex Dogana, via dello Scalo di San Lorenzo 10

Dalle 2:00 alle 3:00 all’interno dell’Ex Dogana, per saziare la fame notturna, verrà servito gratuitamente un gustosissimo piatto romano: Ajo e Ojo. Il piatto di pasta sarà garantito solamente per coloro che si accrediteranno nella bacheca dell’eventoe che si presenteranno durante l’orario prestabilito.

Ingresso gratuito, consumazione facoltativa.

Degustazione di cannoli e Caffè Palermo

2 febbraio – Bialetti Store, Piazza Cola di Rienzo 82

Sabato 2 febbraio il Bialetti Store di Roma apre le porte per un’esperienza dal sapore tutto siciliano. In assaggio in anteprima la nuova miscela Palermo della linea “Il Caffè d’itala”, in abbinamento ai cannoli siciliani della pasticceria Ammu per una vera degustazione speciale.

Orario: dalle 16.30

Concerti

1 febbraio

Maldestro – Auditorium Parco della Musica (ore 21; Biglietti da € 13.00)

Diaframma – Monk (ore 22)

2 febbraio

Giovanni Lindo Ferretti – Orion (ore 22.30; Biglietti da €17,25)

3 febbraio

Patrizia Laquidara – Auditorium Parco della Musica (ore 21; Biglietti da € 15.00)

 

Etichette: