Pubblicato in: News

Blues Festival, hamburger, cinema e teatro: ecco il weekend a Roma

eventi roma weekend
foto: Francesca Cappa fonte: Flickr

Cosa dobbiamo aspettarci nel weekend a Roma che va dall’8 al 10 febbraio? Come sempre, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Dalla rassegna cinematografica dedicata a Jean Renoir al Palazzo delle Esposizioni, passando per i numerosissimi eventi per i più piccoli, senza dimenticare le numerose mostre presenti nella Capitale, sarà un fine settimana denso di appuntamenti.

Vi segnaliamo i migliori nel nostro consueto #spiegoneweekend. E non dimenticatevi del blocco del traffico di domenica 10 febbraio e del Capodanno cinese che entra nel vivo proprio in questi giorni.

Eventi nel weekend

San Lorenzo Blues festival

9 febbraio

Ritorna il Festival dedicato al blues delle migliori band che gravitano nel quartiere San Lorenzo a Roma. riunite in un’unica serata dedicata al Blues e ai suoi sviluppi più recenti.

Per la sesta edizione del Festival una selezione delle migliori bands Blues che gravitano a S.Lorenzo: i FLEURS DU MAL -band Rock/Blues storica-, i LEBOWSKI BLUES FAMILY -quintetto che mescola Blues,Folk e Southern-Rock-, i SUPAWAI JOHN -Blues venato di Country e Psichedelia-, e il Duo LORENZO PAVIA & STEFANO PALMA  -giovani nuove promesse dediti al Blues tradizionale-.
Chiuderà la Jam Session Finale con tutti gli artisti insieme come tradizione del San Lorenzo Blues Festival.

Il programma del San Lorenzo blues festival

  • ore 22,00: LORENZO PAVIA & STEFANO PALMA
  • ore 22,40: LEBOWSKI BLUES FAMILY
  • ore 23,20: SUPAWAI JOHN
  • ore 24: FLEURS DU MAL
  • ore 0,45: Jam Session Finale con tutti gli artisti

Indirizzo: Nuovo Cinema Palazzo

Ingresso: 5 euro

Indie Nostalgia

8 febbraio – Circolo degli Illuminati, Via Giuseppe Libetta 1

Dalle 23:30 alle 04:30 serata tutta da ballare a tema “The Rise and Fall of Indie Music”.

In playlist: The Strokes / The Kills / The Libertines / Bloc Party / Arctic Monkeys / Klaxons / The Vaccines / The Wombats / The Coral / Razorlight / The Enemy / The Raveonettes / Vampire Weekend / Franz Ferdinand / The Fratellis / The Pigeon Detectives / The Courteeners / Foals / Interpol / The Killers / Yeah Yeah Yeahs / The Maccabees / Two Door Cinema Club / Plastiscines / The Rakes / Kaiser Chiefs / The Rascals / The Cribs / The Ting Tings e molti altri

Ingresso libero fino a mezzanotte e mezza solo in lista; 10 € dopo le 00:30

Per inserirsi in lista scrivi il tuo nome + numero di persone sulla bacheca dell’evento

170° anniversario della proclamazione della Repubblica Romana del 1849

 9 febbraio

Il prossimo 9 febbraio cadrà l’importante ricorrenza dei 170 anni dalla proclamazione della Repubblica Romana del 1849 e come di consueto al Gianicolo è previsto un fitto calendario di iniziative che coinvolgeranno il Mausoleo Ossario Garibaldino e il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina di porta San Pancrazio.

In prossimità delle tombe dei giovanissimi caduti che si batterono con determinazione e coraggio contro un nemico numericamente e tecnicamente superiore si svolgerà sabato 9 febbraio, alle 10.00, la cerimonia commemorativa. Alla presenza delle autorità di Roma Capitale, Città Metropolitana e Regione Lazio,, sulle note risorgimentali rievocate dalla Banda del Corpo della Polizia Municipale sull’area marmorea del Mausoleo Ossario Garibaldino verrà deposta una corona, in memoria dell’importante episodio storico per il quale Roma vanta sul gonfalone la medaglia d’oro al valor militare.

Al termine della cerimonia la sottostante cripta-sacrario, ove riposano le spoglie dei caduti, verrà riaperta al pubblico al termine di un lungo e complesso restauro che ha consentito di ripristinare in tutto il suo splendore la bella volta dorata dell’ambiente, il cui mosaico nell’aprile 2016 crollò parzialmente a seguito delle ripetute sollecitazioni causate dalle scosse telluriche di quell’anno. Per l’occasione l’area monumentale del Mausoleo Ossario Garibaldino osserverà un’apertura straordinaria dalle 8.00 alle 20.00.

Per onorare la ricorrenza anche il Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina ospiterà alcuni eventi così articolati:

Sabato 9 febbraio 2019 alle 10.00, si terrà un incontro dal titolo “In nome del popolo sovrano. Ricordando Luigi Magni cantore del Risorgimento romano”, a cura dell’Associazione Amici di Righetto. L’evento ricorderà i protagonisti e i fatti legati alla Repubblica Romana e culminerà nel conferimento da parte del Presidente Roberto Bruni del XV Premio Nazionale Righetto 2019, concorso bandito ogni anno dall’Associazione a ricordo delle gesta di Righetto, simbolo di tutti i giovanissimi caduti in difesa della Repubblica Romana.

Seguirà, alle 16.00 un appuntamento dal titolo “Nel 170° della ricorrenza della proclamazione della Repubblica Romana del 1849”, a cura dell’Associazione Amilcare Cipriani e Comitato Gianicolo. L’evento ricorderà l’intensa attività di valorizzazione promossa negli ultimi vent’anni sui temi della Repubblica Romana connessi al territorio gianicolense. Interverranno il giornalista e scrittore Vittorio Emiliani, il prof. Giuseppe Monsagrati ed il presidente dell’Associazione Enrico Luciani; nell’occasione saranno presentati al pubblico e distribuiti l’edizione aggiornata del depliant “Il Gianicolo e la Repubblica Romana del 1849” e il poster “Gianicolo nella notte del 30 giugno 1849” immagine rielaborata dal plastico dell’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio.

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Off The Wall – Tribute band Michael Jackson a Stazione Birra

8 febbraio

Gli Off The Wall, Tribute Band di Michael Jackson, tornano a far visita al tempio della musica live in Italia: Stazione (ex Stazione Birra), via Placanica 172 – Roma.

Una serata magica, in compagnia di altre tribute band di artisti internazionali che hanno caratterizzato la scena musicale degli anni ottanta. Forever 80’s, questo il nome dell’evento organizzato da Tribute Bands United. Oltre un’ora di musica, proiezioni video e 5 musicisti, in un unico live per rivivere insieme il mito di Michael Jackson attraverso le sue hits più famose, gli abiti e le movenze inconfondibili, e i video più rappresentativi.

L’evento inizierà alle ore 22:00.

Per info e prenotazioni: http://www.stazionebirra.it/FOREVER-80-s-,E1,1822.html

Giornata Mondiale della radio

Castello di Santa Severa, 8 e 9 febbraio

In occasione della Giornata Mondiale  della Radio, la città di Santa Marinella e il Parco della Scienza G. Marconi (Torre Chiaruccia) sono stati inseriti nel calendario delle attività della Federazione Italiana Centri e Associazioni Unesco. L’evento – che sarà trasmesso in diretta da RADIO KING711 – è ospitato dal Castello di Santa Severa

Madrina di eccezione la Principessa Elettra Marconi.

Darwin Day 2019

Bioparco, 10 febbraio

In occasione del ‘Darwin Day’, domenica 10 febbraio il Bioparco di Roma organizza visite guidate speciali all’interno del Parco in compagnia di un naturalista che, seguendo il pensiero del grande scienziato, condurrà le famiglie alla scoperta dei segreti della natura.

Il titolo delle visite è “A passeggio con Darwin”, inizieranno alle 11.00 e avranno la durata di un’ora. L’ultima passeggiata terminerà alle ore 16.00. Il percorso delle visite guidate toccherà le aree: giraffe, zebre di Grevy, nandù, emù, struzzi, lemuri catta, pinguini del Capo, foche grigie.

Tra le curiosità che verranno svelate, durante la tappa alle giraffe si potrà osservare e toccare con mano una vertebra cervicale di giraffa – in resina – per scoprire che il lunghissimo collo di questo animale è sorretto dallo stesso numero di vertebre del collo umano. A proposito delle zebre, si troverà risposta al significato adattativo delle strisce del mantello. Inoltre si potrà capire perché i lemuri vivono solo in Madagascar e scoprire che i pinguini non volano in aria ma in acqua.

Eventi per bambini a Roma

#spiegonebambini: in questa guida troverete tutti gli eventi nel weekend, a Roma, per i vostri bambini

Laboratori didattici a Villa Giulia

Museo Nazionale di Villa Giulia e Villa Poniatowsk – p.le di Villa Giulia 9, Roma

Al Museo Nazionale di Villa Giulia sono in programma percorsi tematici e laboratori, a cura del Servizio per la Didattica del Museo e di Arte in gioco, per condurre i piccoli visitatori alla scoperta della villa rinascimentale e della cultura etrusca attraverso il gioco, il racconto, la creatività, l’immaginazione.

  • Sabato 9 febbraio, ore 16 – 18. Sulle orme di Schifano: la rappresentazione della scultura antica.
  • Sabato 16 febbraio, ore 16 – 18. La scultura degli etruschi: osservare le opere, indagarne le forme per realizzare con l’argilla una scultura ispirata ai modelli antichi.
  • Sabato 23 febbraio, ore 16 – 18. Aspettando il Carnevale: cartoncini, veline, piume colorate per creare maschere di Carnevale ispirate alle statue del museo.
  • Domenica 3 marzo, ore 15.30 – 17. Osservo, parlo, ascolto, penso, immagino: laboratorio che coinvolge i cinque sensi e l’immaginazione alla scoperta del Museo.
  • Sabato 9 marzo, intera giornata. Aspettando Archeofest: laboratori gratuiti di archeologia sperimentale: lavorando metalli, creando gioielli e altro.
  • Sabato 16 marzo, ore 16 – 18. Il paesaggio naturale: esplorazione dei giardini di Villa Giulia e i suoi affreschi per capire il paesaggio originario.
  • Sabato 23 marzo, ore 16 – 18. Il paesaggio costruito: come era Villa Giulia nel ‘500, racconti e storie del paesaggio che cambia.
  • Sabato 30 marzo, ore 16 – 18. Il Paesaggio immaginario: i paesaggi esotici negli affreschi di Villa Poniatowski ispireranno la creazione di un paesaggio immaginario.

I laboratori prevedono due gruppi di lavoro, suddivisi per fasce di età (5–7, 8–12).

Prenotazione obbligatoria: per i laboratori del sabato, entro le ore 16 del venerdì precedente, per i laboratori della domenica, entro le ore 16 del sabato precedente.

Ingresso al Museo gratuito per i bambini. Costo del laboratorio: 6,00 euro a bambino,
Ingresso adulti 8,00 euro.

Info e prenotazioni: tel. 06 8803562, 333 9533862, arteingioco@libero.it, arteingioco.eu@gmail.com

Eventi al Luneur Park

Luneur Park – Via delle Tre Fontane 100, Roma

Sabato 9 e domenica 10 febbraio – Principi e Principesse, tra sogno e realtà. Una festa, tra danze, canzoni e spettacoli coinvolgenti nel Giardino delle Meraviglie in compagnia di bellissime Principesse e dei loro blasonati amici nel favoloso mondo delle fiabe.

Sito Web

Mostre a Roma

#spiegonemostre: la nostra guida alle mostre di Roma

Il mito rivisitato. Le maschere arcaiche della Basilicata

dal 9 febbraio al 28 marzo 2019 – Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette

In mostra 38 opere tra maschere e sculture realizzate dall’artista Nicola Tocenarratrici di storie, legate ai territori lucani e alle loro tradizioni, un viaggio nello spazio e nel tempo, alla scoperta di storie e cronache di vita, fra natura impervia e borghi accoglienti. L’esposizione fa parte di un progetto più ampio dedicato all’intera Basilicata e alla tradizione del Carnevale lucano, dei riti e dei miti di popoli che ancora oggi raccontano la loro storia.

Tra volti antropomorfi, animali fantastici, creature magiche, travestimenti, spiriti e abitatori delle argille, filo conduttore dell’esposizione sono le narrazioni che le maschere, realizzate con antiche tecniche di lavorazione e decorazione della cartapesta, sussurrano ai visitatori, trasportandoli in una dimensione altra, accogliente e spaesante, propria della Basilicata antica e contemporanea.

Il percorso espositivo, sala dopo sala, è studiato per fruire al meglio di ogni opera, lasciando che ognuna di esse susciti curiosità e crei un contatto con le tuonanti maschere alianesi, con l’orso di Teana che si nasconde nei suoi boschi, con il domino di Lavello che, forte della sua doppia natura, conduce l’anno verso la Quaresima, con la “foresta che cammina” nelle strade di Satriano, con i coloratissimi nastri e con i veli neri delle figure bovine di Tricarico, con le personificazioni dei mesi di Cirigliano, accompagnati tutti dai rumorosi campanacci di San Mauro Forte che neanche i temibili Cucibocca di Montesscaglioso riescono a tacitare, precedendo di qualche settimana la celebrazione del Carnevalone.

La tecnica utilizzata per la creazione delle maschere è antica e tradizionale, ma nella realizzazione delle forme appare rivoluzionaria e innovativa. Il trattamento della carta e dell’argilla, l’espressività ottenuta con la combinazione delle tinte, molto spesso calde e cariche, sfumate e leggere, l’uso delle terre e l’incisività della focheggiatura fanno di ogni pezzo un unicum irripetibile.

Orari: da martedì a domenica ore 9.00-19.00

Biglietti: € 6,00 intero; € 5,00 ridotto – Per i cittadini residenti € 5,00 intero; € 4,00 ridotto

Lea Contestabile. Elementi di cosmografia amorosa

dal 13 febbraio al 13 marzo 2019 – Casa della Memoria e della Storia

Elementi di cosmografia amorosa è una mostra concepita come un grande albero genealogico le cui radici sono ben piantate nel territorio abruzzese. Ortucchio (L’Aquila), città natale dell’artista, è il punto di partenza per esplorare diversi aspetti della storia italiana a partire dalla seconda guerra mondiale. Lea Contestabile, che nella sua pratica artistica ha mantenuto una matrice dalla forte componente sociale con una particolare attenzione all’arte di genere, ha ideato un percorso espositivo che si svolge in tre momenti distinti – la memoria del territorio, la memoria personale e la memoria storica – attraverso l’utilizzo del ricamo, della fotografia e delle colle.

Nell’installazione Il paese dei destini incrociati del 2017, l’artista inserisce ed elabora le fotografie scattate dal padre, “contadino-fotografo” che, dopo aver imparato le tecniche della fotografia quando era soldato nella guerra d’Africa, continuò a fotografare fino ai primi anni Sessanta, divenendo, tramite le sue immagini, l’unico testimone della memoria del paese: matrimoni, nascite, morti, feste comandate, ritratti di famiglia. Legami che vengono ricostruiti nell’opera del 2018 La mappa, il luogo, le famiglie #2, in cui Lea Contestabile ricama i cognomi delle famiglie del suo paese sul lino degli asciugamani del suo corredo nuziale.

In Senza titolo (2015), la foto è un autoscatto di Guido Orante Contestabile mentre la riproduzione della stessa immagine, realizzata all’uncinetto, è opera della mamma dell’artista, fungendo da raccordo tra i due nuclei di memoria, quella del territorio e la memoria storica. Una lettura trasversale della società che passa per i ritratti delle spose in Mio padre fissò un’emozione, io vorrei restituirvi un sorriso (2017), in cui i volti di queste spose che non sorridono mai sono stampati su tarlatana, cuciti e uniti tra loro dalle spille da balia, dando forma alla geografia di sentimenti inesplorati e affetti da svelare. Infine, in Portare una sola valigia (2018), Contestabile riprende un passo del dattiloscritto dello zio in cui si parla della raccomandazione che i contrabbandieri fecero alla famiglia Lehrer di ridurre al minimo il bagaglio.

In mostra anche altre opere, in parte inedite, e materiali documentari (fotografie, opuscoli, disegni, lettere, macchine fotografiche costruite a mano) esposti all’interno delle teche.

Orari: dal lunerdì al venerdì dalle 9.30 alle 20

Ingresso libero

Spettacoli teatrali

#spiegoneteatri: la nostra guida sugli spettacoli in cartellone a Roma questa settimana.

Equilibrio Festival 2019

Domenica 10 febbraio si inaugura all’Auditorium Parco della Musica la rassegna di danza contemporanea dedicata ai Paesi nordici. Al nostro articolo tutti i dettagli.

Ottocento

Teatro Palladium, 8 e 9 febbraio

Sabato 9 febbraio alle ore 20:30 e domenica 10 febbraio alle 18 al Teatro Palladium va in scena Ottocento, lo spettacolo di e con Elena Bucci e Marco Sgrosso, prodotto da CTB Centro Teatrale Bresciano con la collaborazione artistica de Le Belle Bandiere.

Un indimenticabile viaggio nel tempo attraverso un secolo le cui ricchezze e contraddizioni emanano un fascino talmente potente da nutrire ancora il presente. Anni di trasformazioni, innovazioni e scoperte; di romanzi indimenticabili e personaggi emblematici; di ribellione delle arti e di lotte per il progresso ma anche di crudeli repressioni e obblighi, di grandi storie e grandi ideali.

In Ottocento si passa dai racconti avvincenti e scabrosi di Maupassant alla limpidezza cristallina di quelli di Čechov; dal volo dei corvi evocati da Poe ai ritratti sconquassati disegnati da Baudelaire; dall’evocazione di nuovi equilibri suggeriti da Ibsen in “Casa di bambola” ai mondi complessi e torturati tratteggiati da Dostoevskji e Tolstoj; dalla denuncia civile di Victor Hugo all’affresco umano e sociale di Thomas Mann.

Un esperimento di drammaturgia originale che viene modificato e nutrito proprio dall’incontro con il pubblico per riscoprire insieme agli artisti sul palco il piacere delle suggestioni e delle visioni che risvegliano ancora in noi la parola ‘Ottocento’.

Info e prezzi: Piazza Bartolomeo Romano, 8

Biglietti: Intero: 18 euro; ridotto: 12 euro; studenti: 8 euro

I Fratelli Karamazov

Teatro Eliseo, dal 5 al 17 febbraio

I Fratelli Karamazov, l’ultimo grandioso romanzo di Fëdor Dostoevskij, in scena dal 5 al 17 febbraio al Teatro Eliseo nella versione di Glauco Mauri e Roberto Sturno, per la regia di Matteo Tarasco, promette di stupire.

Glauco Mauri, che da giovanissimo (22 anni) ottenne un grande successo personale nel ruolo del fratellastro-servo Smerdjakov, diretto da Andrè Barsacq, accanto a Memo Benassi, Lilla Brignone, Gianni Santuccio, Enrico Maria Salerno, è oggi il dissoluto e senza scrupoli Fëdor Pavlovič Karamazov.

Roberto Sturno dà voce e corpo a Ivàn Karamazov, il più intellettuale e tormentato dei fratelli. Accanto a loro: Paolo Lorimer, Laurence Mazzoni, Pavel Zelinskiy, Luca Terracciano, Giulia Galiani, Alice Giroldini.
Le scene sono di Francesco Ghisu, i costumi di Chiara Aversano, le musiche di Giovanni Zappalorto, le luci di Alberto Biondi.

Indirizzo: via Nazionale 183

Orario: ore 20

Ingresso: da 15 a 35 euro

Le signorine

Teatro Ambra Jovinelli, fino al 10 febbraio

Due sorelle zitelle, offese da una natura ingenerosa, trascorrono la propria esistenza in un continuo e scoppiettante scambio di accuse reciproche. È in una piccola storica merceria in un vicolo di Napoli, ormai circondata da empori cinesi e fast food mediorientali, che Addolorata e Rosaria passano gran parte della loro giornata, per poi tornare nel loro modesto, ma dignitoso appartamento poco lontano.

Una vita scandita dalla monotona, ma rassicurante ripetizione degli avvenimenti. Addolorata, dopo una vita condotta all’insegna del sacrificio e del risparmio, cui è stata obbligata dalla sorella, vuole finalmente godersi la vita. Rosaria, che ha fatto dell’avarizia e dell’accumulo il fine della propria esistenza, non ha nessuna intenzione di intaccare il cospicuo conto bancario, cresciuto esponenzialmente nel corso degli anni. Anche l’uso del televisore, con conseguente consumo di energia elettrica, può generare un diverbio.

Costrette a una faticosa convivenza, le due ‘signorine’, ormai ben oltre l’età da matrimonio, non possono neanche contare su una vita privata a distrarle da quella familiare. Le poche notizie che gli giungono dal mondo provengono dai pettegolezzi dei parenti o dai reality in televisione. L’unico vero sfogo per Rosaria e Addolorata sembra essere il loro continuo provocarsi a vicenda, a suon di esilaranti battibecchi senza esclusione di colpi.

Rosaria domina e Addolorata, a malincuore, subisce. Ma proprio quando le due sorelle sembrano destinate a questo gioco delle parti, un inaspettato incidente capovolgerà le loro sorti, offrendo finalmente ad Addolorata l’occasione di mettere in atto una vendetta covata da troppi anni …

Le Signorine è una commedia che sa sfruttare abilmente la comicità che si cela dietro al tragico quotidiano, soprattutto grazie a due formidabili attrici del nostro teatro, che trasformano i litigi e le miserie delle due sorelle, in occasioni continue di gag e di risate.

Nella loro veracità napoletana, Rosaria e Addolorata sanno farci divertire e commuovere, raccontando con grande ironia, gioie e dolori della vita familiare. Un testo irriverente e poetico che ci ricorda come la famiglia sia il luogo dove ci è permesso dare il peggio di noi, senza il rischio di perdere i legami più importanti.

Indirizzo: via Guglielmo Pepe

Orario: dal martedì al sabato ore 21 – domenica ore 17

Ingresso: da 18 a 33 euro

Cinema a Roma

Da Jean Renoir ai Maestri del realismo poetico

Palazzo delle Esposizioni, dal 9 febbraio al 17 marzo 

Sabato 9 febbraio inizia un’importante rassegna cinematografica che rende omaggio al grande regista francese Jean Renoir nel quarantennale della scomparsa.

La manifestazione permetterà al pubblico di riscoprire sul grande schermo e a ingresso gratuito alcuni dei capolavori più amati di Renoir, da La grande illusione a La regola del gioco, da L’angelo del male a Il fiume, ma anche titoli mento noti come Toni, Il delitto del Signor Lange o La notte dell’incrocio, primo film della storia con protagonista il commissario Maigret.

Tutti i film in programma sono presentati rigorosamente in pellicola 35mm, con molte copie preziose provenienti dalle cineteche di tutto il mondo, compresi i restauri dell’UCLA di Los Angeles di due titoli del periodo hollywoodiano di Renoir, Luomo del Sud e Il diario di una cameriera. Un altro storico restauro, quello della Cineteca di Bologna del capolavoro del muto Nanà, sarà accompagnato dal vivo al pianoforte dal M° Antonio Coppola in uno degli eventi più attesi della rassegna.

L’avvio della rassegna spetta a “LA REGOLA DEL GIOGO”, tra le opere più influenti e acclamate dell’intera storia del cinema. Accanto ai titoli di Renoir saranno poi in calendario fino al 17 marzo alcune opere leggendarie del realismo poetico francese, da Les Enfants du paradis di Marcel Carné a Pépé le Moko di Julien Duvivier, nel tentativo di restituire al meglio il clima culturale di una stagione irripetibile della storia del cinema.

Programma

9 febbraio 2019, 21:00
LA REGOLA DEL GIOCO
(La règle du jeu, Francia, 1939, 110’, v.o. sott. it)
di Jean Renoir
ingresso libero

10 febbraio 2019, 21:00
FRENCH CANCAN
French Cancan, Francia/Gb, 1955, 102’, v.o. sott. it
di Jean Renoir
ingresso libero

Eventi gastronomici

#spiegonefood: la nostra guida agli eventi culinari a Roma di questa settimana

Hamburger gratis per il compleanno di The Good Burger

9 febbraio – via delle Quattro Fontane 174

The Good Burger, il ristorante dove gustare hamburger tra il gourmet e il casual food, organizza una grande festa per celebrare il suo primo compleanno.

Il ristorante dalle ore 20 alle 22 offrirà ai presenti il più famoso trai i suoi hamburger, il TGB Burger, il tutto accompagnato da DJ Set

Omnipollo Show al Luppolo21

8 febbraio – Luppolo12, via dei Marruccini 12

Venerdi 8 Febbraio ci sarà l’opportunità di trovare tra le spine del birrificio uno dei progetti birrari più criticati, chiacchierati e allo stesso tempo apprezzati della scena craft mondiale, Omnipollo.

La beer firm fondata nel 2011 dal birraio Henok Fentie e dall’artista Karl Grandin disegnatore di tutte le grafiche, produce miriadi di stili collaborando con alcuni dei migliori birrifici al mondo, come De Molen, Stigbergets, Trillium , Other Half. Le birre sono eclettiche e stravaganti, fuori da ogni schema come ad esempio le loro Imperial Stout con aggiunta di golosi ingredienti.

La lista delle birre disponibili sull’evento Facebook

Corso di pasticceria Arabo-Sicula del Progetto Alcantara

10 febbraio – La villetta Social Lab, via Passino, 26/ via degli Armatori, 3

Non è solo un corso di pasticceria – dove si spiegherà la chimica che sta dietro i processi produttivi, le materie prime e le loro qualità – ma un viaggio nel Mediterraneo, nel tempo a caccia di storie e di saperi.  Si parlerà di cucina come luogo di incontro e scambio tra popoli, e delle contaminazioni culturali che porta con sé ogni piatto proposto, attraverso il racconto della storia che lo ha trasformato nel tempo.

A conclusione del corso ci sarà la presentazione del progetto Alcantara e la degustazione dei dolci arabo-siciliani che ognuno sarà accompagnato a produrre. Ogni partecipante avrà a disposizione gli ingredienti e il materiale necessario.

È necessaria la prenotazione a seguenti recapiti: 3281266213/ romit@tiscali.it

Concerti

8 febbraio

Massive Attack – Palazzo dello Sport (ore 21; Sold Out)

9 febbraio

Uochi Toki – Largo Venue (ore 21; Biglietti €5)

Jimi Tenor – Monk Club (ore 22.30; Biglietti €15)

10 febbraio

LeSigarette – Auditorium Parco della Musica (ore 21; Biglietti da € 8.00)

Etichette: